Mercoledì 22 Settembre 2021 | 10:02

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Petrolio lucano

Tempa Rossa, incontro tra Bardi e Confindustria: «Obiettivo è sviluppo»

La riunione - ha sottolineato l’organizzazione degli imprenditori - ha portato al superamento delle «divergenze che si erano venute a creare sull'approvazione dell’intesa Tempa Rossa»

tempa rossa

POTENZA - «Concertazione e condivisione con tutti» da una parte, «piena disponibilità al dialogo per uno sviluppo duraturo» dall’altra: sono le conclusioni del presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, e di Confindustria Basilicata, riassunte al termine di un incontro che si è svolto oggi, a Potenza.

La riunione - ha sottolineato l’organizzazione degli imprenditori - ha portato al superamento delle «divergenze che si erano venute a creare sull'approvazione dell’intesa Tempa Rossa», mentre la giunta regionale ha annunciato che «la Regione pianificherà, a breve, una riunione sul patto sul sito di Tempa Rossa e altri tavoli tematici».
Bardi (alla riunione ha partecipato anche l’assessore all’ambiente, Gianni Rosa), dal canto suo, ha sottolineato che "il governo regionale intende costruire tavoli di confronto con l'intera società lucana proprio a partire da Tempa Rossa e che non si vuole in nessun modo escludere da questa discussione Confindustria, che rappresenta una parte rilevante del mondo imprenditoriale». il presidente della Regione, ricordando le linee programmatiche della giunta, ha puntato sul «rilancio della Basilicata alla luce anche del rallentamento del ciclo economico che registra il Paese. Occorre guardare a questi dati con lucidità e con rinnovato impegno se vogliamo recuperare questa bassa crescita e neutralizzare un ciclo non certo favorevole. E’ essenziale affrontare questa sfida, per una nuova e convincente stagione di sviluppo, con la più ampia collaborazione e con un più forte dialogo con tutti i corpi intermedi che compongono la nostra Regione. Va bene la concertazione ma dobbiamo saper distinguere ruoli e responsabilità», per raggiungere - ha spiegato, in una nota diffusa dall’ufficio stampa della giunta regionale - attraverso l'uso dei diritti di sfruttamento del petrolio, «una crescita durevole».

Secondo Confindustria, il «presupposto condiviso» è «che il rilancio economico della Basilicata è l’obiettivo prioritario, da perseguire con azioni in grado di generare crescita economica, occupazionale e sociale con effetti stabili e duraturi sul territorio». Il presidente di Confindustria Basilicata, Pasquale Lorusso, parlando anche a nome del consiglio di presidenza, si è detto «soddisfatto» per i risultati dell’incontro con Bardi e ha espresso l’auspicio «che questa sia la prima di una lunga serie di interlocuzioni e che si passi subito alla piena operatività sui vari tavoli aperti attinenti ai temi dello sviluppo delle imprese e del territorio». Lorusso ha sottolineato, riguardo all’intesa su Tempa Rossa, la necessità di salvaguardare la «sostenibilità economica per le imprese lucane» e ha evidenziato la scelta condivisa di «aprire il tavolo della trasparenza previsto dall’intesa alle rappresentanze datoriali». Infine, Confindustria ha sollecitato «la necessità di sbloccare i cantieri di alcune arteria strategiche per le aree produttive, come la Potenza-Melfi e la Matera-Ferrandina», indicando il rilancio del settore edile «come priorità rispetto alla quale agire con tutti gli strumenti a disposizione». 

BARDI: RACCOGLIEREMO SUGGERIMENTI DAI SINDACI DI VAL D'AGRI - «Facciamo molto affidamento su quello che suggeriscono i sindaci, perché sono la vera espressione della comunità e vivono ogni giorno i problemi del territorio: raccoglieremo i loro suggerimenti, da portare poi avanti nel tavolo delle trattative». Lo ha detto il governatore lucano, Vito Bardi, al termine di un incontro con i sindaci dell’area della concessione Val d’Agri.

In particolare, i sindaci hanno presentato a Bardi un documento, firmato dal sindaco di Viggiano (Potenza), Amedeo Cicala, in cui si chiede «prima di tutto la tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini - ha spiegato Cicala - ma anche di un bonus gas alle aziende dell’area, di un bonus bebè, di una sede distaccata dell’Arpab e di un polo culturale in cui ci possano essere facoltà universitarie non ancora presenti in Basilicata».

«I monitoraggi ambientali - ha aggiunto Bardi - saranno ancora più puntuali e precisi di prima, perché i cittadini devono essere tranquilli su ciò che si fa, e la tutela della salute è una cosa fondamentale, come ripetiamo fin dal primo giorno del nostro insediamento. Speriamo di chiudere a breve le trattative anche con Eni».

«Ritengo che a Tempa Rossa le attività estrattive possano partire a brevissimo, già dalla prossima settimana saremo pronti».
Lo ha detto a Potenza il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, rispondendo alle domande dei giornalisti, a margine di un incontro, facendo riferimento all’inizio delle attività estrattive della concessione «Gorgoglione» della Total, e al Centro olio di Tempa Rossa.
Nell’area di Tempa Rossa la Total ha costruito un centro oli che ha richiesto un investimento pari a circa 1,5 miliardi di euro: saranno estratti 50 mila barili di petrolio al giorno. Il giacimento è considerato «ricchissimo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie