Sabato 27 Febbraio 2021 | 23:39

NEWS DALLA SEZIONE

Coronavirus
«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

 
I dati
Covid, i colori delle regioni: Basilicata è rossa, Puglia resta gialla. Teatri e cinema riaprono il 27/3

Covid, i colori delle regioni: Basilicata è rossa, Puglia resta gialla. Teatri e cinema riaprono il 27/3

 
Il virus
Covid, positivo il vescovo di Lagonegro ma sta bene

Covid, positivo il vescovo di Lagonegro ma sta bene

 
Il bollettino
Covid Basilicata, 90 positivi ( su 1.085 tamponi) e nessun decesso

Covid Basilicata, 90 positivi ( su 1.085 tamponi) e nessun decesso

 
L'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
Serie C
Troppi casi di Covid nella Cavese: rinviata gara col Potenza

Troppi casi di Covid nella Cavese: rinviata gara col Potenza

 
Il caso
Potenza, furti nei supermercati: foglio di via per tre romeni

Potenza, furti nei supermercati: foglio di via per tre romeni

 
la richiesta
Basilicata, Bardi incontra Brunetta: «La Regione sia protagonista in vista del del Recovery fund»

Basilicata, Bardi incontra Brunetta: «La Regione sia protagonista in vista del del Recovery fund»

 
dati regionali
Covid in Basilicata, crescono contagi (+169) su 1386 test: nessun decesso, indice positività schizza al 12%

Covid in Basilicata, crescono contagi (+169) su 1386 test: nessun decesso, indice positività schizza al 12%

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaTragedia sfiorata
Auto esce di strada tra Foggia e Manfredonia e si ribalta: due persone ferite

Auto esce di strada tra Foggia e Manfredonia e si ribalta: 2 persone ferite

 
Leccel'aggressione
Cannole, bambina azzannata alla gola da un cane: ricoverata in codice rosso

Cannole, bambina azzannata alla gola da un cane: ricoverata in codice rosso

 
PotenzaCoronavirus
«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

 
TarantoIl caso
Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

 
BatL'episodio
Trani, a fuoco portone del sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

Trani, a fuoco portone sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

 
Covid news h 24Lotta al virus
Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

 
BrindisiIl ricordo
Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

 

La novità

Basilicata, il boom dei «Nutella Biscuits: Ferrero investe su Balvano

Verso il raddoppio della produzione: previste 68 nuove assunzioni entro il 2024

Balvano, la fabbrica dei desideri: gli introvabili Nutella Biscuits nascono in Basilicata

POTENZA - Arriva l’accordo per raddoppiare la produzione nello stabilimento «Ferrero» di Balvano. Accordo che inevitabilmente porterà anche nuovi posti di lavoro. L’impianto industriale, splendida realtà lucana, nato sulle macerie del tragico terremoto del 1980, è tra i pochi a non aver conosciuto crisi, inanellando continui successi sia in termini di produzione (l’ultimo fiore all’occhiello sono i «Nutella Biscuits») che di occupazione.

Trend positivo del colosso mondiale dei dolciumi destinato a proseguire con la firma del ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli sull’accordo di sviluppo tra il Mise, Regione Basilicata, Invitalia e Ferrero. L’ intesa è finalizzata a sostenere gli investimenti dell’azienda piemontese nello stabilimento lucano. Si prevede uno stanziamento di risorse dal Ministero di 15 milioni di euro, a cui si aggiungono 2 milioni a carico della Regione Basilicata, e un impatto occupazionale del progetto quantificato in un incremento di 68 unità lavorative, con un organico a regime nel 2024 di 518 addetti. Lo ha reso noto il sottosegretario al Mise, Mirella Liuzzi. Va pure detto che la proposta progettuale presentata dall’azienda di Alba, che prevede un investimento complessivo per 86 milioni e il raddoppio della produzione attuale grazie a una nuova linea di macchinari innovativi, è risultata coerente con i requisiti previsti dalla normativa sui contratti di sviluppo che rappresentano il principale strumento agevolativo dedicato al sostegno di programmi di investimento produttivi strategici ed innovativi di grandi dimensioni.

Secondo il sottosegretario Liuzzi, «si tratta di un investimento di fondamentale importanza e di lungimirante prospettiva per il territorio lucano in grado di esercitare un impatto significativo sul fronte della crescita occupazionale e della competitività». «Il progetto dell’azienda piemontese - ha concluso Liuzzi- è stato riconosciuto di particolare rilevanza strategica in relazione al contesto territoriale e al sistema produttivo grazie anche alla coerenza con gli investimenti previsti dal Piano nazionale Industria 4.0 promosso del Ministero oltre che per la rilevante presenza sui mercati esteri».
Anche la Regione Basilicata ha salutato con soddisfazione la firma di Patuanelli. Difatti darà seguito al decreto a firma del ministro dello sviluppo economico, con l’approvazione di una deliberazione che autorizza il «Contratto di sviluppo Ferrero», giudicando il programma di sviluppo di particolare rilevanza strategica in relazione al contesto territoriale e al sistema produttivo interessato. La nuova proposta di contratto di sviluppo, articolata in un unico progetto di investimento, prevede ulteriori e differenti investimenti sempre all’interno dello stabilimento di Balvano, con interventi volti a implementare un’ulteriore nuova linea di produzione dei «Nutella Biscuits» per conseguire il raddoppio della produzione. In questo modo si cercherà di soddisfare la maggiore domanda del mercato e rafforzare la presenza di questo prodotto anche sui mercati esteri (le produzioni sono rivolte per oltre il 50% al mercato extra-nazionale).
La Ferrero è oggi una grande realtà in Basilicata. Il suo radicamento con il territorio di Balvano è sotto gli occhi di tutti. E con l’incremento della produzione di uno dei prodotti di punta, dimostra come ci tenga a questa terra. Tornando al sisma del 23 novembre 1980 a Balvano alle 19.34 venne giù tutto. Nel crollo della chiesa morirono in 77, molti bambini. In Basilicata scesero a piangere Papa Wojtyla e Sandro Pertini. E poi aiuti internazionali, volontari, medici, soldati. E quando andarono via arrivarono i soldi. La legge 219/81 individuò Balvano per un esperimento di industrializzazione. E quell’industria di dolciumi si è rivelata più che vincente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie