Lunedì 08 Agosto 2022 | 08:52

In Puglia e Basilicata

opere pubbliche

Cantieri infiniti sulla Potenza-Melfi: è un percorso a ostacoli

Lavori infiniti sulla Potenza Melfi

Sul sito dell'Anas un altro capitolo della viabilità lucana da incubo

01 Luglio 2022

Giovanna Laguardia

POTENZA -  Cantieri infiniti: il transito sulla strada statale 658 Potenza-Melfi resta una corsa a ostacoli. E se la scorsa primavera ha riaperto al traffico la galleria di San Nicola di Pietragalla, i disagi per gli automobilisti non sono certo finiti.

Sulla pagina «Lavori in corso» del sito internet Anas (non così aggiornato come sarebbe auspicabile) si contano da Potenza a Melfi una decina di cantieri. In una zona particolarmente nevralgica è quello nei pressi dello svincolo di San Nicola di Pietragalla, regolato da semafori. Un’area particolarmente trafficata sia per la vicinanza al capoluogo di regione, sia per la presenza di un’area artigianale. L’impianto semaforico, per di più, non sempre basta a frenare le intemperanze degli automobilisti. E così capita a volte di assistere a scene surreali: da un lato chi è in coda ed attende impaziente di poter riprendere il viaggio, dall’altro chi, pur avendo il via libera, si ferma a salutare l’amico nella corsia opposta, ostacolando anche chi ha il verde.

I lavori per ampliare alcuni tratti della sede stradale della Potenza-Melfi sono un tormentone per i lucani fin da prima del 2015. L’opera, pur ritenuta da tutti di importanza strategica, tra fallimenti e cambi di appalto, sta andando avanti a singhiozzo. Una prima svolta per l’intricata vicenda è arrivata a luglio del 2018, quando i lavori sono ripresi a seguito del subentro dell’impresa Aleandri di Bari alla Tecnis, prima aggiudicataria dell’opera. Nel 2020 l’Anas ha pubblicato un secondo bando per il potenziamento della statale 658 fino al chilometro 48. Nel frattempo sull’arteria, che nel corso degli anni ha acquisito la nomea di “strada della morte” per i tanti incidenti di cui è stata teatro, è stato avviato anche un processo di ispezione e manutenzione dei viadotti.

Insomma, il percorso verso l’ammodernamento della statale, con l’allargamento della sede stradale e la realizzazione di corsie aggiuntive per i veicoli lenti, è ancora di là dal concludersi. Nè il sito dell’Anas offre qualche certezza in merito. Alla voce “Ultimazione prevista” è scritto: «Il termine dei lavori è in corso di ridefinizione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725