Lunedì 08 Agosto 2022 | 12:42

In Puglia e Basilicata

SERIE B

Bari, suggestione Puscas per costruire una coppia d'attacco top

Bari, suggestione Puscas per costruire una coppia d'attacco top

George Puscas con la maglia del Pisa: il Bari lo rivuole alla sua corte

La missione di Polito su due fronti: pressing per Moncini e offerta al rumeno per battere la concorrenza di Pisa e Genoa

27 Giugno 2022

Davide Lattanzi

BARI - Più di un’idea: un vero e proprio blitz. Dopo aver avviato una trattativa concretissima per Michael Folorunsho, il Bari pensa ad un altro, suggestivo, ritorno: George Puscas. Il 26enne rumeno, appena ventenne, aveva militato in biancorosso nel 2015-16 arrivando in prestito dall’Inter (doveva aveva svolto l’intera trafila nel settore giovanile), collezionando 17 presenze e cinque reti. Da allora, l’attaccante rumeno è notevolmente cresciuto: ha conquistato una promozione dalla B alla A a Benevento, è tornato in B realizzando 18 reti in una stagione e mezza trascorsa tra Novara e Palermo, quindi ha investito su di lui il Reading che lo ha acquistato a titolo definitivo facendogli sottoscrivere un contratto quinquennale: dopo due stagioni e mezza nella Championship (la serie B inglese), il richiamo dell’Italia è stato irresistibile ed è passato in prestito al Pisa disputando una seconda parte di stagione eccellente, con sette reti in 15 gare. I toscani, infatti, vorrebbero acquistarlo dal club inglese, così come è forte l’interesse del Genoa. Ma proprio qui, arriva l’offensiva di Ciro Polito.

Una coppia da sogno

Fa sul serio il direttore sportivo biancorosso che negli ultimi giorni ha già concluso un affare con un club britannico, prelevando a titolo definitivo il portiere Elia Caprile dal Leeds. I dialoghi per Puscas sono diventati costanti nelle ultime ore, al punto che il Bari sarebbe addirittura in corsia di sorpasso sull’agguerrita concorrenza. Ci sarebbe da effettuare un investimento: il Reading vorrebbe cederlo a titolo definitivo. Ma ne varrebbe la pena: Puscas è nel pieno della carriera e per caratteristiche sarebbe la punta ideale per il 4-3-1-2 di Michele Mignani. Potente sul piano fisico, opportunista, veloce, abile ad attaccare gli spazi, ma anche dotato di un buon dribbling sul breve, abbina pure buone doti nel gioco aereo. Non solo: sul piano dell’ingaggio, sarebbe in linea con i parametri cercati dai Galletti. Comporrebbe con Gabriele Moncini un tandem offensivo giovane, dinamico, in grado di non dare riferimenti all’avversario. Acquisendoli insieme, il Bari si garantirebbe una coppia di punte ideale per il presente, ma anche di grande prospettiva. Un progetto ambizioso, anche se di non facile realizzazione poiché servirebbe uno sforzo economico notevole, nonché un’azione rapida. Su Moncini, infatti, sta montando la concorrenza: il Benevento (proprietario del cartellino del 26enne pistoiese) sta valutando la proposta biancorossa, ma stenta a sciogliere le riserve, probabilmente in attesa di offerte migliori. Perugia e Modena, in tal senso, sono in agguato.

Quel traguardo sfiorato

A Bari Puscas segnò quattro gol nella stagione regolare 2015-16, il secondo anno di presidenza di Gianluca Paparesta. Era un’alternativa di un attacco stellare che comprendeva Maniero, De Luca, Rosina e Sansone. Eppure, il ragazzo proveniente dall’Inter emerse nel girone del ritorno mettendo a segno una doppietta contro la Ternana e timbrando contro Como e Brescia, portando in cassa nove punti. Quindi, nello storico e rocambolesco playoff contro il Novara, subentrò a Riccardo Maniero e fu tra i protagonisti di una straordinaria rimonta da 0-3 a 3-3, realizzando una rete e provocando il penalty segnato da Rosina. Un’impresa inutile perché ai tempi supplementari i piemontesi segnarono il 3-4 che eliminò i Galletti dalla corsa alla serie A. Fu l’inizio della fine della Fc Bari 1908, poi affossata dal biennio targato Giancaspro. Puscas ora tornerebbe da protagonista, da calciatore ormai affermato, nonché da punto fermo della nazionale rumena. Potrebbe essere tra i trascinatori di quell’obiettivo chiamato serie A, svanito in modo beffardo alla sua prima esperienza in Puglia.

Altre trattative

Manca solo l’ufficialità per l’arrivo del terzino franco-algerino Mehdi Dorval (21 anni) dall’Audace Cerignola, del difensore centrale Marco Bosisio (20 anni, tesserato a parametro zero dopo lo svincolo dal Milan), del portiere Elia Caprile (21 anni) dal Leeds, nonché del ritorno di Walid Cheddira dal Parma. Stallo per Alessandro Mallamo: se con l’Atalanta non si troverà l’accordo per il trasferimento a titolo definitivo, si procederà al rinnovo del prestito. Vicini, invece, gli accordi con il Napoli per il centrocampista Michael Folorunsho e con la Spal per Francesco Vicari, balzato in pole position per rinforzare la retroguardia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725