Mercoledì 24 Ottobre 2018 | 05:41

NEWS DALLA SEZIONE

Durante un'esercitazione
Taranto, botto e fumo da nave militare straniera: «manutenzione»

Taranto, botto e fumo da nave militare straniera: «manutenzione»

 
Il caso
Taranto, genitore di due bimbi ha la tubercolosi, Asl escude rischi a scuola

Taranto, genitore di due bimbi ha la tubercolosi, Asl escude rischi a scuola

 
Dopo due anni di indagini
Taranto, contrabbandavano gasolio agricolo: in 7 ai domiciliari

Taranto, contrabbandavano gasolio: 7 arresti, sequestrati 55 mln beni

 
A Taranto
Spacciavano calando la droga dal balcone: arrestati padre e figlio

Spacciavano calando la droga dal balcone: arrestati padre e figlio

 
Il dissesto
Taranto, per l’Osl scatta ora il conto alla rovescia

Taranto, per l’Osl scatta ora il conto alla rovescia

 
Il responso di Bruxelles
Ilva, immunità ai gestori: arriva l’altolà dell’Ue

Ilva, immunità ai gestori: arriva l’altolà dell’Ue

 
A Taranto
Tornelli rotti all'Ilva: venerdì scatta lo sciopero per i lavoratori dell'appalto

Tornelli rotti all'Ilva: venerdì scatta lo sciopero per i lavoratori dell'appalto

 
La città delle ceramiche
Grottaglie nuova Città Europea dello Sport 2020, Emiliano: «Ok gioco di squadra»

Grottaglie nuova Città Europea dello Sport 2020, Emiliano: «Ok gioco di squadra»

 
La classifica
Taranto poco smart: al 120esimo posto per vivibilità

Taranto poco smart: al 102esimo posto per vivibilità

 
Nella città vecchia
Taranto, nel ristorante di pescel'energia elettrica era... a sbafo

Taranto, nel ristorante di pesce
l'energia elettrica era... a sbafo

 
Scoperta dal Noe di Lecce
Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Centrosinistra al voto

Elezioni provinciali a Taranto
Melucci: Emiliano fuori dalla sfida

Il sindaco: non penso che si schieri, nel 2020 si vota

Elezioni provinciali a TarantoMelucci: Emiliano fuori dalla sfida

«Michele Emiliano? No, non penso che si schiererà in queste elezioni provinciali. Al 2020, anno in cui si terranno le regionali, manca ancora tempo e immagino che per evitare delle ripercussioni, non voglia così marcatamente intervenire». Rinaldo Melucci, sindaco di Taranto, risponde così alla domanda sul ruolo del presidente della Regione nella corsa per la Provincia del 31 ottobre.

Il primo cittadino, candidato del centrosinistra alle provinciali, calibra bene le parole. Le misura, le pesa. Non alimenta le scintille che si insinuano sotto la cenere di uno scontro che, invece, sembra essersi già, nei fatti, consumato. Ma, in realtà, Melucci non affonda il colpo. Anzi, annuncia che «per altri motivi, presto vorrei incontrare il presidente Emiliano». Ancor prima, per dirla tutta, era stato il neoassessore regionale allo Sviluppo economico, Mino Borraccino, ad assicurare che «il presidente della Regione Puglia non è contro il sindaco di Taranto». E al politico pulsanese va riconosciuto il copyright dell’affermazione «qui, da noi, c’è il primato della politica», che è poi è diventata la colonna sonora della conferenza stampa di ieri in Municipio. Quella frase, anzi quella formula, l’ha ripresa più volte nel suo intervento lo stesso Melucci.

Il sindaco di Taranto, su questo, non ha usato mezzi termini: «Non abbiamo fatto riunioni in stanze segrete con soggetti terzi, esterni, alla politica. Da noi, nel centrosinistra, si è realizzato il primato della politica. Abbiamo perso, caro Ludovico (così il sindaco di Taranto si rivolge all’ex deputato Vico presente in sala, ndr) intere serate - osserva Melucci - a discutere di programmi, di temi che interessano ai cittadini. Ci siamo interrogati - insiste - sulla necessità di spingere per la realizzazione dell’ex Regionale n. 8 o sulla realizzazione della bretella a San Basilio e ancora sulla messa in sicurezza, bonifica e poi chiusura della discarica Vergine».

Il tema dei siti in cui smaltire i rifiuti è stato, più volte, richiamato in vari interventi durante l’incontro con i giornalisti. Nuovamente Borraccino, in un passaggio successivo, definisce «assurdo» il fatto che il sindaco di Lizzano di cui «pure ho apprezzato le battaglie ambientaliste di questi ultimi anni, abbia firmato per la candidatura di Giovanni Gugliotti nonostante Melucci abbia lavorato a reperire i finanziamenti per chiudere la discarica Vergine». Il sindaco di Taranto su questo delicato punto dichiara: «Gli altri possono limitarsi, forse, a fare dei proclami. Noi, invece, abbiamo già dalla nostra parte degli atti amministrativi che dimostrano quel che abbiamo realizzato. Leggo che non si dovrebbe essere integralisti e, invece, al contrario ritengo che su queste determinate questioni che riguardano la vita e la salute duei cittadini di questi comuni - sottolinea il sindaco di Taranto - lo si debba essere».

E sempre sugli aspetti amministrativi, nel suo intervento, il sindaco di Martina Franca, Franco Ancona, ha sottolinea «l’importanza di avere come presidente della Provincia il sindaco della città capoluogo. Lo può fare, anzi lo deve fare. Noi tutti, partendo da Martina, abbiamo bisogno di un capoluogo forte che ci sappia guidare in progetti di sviluppo sul modello dell’Area Vasta che proprio il sindaco Melucci ha riattivato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400