Martedì 18 Dicembre 2018 | 15:52

NEWS DALLA SEZIONE

PESISTICA
Ai campionati italiani assolutila Puglia fa il pieno di medaglie

Ai campionati italiani assoluti
la Puglia fa il pieno di medaglie

 
IL BILANCIO
Cus Bari, tante novità sotto l'albero di NataleE ad aprile arriva la coppa Campioni di vela

Cus Bari, tante novità sotto l'albero di Natale
E ad aprile arriva la coppa Campioni di vela

 
Pallavolo
Pvg Bari: seconda vittoria per le ragazze contro la Ferraro Lamezia

Pvg Bari: seconda vittoria per le ragazze contro la Ferraro Lamezia

 
Basket
Brindisi, Clark infortunato: Venezia batte Happy Casa 70-59

Brindisi, Clark infortunato: Venezia batte Happy Casa 70-59

 
LA MANIFESTAZIONE
La festa dello sport pugliesecol Gran Galà del Coni

La festa dello sport pugliese
col Gran Galà del Coni

 
Non solo miglior difesa
Tutti i record del Bari di Cornacchini

Tutti i record del Bari di Cornacchini

 
LA PRIMA EDIZIONE
Tennis, arriva in Puglia la «Nicolaus Cup Under 12»

Tennis, arriva in Puglia la «Nicolaus Cup Under 12»

 
Infrastrutture
Bari, manutenzione dello Stadio San Nicola: lavori per un mln e 970mila euro

Bari, manutenzione al San Nicola: lavori per circa 2 milioni di euro

 
LA GARA
La magia del ciclocross incanta GallipoliFesta Puglia con De Feudis, Carrer e Loconsolo

La magia del ciclocross incanta Gallipoli
Festa Puglia con De Feudis, Carrer e Loconsolo

 
L'APPUNTAMENTO
Gran Galà del Coni a Barimartedì cerimonia in Aeroporto

Gran Galà del Coni a Bari, martedì cerimonia in Aeroporto

 
L'ex allenatore
Foggia, clan imposero calciatori Foggia. Ombre su De Zerbi

Foggia, clan imposero calciatori. Ombre su De Zerbi: non denunciò

 

GDM.TV

L'ex allenatore

Foggia, clan imposero calciatori. Ombre su De Zerbi: non denunciò

La DDa: l'attuale mister del Sassuolo non denunciò quando era nel Foggia le pressioni della malavita

Foggia, clan imposero calciatori Foggia. Ombre su De Zerbi

Gli ex dirigenti del Foggia calcio, il ds Giuseppe di Bari e il tecnico Roberto de Zerbi (ora mister del Sassuolo in A), «lungi da denunciare, come dovrebbe fare ogni vittima di estorsione, hanno preferito in maniera pavida accettare supinamente le richieste formulate, abiurando anche a quei valori di lealtà e correttezza sportiva che dovrebbe ispirare la loro condotta». E’ quanto emerge dagli atti sulla mafia foggiana: i clan avrebbero imposto alla società l’ingaggio di 2 giocatori, tra cui il figlio di un boss.

L’imposizione subita anche da mister de Zerbi da parte dei clan mafiosi foggiani è contenuta nel provvedimento del gip del Tribunale di Bari Francesco Agnino che ha portato all’arresto per mafia di 30 affliati a diverse "batterie» della «Società Foggiana».

Le indagini della Dda di Bari hanno rivelato che tra il 2015 e il 2016 i clan foggiani avrebbero imposto l’ingaggio di due giocatori, «pur non dotati di qualità sportive significative": Antonio Bruno, figlio del defunto boss Rodolfo, e Luca Pompilio, che da subito fu dato in prestito al Melfi (Potenza) dove gioca tuttora. Il pregiudicato Francesco Pesante, tra i destinatari della misura cautelare, avrebbe detto direttamente al figlio dell’ex presidente della società calcistica, Antonio Sannella (suo padre Fedele è stato arrestato nei mesi scorsi per riciclaggio), «vengo giù agli spogliatoi e prendi un sacco di botte, ti do forte». Gli indagati potevano «contare - aggiunge il giudice - anche dell’appoggio della tifoseria foggiana e, più in generale, degli sportivi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400