Domenica 25 Ottobre 2020 | 12:45

NEWS DALLA SEZIONE

Blitz della Polizia
Taranto, bazar dello spacco in Mar Piccolo: arrestato 18enne, aveva quasi un chilo di hahish

Taranto, bazar dello spacco in Mar Piccolo: arrestato 18enne, aveva quasi un chilo di hahish

 
L'inchiesta
Tensione Atene-Ankara, la Puglia rischia

Tensione Atene-Ankara, la Puglia rischia

 
La decisione
Covid 19 a Taranto, l'ordinanza di Melucci: «Parchi e giardini chiusi dalle 18»

Covid 19 a Taranto, l'ordinanza di Melucci: «Parchi e giardini chiusi dalle 18»

 
L'incidente
Massafra, 16enne precipita in una scarpata: salvata dai vigili del fuoco

Massafra, mentre si fa un selfie 16enne precipita in scarpata: salvata dai vigili del fuoco

 
Il caso
Calcio Taranto, tesserato positivo rinviato il derby col Casarano

Calcio Taranto, tesserato positivo rinviato il derby col Casarano

 
Il caso
Covid a Taranto, Casartigianati: «Con limite di orario le imprese muoiono»

Covid a Taranto, Casartigiani: «Con limite di orario le imprese muoiono»

 
I dati
Tumori in Puglia, nel 2019 registrati 22mila nuovi casi: a Taranto la maggiore incidenza

Tumori in Puglia, nel 2019 registrati 22mila nuovi casi: a Taranto la maggiore incidenza

 
L'iniziativa
Arcelor Mittal, Federmanager propone 2 cicli produttivi coordinati

Arcelor Mittal, Federmanager propone 2 cicli produttivi coordinati

 
controlli
Taranto, alimenti in pessimo stato: chiuso ristorante cinese

Taranto, alimenti in pessimo stato: chiuso ristorante cinese

 
«Scammer’s paradise»
Taranto, truffe milionarie: in 94 rischiano il giudizio

Taranto, truffe milionarie: in 94 rischiano il giudizio

 
pericolo contagio
Taranto, emergenza Covid: pronta ordinanza Melucci con restrizioni orarie e più controlli

Taranto, emergenza Covid: pronta ordinanza Melucci con restrizioni orarie e più controlli

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari-Catania: stadio aperto a 1000 tifosi dalle ore 18 alle 20

Bari-Catania: stadio aperto a 1000 tifosi dalle ore 18 alle 20

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiaemergenza Covid
Foggia, Polizia locale: sanzioni in arrivo per chi segnale falsi assembramenti

Foggia, Polizia locale: sanzioni in arrivo per chi segnala falsi assembramenti

 
PotenzaLa decisione
Potenza. concorso Arpab: rinviate le prove preselettive

Potenza, concorso Arpab: rinviate le prove preselettive

 
Batla scorsa notte
Trani, scontro tra auto, una vola dal parapetto: solo danni

Trani, scontro tra auto, una vola dal parapetto: solo danni

 
Lecceopera «invasiva»
Tap, sindaco Lecce prende posizione: ««Chiederò al Governoi ristori per il gasdotto»

Tap, sindaco Lecce prende posizione: «Chiederò al Governo ristori per gasdotto»

 
Barila manifestazione
Bari, chiusure anticipate locali in arrivo: protestano davanti Prefettura

Bari, chiusure anticipate locali in arrivo: protestano davanti Prefettura Ft

 
Brindisitragedia
Ostuni, scontro tra moto sulla Brindisi-Bari: muore 45enne, ferito l'altro motociclista

Ostuni, scontro tra moto sulla Brindisi-Bari: muore 45enne, ferito l'altro motociclista

 
TarantoBlitz della Polizia
Taranto, bazar dello spacco in Mar Piccolo: arrestato 18enne, aveva quasi un chilo di hahish

Taranto, bazar dello spacco in Mar Piccolo: arrestato 18enne, aveva quasi un chilo di hahish

 
MateraControlli dei CC
Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

 

i più letti

I nodi dell'acciaio

Ex Ilva, si decide il futuro: vertice oggi al Mise. Mittal insiste con 5mila esuberi

Il governo affida a Caio (Saipem) il ruolo di negoziatore

Conte: «Mittal chiede 5000 esuberi, inaccettabile». Governo disponibile a discutere immunità

TARANTO - Un dirigente di «comprovato valore» che ha «la capacità di trattare nel pieno interesse dello Stato» e questo «potrebbe essere utile al Paese». È piena l’investitura del ministro allo Sviluppo Economico Stefano Patuanelli al presidente di Saipem Francesco Caio quale negoziatore con ArcelorMittal per la rimodulazione del piano industriale della multinazionale affittuaria del siderurgico di Taranto. Il manager lunedì scorso ha partecipato quale consulente del governo nella trattativa che dovrà portare a un accordo per evitare che il contenzioso sia definito nelle aule di tribunale.
Sul tavolo, stando a quanto risulta alla Gazzetta, ci sono due proposte, anzi due visioni. La prima è quella di ArcelorMittal, la multinazionale che da poco più di un anno gestisce il complesso aziendale Ilva. Le indiscrezioni parlano di una produzione da 4 milioni di tonnellate di acciaio l’anno con due altiforni tradizionali in attesa dell’installazione di un forno elettrico alimentato a preridotto. A presentare il piano sono stati l’amministratore delegato italiano Lucia Morselli, insieme all’amministratore delegato ArcelorMittal Europa Geert Van Poelvoorde e il responsabile della fusioni e acquisizioni di ArcelorMittal Ondra Otradovec. La delegazione era accompagnata dall’avvocato Franco Gianni, uno dei fondatori dello studio Gop che ha seguito sinora Ami in Italia e che sembrava fosse stato messo da parte dalla Morselli. La piattaforma di ArcelorMittal, inoltre, prevederebbe il ripristino delle tutele penali, 5000 esuberi, il dimezzamento del fitto (pari ora a 15 milioni di euro) e anche del prezzo d’acquisto (pattuito in 1,8 miliardi di euro).

Di tutt’altro segno la proposta dei commissari straordinari dell’Ilva Francesco Ardito, Alessandro Danovi e Antonio Lupo che con il direttore generale Claudio Sforza - in predicato di fare l’amministratore delegato, con Francesco Caio presidente, dell’eventuale newco se la trattativa con i francoindiani dovesse fallire - puntano a conservare il target dei 6 milioni di tonnellate d’acciaio liquide all’anno dal siderurgico di Taranto, puntando ad un mix impiantistico composto da due forni elettrici e da due forni a gas da un milione di tonnellate ciascuno e da un altoforno tradizione alimentato a carbone ma con il massiccio di nuove tecnologie meno impattanti sull’ambiente. Questa ipotesi prevede ovviamente il coinvolgimento di aziende partecipate dallo Stato come Snam, Saipem e Fincantieri, con una presenza di ArcelorMittal non più totalizzante nel capitale sociale.
Sono due le emergenze più immediate. La prima è legata ai destini dell’altoforno 2, per il quale entro il 13 dicembre la magistratura tarantina deciderà se prolungare o meno la facoltà d’uso che malgrado il sequestro dura ormai dal giugno 2015. La seconda, invece, riguarda il fronte occupazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie