Venerdì 23 Agosto 2019 | 00:33

NEWS DALLA SEZIONE

Inquinamento
Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

 
San Carlo
Potenza, medici malati e infortunati: chiuso reparto neonatale, disposta inchiesta

Potenza, medici malati e infortunati: chiuso reparto neonatale, disposta inchiesta

 
I controlli
Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

 
Il caso
Melfi, Comune condizionato dalla criminalità, si insedia commissione

Melfi, Comune condizionato dalla criminalità, si insedia commissione

 
Il caso
Regione Basilicata, il «concorsone» scompare dopo dieci anni di attesa

Regione Basilicata, il «concorsone» scompare dopo dieci anni di attesa

 
Al San Carlo
Potenza, ricoveri sospesi a Neonatologia: i piccoli saranno trasferiti

Potenza, ricoveri sospesi a Neonatologia: non ci sono medici, bimbi trasferiti

 
Il recupero
Potenza, abbandonati in un sacco e gettati in canalone: la polizia salva 9 cuccioli

Potenza, abbandonati in un sacco e gettati in canalone: la polizia salva 9 cuccioli

 
Operazione della Gdf
Reddito di cittadinanza: due furbetti scoperti nel Potentino

Reddito di cittadinanza: due furbetti scoperti nel Potentino

 
a «La vita in diretta»
La Gazzetta e il pensionato che all’Inps risultava deceduto : la storia va in tv

La Gazzetta e il pensionato che all’Inps risultava deceduto: la storia va in tv

 
Treni
Potenza-Bari querelle tra Regioni: il trasporto diretto non piace ai pugliesi

Potenza-Bari querelle tra Regioni: il trasporto diretto non piace ai pugliesi

 
Il caso
Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoInquinamento
Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

 
PotenzaInquinamento
Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

 
FoggiaLa condanna
Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

 
BrindisiIl provvedimento
Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker

Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker
A Massafra in cella 46enne

 
LecceSalento e movida
Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

 
MateraDalla Gdf
Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

 

i più letti

Il nuovo volto della regione

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Termine non perentorio, e i ponti festivi hanno rallentato l’attività

Basilicata ancora senza consiglio e giunta: si aspetta proclamazione

POTENZA - «Potrei anche prendermi qualche giorno in più: il termine di 10 giorni, che scade il 26 aprile, non è perentorio ma ordinatorio e, tenuto conto delle festività, la nuova giunta potrebbe essere pronta tra qualche giorno». Così il governatore, Vito Bardi, ha di fatto annunciato che il primo esecutivo lucano di centrodestra non dovrebbe vedere la luce entro dopodomani, ma, verosimilmente, entro fine mese. Bardi, inoltre, ha chiarito che nella composizione di quel vero e proprio puzzle che darà vita alla sua giunta, «non ci sono difficoltà: stiamo lavorando con serenità e proficua collaborazione da parte di tutte le forze politiche della coalizione». Saranno effettivamente tre gli assessorati per la Lega? «Al momento non mi va di dare numeri. Non potrò, però, non tenere conto del risultato politico delle elezioni». Pur senza sbilanciarsi, dunque, il governatore ha ammesso che il partito di Salvini potrebbe essere accontentato. Il vero nodo, forse, è rappresentato dalla richiesta di Forza Italia, che di assessorati ne avrebbe chiesti almeno due. È vero, o si tratta di una notizia falsa? «Ripeto, non è il momento di dare i numeri», ha aggiunto Bardi di fatto trincerandosi dietro un silenzio diplomatico. Alla domanda se la Lega, al di là dei numeri, avrà la delega all’Agricoltura, invece, Bardi ha precisato che «non sono stati affrontati questi temi: non abbiamo parlato delle deleghe». Insomma, niente numeri e neanche indicazioni sulle deleghe. Pretattica? Prudenza dovuta alle difficoltà nella composizione dell’esecutivo? Di sicuro Bardi sta lavorando e ascoltando i rappresentanti dei partiti della coalizione. A tal proposito, ha precisato di non aver «sentito né incontrato Berlusconi, Salvini e la Meloni: preferisco interfacciarmi con chi ha compiti di rappresentanza in Basilicata». Come dire che la giunta è una faccenda tutta lucana. Almeno per il momento. Qualora le difficoltà dovessero aumentare, però, è facile pensare che i livelli romani possano (anzi, debbano) intervenire direttamente.

Il nuovo “primo cittadino” di Basilicata ha inoltre smentito l’ipotesi della giunta tecnica. «Preferirei avere assessori politici: quando le ho detto che dobbiamo tener conto del risultato politico mi riferivo anche a questo». Precisazione che è sembrata, però, quasi essere una speranza: come a dire che l’ipotesi dei tecnici è una sorta di “piano B”, da giocare solo nel caso che non si riesca a trovare la quadra. Voci, ipotesi, rumors. Tutto questo si alimenta giorno dopo giorno e, in parte, viene smentito dallo stesso Bardi. Il quale, con il suo aplomb quasi anglosassone fa trapelare tranquillità e laboriosità, ma mai affanno e difficoltà. Frattanto, ferme restando le richieste della Lega (tre assessori, la vice presidenza della Giunta e la delega all’agricoltura), resta sempre in piedi l’ipotesi dell’ex sindaco di Policoro (il consigliere proporzionalmente più suffragato in regione), il forzista Rocco Leone, quale assessore alla Sanità. Nel partito “azzurro”, però, la novità è il derby con Franco Cupparo, attuale sindaco di Francavilla in Sinni, il quale, come Leone, starebbe adoperandosi per diventare assessore. Negli altri partiti, invece, tutto tace: se in Fdi potrebbe esserci un derby tra Cosimo Latronico e Gianni Rosa, nella lista del presidente resta in piedi l’ipotesi di Piero Quarto (ex presidente Coldiretti) quale assessore all’agricoltura (sempre che la Lega non si veda accontentata nella sua richiesta). E Idea, la lista capeggiata da Nicola Benedetto? È ovviamente in corsa per una delega, che potrebbe anche essere quella con la quale coprire la “quota rosa”. Ma, tra il dire e il fare, c’è di mezzo Bardi. E, soprattutto, gli altri partiti. Almeno per pochi altri giorni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie