Lunedì 19 Aprile 2021 | 05:55

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

 
controlli dei CC
Provincia Potenza al setaccio: 13 denunciati e sequestrati sei coltelli

Provincia Potenza al setaccio: 13 denunciati e sequestrati sei coltelli

 
dati regionali
Covid in Basilicata, cresce curva contagi (+219) e tasso positività (12,8%): un altro decesso

Covid in Basilicata, cresce curva contagi (+219) e tasso positività (12,8%): un altro decesso

 
L'annuncio
Vaccini anti Covid, fase 2 «modello Basilicata»: medici base somministreranno dosi AstraZeneca

Vaccini anti Covid, fase 2 «modello Basilicata»: medici base somministreranno dosi AstraZeneca

 
L'intervento
Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «No si perda neanche un posto di lavoro»

Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «Non si perda neanche un posto di lavoro»

 
Economia
Bardi: «Con Recovery Fund ridurre divario fra Nord e Sud»

Bardi: «Con Recovery Fund ridurre divario fra Nord e Sud»

 
L'intervento
Lauria, ladri di computer in azione in centro commerciale: due in manette

Lauria, ladri di computer in azione in centro commerciale: due in manette

 
Il caso
Dalla Basilicata al Belgio, non sale sull'aereo per «tampone indefinito»

Dalla Basilicata al Belgio, non sale sull'aereo per «tampone indefinito»

 
la preoccupazione
Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

Melfi, confronto Stellantis: «Ridurre sprechi ma non occupazione»

 
L'annuncio
Basilicata, danni maltempo. «Faremo il possibile per gli agricoltori. Sollecitato il ministro»

Basilicata, danni maltempo. «Faremo il possibile per agricoltori. Sollecitato il ministro»

 
Val d'Agri
tempa rossa

Petrolio, verso un nuovo accordo tra Basilicata ed Eni

 

Il Biancorosso

Serie c
Calcio Bari, Carrera: con Palermo buona prestazione di carattere

Calcio Bari, Carrera: con Palermo buona prestazione di carattere

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariMaltempo
Primavera tardiva, in arrivo piogge e temporali su Bari e provincia

Primavera tardiva, in arrivo piogge e temporali su Bari e provincia

 
TarantoIl caso
Taranto, boom di vaccinazioni al Centro Commerciale Portale dello Ionio: tutti con AstraZeneca

Taranto, boom di vaccinazioni al Centro Commerciale Porta dello Ionio: tutti con AstraZeneca

 
LecceIl caso
Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

 
BatIl caso
L'allarme del procuratore Nitti: «La Bat è preda delle mafie»

L'allarme del procuratore Nitti: «La Bat è preda delle mafie»

 
MateraIl virus
Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

 
PotenzaIl caso
Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

 
FoggiaIl caso
Foggia, accoltellato nel ghetto: 3 ferite di striscio a petto, il giovane se la caverà

Foggia, accoltellato nel ghetto: 3 ferite di striscio a petto, il giovane se la caverà

 
BrindisiIl caso
Brindisi, il rush finaledei 5 candidati sindaco

Pressioni su ex dirigente del Comune: indagato il sindaco di Brindisi

 

i più letti

Ferrovie

Il museo Fal attende l’arrivo dell'«Emmina»

Andrà sul binario vicino al locomotore restaurato del 1930 nel nuovo terminal Gallitello

Il museo Fal attende l’arrivo dell'«Emmina»

foto Tony Vece

POTENZA  - Tre giorni fa la denuncia della Gazzetta dell’abbandono a Potenza Inferiore Scalo Fal di un vecchia automotrice M1.11 “Emmina”, Livrea verde costruita nel 1934 da Carminati & Toselli e Ranieri e poi trasformata in furgone. Il giorno dopo, come riportato sul nostro giornale, il mezzo in questione è stato portato via. Sui binari delle vecchie Calabro-Lucane di storia ne è passata e quella che raccontano vecchie carrozze e motrici è un patrimonio da non perdere. Ne sono fortemente convinti i vertici delle Ferrovie Appulo Lucane (Fal). «Non era stata abbandonata. C’era già un progetto di recupero. Il vettore, che era già in sicurezza, è stato trasferito al deposito di Matera a Serra Rifusa dove sarà restaurato». Un percorso di tutela già avviato da tempo. «Non abbiamo immaginato solo la ristrutturazione di alcuni cimeli esposti nelle teche delle nostre stazioni - spiega il presidente delle Fal, Rosario Almiento - ma prima di tutto uno spazio dove accoglierli. Non una semplice stazione ma un Terminal che non solo esaltasse l’architettura industriale degli anni Sessanta-Settanta, ma la stessa anima dell’azienda. Le Fal da anni, compatibilmente con le risorse finanziarie aziendali, hanno avviato un percorso di tutela di materiale rotabile di interesse storico, nell’intento di preservarlo anche in funzione del legame con il territorio».

E la Gazzetta, con il fotoreporter Tony Vece è entrata nel cantiere del terminal Gallitello. Uno spazio di circa mille mq dove è già pronto il secondo binario per l’automotrice «Emmina», proprio a fianco della locomotiva a vapore Cemsa, Fcl 421, già esposta, costruita dalla Società per costruzioni elettromeccaniche Saronno nel 1930. Ormai prossimo al taglio del nastro, il terminal è stato realizzato con un finanziamento aziendale di 1 milione di euro nell’ambito del contratto di servizio con la Regione Basilicata, proprio dove c’erano le antiche Officine delle ex Calabro-Lucane, le cui fosse sono state recuperate e messe alla luce con coperture in plexiglass. «Diventerà la porta della mobilità della città di Potenza - ha spiegato il Direttore Generale delle Fal, Matteo Colamussi - . Una stazione metropolitana green di una potenzialità straordinaria. L’ampio e moderno parcheggio, dotato anche di rastrelliere per le biciclette, sarà il luogo di scambio del percorso metropolitano: auto, bus, treno.

Sta per partire il bando per la gestione di un bar al suo interno. Non sarà solo una caffetteria, ma una sala convegni, un luogo di incontro, un contenitore culturale a cielo aperto. Quando lo abbiamo immaginato - spiega Colamussi - non abbiamo pensato a un museo ma a un contenitore industriale con un’anima. Si deve immaginare l’odore del ferro, del grasso, del lavoro di un’officina. Solo se vissute le stazioni sono realmente preservate. Abbiamo voluto creare prima il luogo e poi riempirlo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie