Lunedì 08 Agosto 2022 | 13:31

In Puglia e Basilicata

Il caso

Aggredì con un coltello da macellaio un barista di Potenza: allontanato

Daspo

Il «daspo urbano» di due anni gli impedirà di entrare in qualsiasi locale pubblico

29 Giugno 2022

Redazione online

POTENZA - Un uomo di Pignola (Potenza) ha ricevuto dalla Polizia un «daspo urbano» di due anni per aver aggredito e minacciato il titolare di un bar di di Potenza, la sera del 30 maggio scorso. L’uomo  cercò di colpirlo con un «grosso coltello da macellaio» che aveva nel giubbotto, senza riuscirci: altri tentativi di colpirlo sono avvenuti fuori dal bar. Il questore ha deciso che il violento non potrà più accedere ai locali pubblici, anche notturni, di Potenza, per due anni.

Altri due anni di «daspo urbano» per i bar di Melfi (Potenza), per un uomo che, il 22 maggio, aveva ricevuto da un commerciante ambulante una bandierina, rifiutandosi però di pagare i dieci euro richiesti. Il commerciante, di oltre 65 anni di età, fu colpito con un calcio e un pugno al viso: un pugno al viso raggiunse anche il figlio, intervenuto in difesa del padre.

Fra maggio e giugno, il questore di Potenza ha emesso sette divieti di assistere a manifestazioni sportive a carico di persone coinvolte in episodi violenti avvenuti durante tre partite di calcio: Rotonda-Francavilla (Serie D), Marmo Platano-Angelo Cristofaro (Promozione) e Atletico Tito-Atletico Ruoti (Seconda categoria). Nel primo caso è stato emesso un daspo per un periodo fra due e cinque anni per cinque sostenitori del Rotonda; due anni di daspo ad un uomo per i «gravi disordini» avvenuti dopo Marmo-Platano-Angelo Cristofaro; un anno di daspo, infine, per l’allenatore dell’Atletico Tito, che aggredì fisicamente il tecnico della squadra ospite, «colpendolo con una testata al viso» e causandogli una prognosi di 21 giorni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725