Venerdì 05 Marzo 2021 | 08:33

NEWS DALLA SEZIONE

all'alba
Taranto, operazione «Taros» dei carabinieri contro la Scu: 16 arresti

Mafia, operazione «Taros» dei CC a Taranto contro Scu: 16 arresti

 
A MOTTOLA
Lavoro, Albini chiude tessitura nel Tarantino e delocalizza

Lavoro, Albini chiude tessitura nel Tarantino e delocalizza

 
Il caso
Taranto, funzionario scolastico contro prof negazionista: scoppia la polemica

Taranto, funzionario scolastico contro prof negazionista: scoppia la polemica

 
L'emergenza
Taranto, positivo al Covid muore poliziotto di 59 anni

Taranto, positivo al Covid muore poliziotto di 59 anni

 
indagini
Manduria, estorsione e rapina nei confronti di un 48enne: due in manette

Manduria, estorsione e rapina nei confronti di un 48enne: due in manette

 
indagini della gdf
Taranto, percepivano indebiti rimborsi: sequestrati beni per 255mila euro a 4 consiglieri comunali

Taranto, percepivano indebiti rimborsi: sequestrati beni per 255mila euro a 4 consiglieri comunali

 
sicurezza impianti
Mittal Taranto, pericolosità altoforni: esposto presentato in Procura

Mittal Taranto, pericolosità altoforni: esposto presentato in Procura

 
emergenza Covid
Taranto, nel reparto di Pneumologia del «Moscati» ad un anno dal paziente zero: «Noi in prima linea»

Taranto, nel reparto di Pneumologia del «Moscati» ad un anno dal paziente zero: «Noi in prima linea»

 
Lotta al virus
Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

 
Il virus
Taranto, tamponi agli avvocati nelle tensostrutture in tribunale

Taranto, tamponi agli avvocati nelle tensostrutture in tribunale

 

Il Biancorosso

Serie C
Gioco gol punti se l’«effetto Carrera» cambia il Bari

Gioco gol punti se l’«effetto Carrera» cambia il Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoall'alba
Taranto, operazione «Taros» dei carabinieri contro la Scu: 16 arresti

Mafia, operazione «Taros» dei CC a Taranto contro Scu: 16 arresti

 
LecceLa cattura
Mafia, arrestato in Salento il boss Notaro, latitante della Scu

Mafia, arrestato in Salento il boss Notaro, latitante della Scu

 
FoggiaIl caso
Ascoli Satriano, litiga con il marito e lo accoltella: arrestata 42enne

Ascoli Satriano, litiga con il marito e lo accoltella: arrestata 42enne

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
Covid news h 24Lotta al virus
Vaccini anti covid, Asl Bari: «Sedute per gli over 80 riprogrammate al PalaCarbonara»

Vaccini anti covid, Asl Bari: «Sedute per gli over 80 riprogrammate al PalaCarbonara»

 
Homel'annuncio
Brindisi sarà collegata con Pisa e Bologna: Wizz Air attiva nuovi voli

Brindisi sarà collegata con Pisa e Bologna: Wizz Air attiva nuovi voli

 
PotenzaIl virus
Vaccini in Basilicata, l'assessore: «Ritardi per colpa delle aziende»

Vaccini in Basilicata, l'assessore: «Ritardi per colpa delle aziende»

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

Fiabe ai tempi di Covid

«Re Arcobaleno e gli altri racconti: mamma dona ai suoi figli l'antidoto della fantasia

Anna Grazia Santoro, 38 anni, è impiegata in un’industria tessile copyright della Martina Franca manifatturiera

«Re Arcobaleno e gli altri racconti: mamma dona ai suoi figli l'antidoto della fantasia

«Mamma, per favore, mi racconti una storia? Non una presa dai libri, ma una tua. Inventala e raccontamela… ». Elisa ha sette anni e con il suo mondo incosciente disturbato dalla pandemia, è musa spirante per Anna Grazia Santoro. Lei, trentotto anni, impiegata in un’industria tessile copyright della Martina Franca manifatturiera, sa come intrecciare i fili creativamente. E quando la sua piccola intenta a scarabocchiare su un foglio nella residenza estiva della campagna itriana le chiede di far esondare la fantasia, lei tira fuori la vena poetica sbocciata in età adolescenziale, per generare il suo primo libro, coronando uno dei sogni nel cassetto.

«Componevo poesie e devo dire che la scrittura mi ha sempre aiutato a superare momenti difficili e mi ha accompagnato in quelli più lieti» racconta Santoro alla «Gazzetta» nel momento in cui esce per la casa editrice Albatros il Filo Il Re Arcobaleno e altri racconti. È l’esordio letterario, spinto dal desiderio di una madre di appagare la fame fantasiosa dei suoi bambini (Elisa e Gianvito, 7 e 2 anni), che hanno il doppio privilegio di costituire l’ispirazione della penna e il primo ascolto delle storie da essa create.

«Il Re Arcobaleno è nato in un periodo antecedente al Covid - spiega Santoro - al contrario degli altri due, Balù e Minù e La Fata Smemorina, generati nel lockdown». Il Re Arcobaleno ha permesso alla tristezza di spegnere i suoi iridi ingrigendo la vita degli abitanti del villaggio. Ma il più piccolo del borgo crederà all’improbabile cura che Saggio Acquerello proporrà per risolvere il problema. Si tratta di una polvere che ravviva gli acini trasparenti di una vite speciale. Così nascono i grappoli colorati che riportano nel cielo l’arcobaleno che fa sognare.

È questa la visione a cui i bambini credono. Una storia. Basta una storia fatata. Come il secondo racconto del libro di Santoro: l’orso Balù ha come migliore amica la scimmietta Minù e insieme ne combinano di tutti i colori, cacciandosi nei guai. Mamma orsa è apprensiva, cerca di impedire la frequentazione delle due piccole specie differenti. Ma alla fine trionfa l’amicizia, che è uno spago tra le diversità. E infine il terzo capitolo che vede protagonista la fata Smemorina, «che una ne pensa e cento ne combina». Però questa maga goffa, alla fine trionfa con la simpatia, facendosi accettare coi propri difetti alla danza delle fate, premiata dalla regina.

Il punto che chiude il suo primo libro, Anna Grazia Santoro lo fissa riscattando una trama della diversità. Una delle tante che si vivono oggi giorno. In un periodo tosto, «nel quale la pandemia di sicuro lascia un segno che i miei bambini si porteranno nella loro vita». Per Elisa, i genitori hanno scelto la didattica in presenza «perché non si può frequentare la prima elementare dietro lo schermo di un pc. I bambini - spiega mamma Anna Grazia - hanno bisogno di essere liberi per apprendere il mondo. Ora i bimbi hanno perso la chance di andare alle feste di compleanno, imbavagliati da una mascherina che non permette di cogliere reciprocamente i loro sorrisi.

A Gianvito, ancora troppo piccolo, questo incubo di noi genitori adulti può apparire come un gioco. Ma da grande lui ne sentirà parlare, scoprendosi un bambino che ha vissuto la trincea del virus». Allora, quando la mente del cucciolo diventerà arguta, torneranno attuali le fiabe alla corte del Re Arcobaleno. Quei racconti che offrono l’arma della leggerezza, con la quale sfidare il mondo duro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie