Domenica 13 Giugno 2021 | 16:40

NEWS DALLA SEZIONE

Ladro seriale
Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

 
Il confronto
Sud, Letta a Taranto: «Pnrr dia risposte a disuguaglianze»

Sud, Letta: «Pnrr dia risposte a disuguaglianze. L'Italia deve risarcire Taranto»

 
La tragedia
Taranto, Infortunio mortale alla foce del Tara

Taranto, infortunio mortale alla foce del Tara

 
la richiesta
Taranto, l’associazione Genitori Tarantini: «Vogliamo parlare con Letta»

Taranto, l'associazione Genitori Tarantini: «Vogliamo parlare con Letta»

 
Dogana
Taranto, sequestrati al porto oltre 3 milioni di mascherine non conformi

Taranto, sequestrati al porto oltre 3 milioni di mascherine non conformi

 
Il progetto
Taranto, a scuola si fa lezione di attualità, dall'immigrazione alla violenza sulle donne

Taranto, a scuola si fa lezione di attualità, dall'immigrazione alla violenza sulle donne

 
La storia
Taranto, Cosimo da Como in bicicletta per l'ambiente

Taranto, Cosimo da Como in bicicletta per l'ambiente

 
Il caso
Taranto, sequestrato laboratorio clandestino per la lavorazione di mitili

Taranto, sequestrato laboratorio clandestino per la lavorazione di mitili

 
Il caso
Ex Ilva e caso Capristo, il gruppo Riva: «noi estranei e danneggiati»

Ex Ilva e caso Capristo, il gruppo Riva: «noi estranei e danneggiati»

 
Il caso
Taranto, sequestrati 14 videopoker non autorizzati nel quartiere Paolo VI

Taranto, sequestrati 14 videopoker non autorizzati nel quartiere Paolo VI

 
ex ilva
Qual è il piano B per Taranto? Le aziende dell'indotto incalzano il Governo

Qual è il piano B per Taranto? Le aziende dell'indotto incalzano il Governo. Carfagna: «Presto tavolo per Cis»

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, De Laurentiis: «Polito è qui per vincere»

Bari, De Laurentiis: «Polito è qui per vincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNel Foggiano
Carlantino, il parroco viene trasferito: sindaco protesta e diserta messa S.Antonio

Carlantino, il parroco viene trasferito: sindaco protesta e diserta messa S.Antonio

 
BariPolizia locale
Bari, travolge due motociclisti e scappa: pirata della strada rintracciato a Valenzano

Bari, travolge due motociclisti e scappa: pirata della strada rintracciato a Valenzano

 
PotenzaNel Potentino
Melfi, scritte e atti vandalici contro sede del Pd. Letta su Twitter: «Non ci fermiamo»

Melfi, scritte e atti vandalici contro sede del Pd. Letta su Twitter: «Non ci fermiamo»

 
TarantoLadro seriale
Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

 
LecceIl gip: manca la prova
Covid, «Non contagiò paziente in studio»: archiviazione per un medico salentino

Covid, «Non contagiò paziente in studio»: archiviazione per un medico salentino

 
BrindisiIl virus
Covid 19, a Brindisi due casi accertati di variante indiana

Covid 19, a Brindisi due casi accertati di variante indiana

 
Materafelicità
Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

 

i più letti

Cultura

A Taranto riapre il museo MarTa: «Ripartiamo dalla storia»

Cerimonia al museo, poi la deposizione di una corona d’alloro in piazza della Vittoria

A Taranto riapre il museo MarTa «Ripartiamo dalla storia»

foto Todaro

Taranto saluta con la riapertura del museo archeologico nazionale MarTa la festa della repubblica, tentando così la ripartenza dopo le lunghe settimane di lockdown. Alla cerimonia, promossa e coordinata dalla direttrice Eva Degl’Innocenti hanno preso parte, tra gli altri, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Mario Turco, il prefetto Demetrio Martino, il sindaco Rinaldo Melucci, il questore Giuseppe Bellassai, il comandante provinciale dei carabinieri Luca Steffensen, l’assessore comunale alla cultura Fabiano Marti. Il MarTa era chiuso dall’8 marzo a causa Coronavirus.

«Si tratta di un giorno importante, dopo quasi tre mesi di chiusura, quello della riapertura al pubblico» ha detto la direttrice del Museo, Eva Degl’Innocenti. «È un luogo sicuro al cento per cento, e abbiamo voluto attendere proprio per poter offrire un museo con dispositivi di sicurezza. Il museo - ha detto Degl’Innocenti - non solo riapre in piena sicurezza ma con una intensa attività culturale. Infatti, per quello che faremo, ci sarà un MarTa on demand con un rapporto più ad personam. Valorizzeremo i tesori mai visti dei depositi del MarTa - ha spiegato la direttrice - che, come si sa, sono tra i più ricchi al mondo tra i Musei archeologici. Ogni settimana - ha aggiunto -, per tre giorni alla settimana, ci sarà la possibilità di avere una spiegazione. Ci sarà anche programmazione per bambini ma, sopratuttto, un elemento di punta che sarà il nostro Fab Lab, il laboratorio digitale creativo che per il momento ha operato on line con l’e-learning, riscuotendo un grande successo, e invece ci sarà proprio l’attività, con due fine settimana al mese, gratuita. E partono anche gli abbonamenti per le attività per le varie tipologie, la family card, la card per ragazzi, l’individuale e i seniores. Gli ingressi saranno contingentati - ha concluso Degl’Innocenti - con la prenotazione prevalentemente on line su piattaforma oppure telefonando al numero fisso del servizio di biglietteria».

«La riapertura oggi del Museo nazionale di Taranto ci da segnali di normalità. Normalità che abbiamo perso in questi lunghi mesi, speriamo che attraverso questo ulteriore tassello riconquistiamo normalità di vita» ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, con delega alla programmazione economica, Mario Turco. «Oggi è anche festa della Repubblica e vogliamo associare questa riapertura al ricordo di quella festa che ci fu nel ‘46 che, allora come oggi, viviamo con una tristezza dentro, che è quella del passato, e con una speranza per il futuro che sta a noi tutti, con i nostri comportamenti responsabili, riconquistare e ricostruire». Per il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, «il 2 giugno è stato un momento di riconciliazione per tutti quanti noi, un momento di ricostruzione dopo la guerra, un momento di ripartenza. E oggi, oltre ad essere una giornata di festa e di memoria, ha questo dna. Dopo la pandemia, il fatto che si riparta, si ricostruisca, a cominciare dalla cultura è veramente anche un segno di riconciliazione di questo territorio, di fiducia per i giorni che ci aspettano. Siamo pieni di criticità, di problemi che dobbiamo affrontare - ha detto Melucci -, però il fatto che si continui ad investire sulla cultura, e che questo simbolo identitario della città, che è il MarTa, decida di riaprire oggi, è veramente un bel segnale. È doppiamente festa per noi».
In piazza della Vittoria, alla presenza anche dell’ammiraglio Salvatore Vitiello, del presidente della Provincia Giovanni Gugliotti e dell’arcivescovo Filippo Santoro è stata deposta una corona d’alloro al monumento dei caduti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie