Venerdì 05 Marzo 2021 | 09:14

NEWS DALLA SEZIONE

Operazione Taros
Taranto, operazione «Taros» dei carabinieri contro la Scu: 16 arresti

Mafia, droga e voto di scambio: blitz dei Cc a Taranto, 16 arresti

 
A MOTTOLA
Lavoro, Albini chiude tessitura nel Tarantino e delocalizza

Lavoro, Albini chiude tessitura nel Tarantino e delocalizza

 
Il caso
Taranto, funzionario scolastico contro prof negazionista: scoppia la polemica

Taranto, funzionario scolastico contro prof negazionista: scoppia la polemica

 
L'emergenza
Taranto, positivo al Covid muore poliziotto di 59 anni

Taranto, positivo al Covid muore poliziotto di 59 anni

 
indagini
Manduria, estorsione e rapina nei confronti di un 48enne: due in manette

Manduria, estorsione e rapina nei confronti di un 48enne: due in manette

 
indagini della gdf
Taranto, percepivano indebiti rimborsi: sequestrati beni per 255mila euro a 4 consiglieri comunali

Taranto, percepivano indebiti rimborsi: sequestrati beni per 255mila euro a 4 consiglieri comunali

 
sicurezza impianti
Mittal Taranto, pericolosità altoforni: esposto presentato in Procura

Mittal Taranto, pericolosità altoforni: esposto presentato in Procura

 
emergenza Covid
Taranto, nel reparto di Pneumologia del «Moscati» ad un anno dal paziente zero: «Noi in prima linea»

Taranto, nel reparto di Pneumologia del «Moscati» ad un anno dal paziente zero: «Noi in prima linea»

 
Lotta al virus
Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

Taranto, vaccini al Palaricciardi: in un giorno 920 dosi

 
Il virus
Taranto, tamponi agli avvocati nelle tensostrutture in tribunale

Taranto, tamponi agli avvocati nelle tensostrutture in tribunale

 

Il Biancorosso

Serie C
Gioco gol punti se l’«effetto Carrera» cambia il Bari

Gioco gol punti se l’«effetto Carrera» cambia il Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiala minaccia
San Severo, busta con proiettili recapitata al sindaco: «Non mi lascio intimidire»

San Severo, busta con proiettili recapitata al sindaco: «Non mi lascio intimidire»

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 10 ordinanze

 
TarantoOperazione Taros
Taranto, operazione «Taros» dei carabinieri contro la Scu: 16 arresti

Mafia, droga e voto di scambio: blitz dei Cc a Taranto, 16 arresti

 
LecceLa cattura
Mafia, arrestato in Salento il boss Notaro, latitante della Scu

Mafia, arrestato in Salento il boss Notaro, latitante della Scu

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
Covid news h 24Lotta al virus
Vaccini anti covid, Asl Bari: «Sedute per gli over 80 riprogrammate al PalaCarbonara»

Vaccini anti covid, Asl Bari: «Sedute per gli over 80 riprogrammate al PalaCarbonara»

 
PotenzaIl virus
Vaccini in Basilicata, l'assessore: «Ritardi per colpa delle aziende»

Vaccini in Basilicata, l'assessore: «Ritardi per colpa delle aziende»

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

siderurgici

Ilva Taranto, neo ministro Giorgetti fissa per domani incontro con sindacati. E Confindustria scrive a Draghi

All’incontro parteciperanno massimo due delegati per ogni sigla sindacale

Ilva Taranto, neo ministro Giorgetti fissa per domani incontro con  sindacati. E Confindustria scrive a Draghi

foto Ansa

TARANTO - Il ministero dello Sviluppo Economico ha convocato per domani, alle 14.30, nella sede di via Veneto a Roma, i sindacati confederali e di categoria, e Federmanager, per una riunione sul tema Ilva, che sarà presieduta dal neo ministro Giancarlo Giorgetti.

All’incontro parteciperanno massimo due delegati per ogni sigla sindacale. La comunicazione è stata inviata a Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Ugl Metalmeccanici, Fim, Fiom, Uilm, Usb, Filctem, Flaei, Uiltec, Fit, Filt, Uiltrasporti e Ugl Chimici, Federmanager, ai commissari straordinari di Ilva in As e al capo di gabinetto del ministero del Lavoro.

CONFINDUSTRIA SCRIVE A DRAGHI - Il presidente di Confindustria Taranto, Antonio Marinaro, ha scritto al premier Mario Draghi esprimendo preoccupazione sia in merito alla situazione delle imprese dell’indotto di ArcelorMittal che lamentano ritardi nei pagamenti, sia in relazione ai risvolti giudiziari legati alla sentenza del Tar del Lecce sulla possibile chiusura degli impianti dell’area a caldo e alla richiesta di confisca avanzata dalla procura nel processo "Ambiente Svenduto". Scenari che, secondo Marinaro, «non possono indurre ad alcuna sottovalutazione delle possibili conseguenze per la fabbrica e per il territorio».

Confindustria Taranto riconosce a Draghi «indiscussa capacità di essere collettore di varie istanze», che ha «prodotto un’inedita convergenza fra forze politiche diverse per il bene comune».

«Le chiediamo - afferma Marinaro - di mettere in atto per Taranto la stessa strategia, coinvolgendo le autorità locali del Comune, della Provincia e della Regione, affinché si giunga ad un percorso condiviso e lo si rispetti seriamente fino a compimento». Il rischio incombente, conclude Marinaro, «è quello di una distruzione ambientale ed economica, che porterà, inevitabilmente, ad una pericolosa situazione di forte tensione sociale». 

CHIESTA SOSPENSIVA AL CONSIGLIO DI STATO - Attraverso il ricorso al Consiglio di Stato, ArcelorMittal chiede la sospensiva della sentenza con la quale il Tar di Lecce intima all’azienda di spegnere entro il 14 aprile gli impianti dell’area a caldo ritenuti inquinanti. L'istanza è rivolta sia al presidente che al collegio giudicante nel suo complesso.
Nell’appello, a quanto si apprende, si fa riferimento anche a documentazione dell’Ispra, Istituto di vigilanza sulle Autorizzazioni integrate ambientali, che, in collaborazione con Arpa Puglia, effettuò sopralluoghi e verifiche.
Secondo quanto rappresentato dall’azienda anche dinanzi al Tar, da una relazione Ispra del marzo 2020 emerge che non risulterebbero nel periodo di riferimento superamenti dei parametri di emissioni contenuti nelle prescrizioni Aia del 29 settembre 2017. Ispra richiedeva tuttavia ulteriori verifiche. Relativamente ai profili di merito, ArcelorMittal sostiene «la piena conformità delle emissioni alle prescrizioni e alle specifiche contenute nell’Aia»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie