Martedì 28 Gennaio 2020 | 05:28

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Omicidio in sala giochi: 3 condanne a 30 anni a Taranto

Omicidio in sala giochi: 3 condanne a 30 anni a Taranto

 
Tragedia sfiorata
Taranto, fiamme in hotel dismesso: clochard salvo in extremis

Taranto, fiamme in hotel dismesso: clochard salvo in extremis

 
Dopo una lite
Taranto, prende a testate un ragazzo per strada: denunciato

Taranto, prende a testate un ragazzo per strada: denunciato

 
Il caso
Taranto, fiamme e fumo all'ex Ilva, i cittadini fanno esposto a Mittal contro emissioni

Taranto, fiamme e fumo all'ex Ilva, i cittadini fanno esposto a Mittal contro emissioni

 
La perquisizione dei cc
Cellulari e dosi di droga nel carcere di Taranto: 17 indagati

Cellulari e dosi di droga nel carcere di Taranto: 17 indagati

 
L'inchiesta
Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

 
il caso
Cannabis light, archiviata inchiesta partita da Taranto: «Sul Thc la legge non è chiara»

Cannabis light, archiviata inchiesta partita da Taranto: «Sul Thc la legge non è chiara»

 
Il siderurgico
Arcelor Mittal, ancora 7 giorni per il pre-accordo, ma resta il nodo esuberi

Arcelor Mittal, ancora 7 giorni per il pre-accordo, ma resta il nodo esuberi

 
La manifestazione
Sanità, operatori 118 Taranto scendono in piazza: la protesta lunedì

Sanità, operatori 118 Taranto scendono in piazza: la protesta lunedì

 
la denuncia
Mittal, sindacati: «Spogliatoi fatiscenti e senza acqua calda»

Mittal, sindacati: «Spogliatoi fatiscenti e senza acqua calda»

 
operazione dei carabinieri
Furti in case rurali e aziende agricole nel Tarantino: 6 arresti

Furti in case rurali e aziende agricole nel Tarantino: 6 arresti VD

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatL'accusa
«Mio fratello pestato in cella»: la denuncia della sorella dell'andriese Filippo Griner

«Mio fratello pestato in cella»: la denuncia della sorella dell'andriese Filippo Griner

 
Potenzaregione basilicata
Potenza, manca il numero legale, sciolta riunione del consiglio regionale

Potenza, manca il numero legale, sciolta riunione del consiglio regionale

 
FoggiaL'intervento
San Severo, riprende la raccolta rifuti dopo l'incendio dei mezzi della Buttol

San Severo, riprende la raccolta rifuti dopo l'incendio dei mezzi della Buttol

 
HomeIl giallo
Bari, recuperato in mare il cadavere di una donna: forse un suicidio

Bari, recuperato in mare il cadavere di una donna: forse un suicidio (FOTO)

 
TarantoIl caso
Omicidio in sala giochi: 3 condanne a 30 anni a Taranto

Omicidio in sala giochi: 3 condanne a 30 anni a Taranto

 
BrindisiIl salvataggio
Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

Brindisi, cucciolo di foca spiaggiato a Torre San Gennaro: ha bisogno di cure

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 
LecceNel centro storico
Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

 

i più letti

il siderurgico

Mittal, Fim: «Martedì a Roma contro esuberi». Stop anche ai servizi in appalto

Prisciano, proposta azienda non tutela né salute né lavoro

Ilva

TARANTO - «La proposta dell’azienda non tutela né l’ambiente né la salute dentro e fuori la fabbrica, né il lavoro. ArcelorMittal non può organizzare le sue strategie industriali scaricando ogni conseguenza sui lavoratori e sulla città». Lo sottolinea il segretario generale aggiunto della Fim Cisl Taranto-Brindisi, Biagio Prisciano, aggiungendo che «quanto presentato dall’Ad Lucia Morselli al Mise rappresenta un preoccupante ritorno al passato. Martedì saremo a Roma per respingere gli esuberi del nuovo piano industriale, un piano che per noi è inaccettabile».
Secondo Prisciano, «resta vincolante l’accordo siglato al Mise il 6 settembre 2018. Quell'accordo è esistente ed è valido». «Tra l’altro - aggiunge - ricordiamo al Governo, garante di quell'intesa, che dopo una lunga ed estenuante trattativa abbiamo siglato quell'intesa poiché non produceva esuberi, e incideva sul risanamento della fabbrica con gli interventi e gli investimenti necessari».
Quanto all’avvio della proroga della Cigo per altre 13 settimane chiesta dalla multinazionale per un numero massimo di 1.273 dipendenti, Prisciano fa presente che «i sindacati sin dall’inizio non hanno condiviso la procedura perché penalizza ancora una volta i lavoratori, e l’azienda non si è mostrata collaborativa nel garantire l’integrazione salariale».

Si mobilita anche l’indotto dei servizi in appalto che ruota intorno agli stabilimenti ex Ilva di tutta Italia contro gli esuberi: i sindacati di categoria hanno infatti proclamato per martedì 10 dicembre due azioni di sciopero di 24 ore indette da Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltrasporti per i lavoratori delle aziende in regime di appalto nel settore servizi di pulizia e servizi integrati/multiservizi e da Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs per i lavoratori addetti ai servizi di ristorazione e vigilanza.
Nel sistema esternalizzato dei servizi «complessivamente - spiegano - operano 6 mila addetti, distribuiti nei settori delle pulizie industriali, della ristorazione, della vigilanza, circa 5 mila solo nello stabilimento tarantino, oltre alle centinaia di addetti impiegati nelle attività riferite ai comparti alberghiero, distribuzione commerciale e lavanderie, riconducibili ai servizi funzionali dell’impresa».
La manifestazione dell’intero indotto dei servizi in appalto confluirà nella iniziativa unitaria di Cgil, Cisl e Uil già programmata a Roma in piazza Santi Apostoli. I sindacati esprimono «grande preoccupazione sul piano industriale presentato da ArcelorMittal» e ritengono «assolutamente prioritario lavorare congiuntamente per la realizzazione di una fabbrica ecosostenibile in Italia, che assicuri una prospettiva di serenità futura e garanzie in termini di sicurezza e salute alle migliaia di lavoratori e lavoratrici».

LE PAROLE DI BOCCIA - «Se dovessero restare così le cose, sarà inevitabile il ritorno all’amministrazione straordinaria».
Così Francesco Boccia, ministro degli Affari regionali, sull'ex Ilva. «Quando il mercato fallisce tocca allo Stato - ha affermato - Fino all’ultimo cercheremo la mediazione con Mittal, perché non esiste per nulla al mondo accettare non 4700 esuberi, ma nemmeno un solo esubero». «Hanno vinto una gara pubblica, dicendo che avrebbero mantenuto l’occupazione - ha sottolineato - se hanno sbagliato le previsioni economiche, e una multinazionale così importante, presente in tutto il mondo, che ha utili in giro per il mondo, se sbaglia le previsioni si carica il peso di quelle previsioni sbagliate». «Mi auguro - ha aggiunto - che Mittal si risieda al tavolo per costruire un piano industriale più credibile di quello che era stato presentato».
«Lo Stato c'è - ha concluso - e il Governo è disposto anche a intervenire cofinanziare eventuali interventi green che favoriscono la transizione energetica di Iva».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie