Lunedì 22 Aprile 2019 | 01:05

NEWS DALLA SEZIONE

La nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
Elezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
L'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
La curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto.La squadra fa ricorso ma viene respinto

 
A potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
Nel Potentino
Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

 
Parco del Pollino
Il parco naturalistico «Viggianello Waterland» diventa realtà

Il parco naturalistico «Viggianello Waterland» diventa realtà

 
Stalking
Melfi, chiedeva sesso alla sua ex minacciando il «revenge porn»

Melfi, chiedeva sesso alla sua ex minacciando il «revenge porn»

 
La terra trema
Paura nella notte nel Potentino: scossa di terremoto di magnitudo 2.9

Paura nella notte nel Potentino: scossa di terremoto di magnitudo 2.9

 
Neo governatore
Regione Basilicata, arriva l'insediamento di Bari

Basilicata, Bardi insediato: è presidente della Regione

 
Sentenza
Potenza, abusò di minori in casa famiglia e clinica: condannato a 9 anni

Potenza, abusò di minori in casa famiglia e clinica: condannato a 9 anni

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
BariL'analisi
Bari, La Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

Bari, la Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

 
LecceIl caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

I concorsi truccati

Scandalo sanita in Basilicata
Pittella resta, giunta con poteri

Nonostante la conferma degli arresti domiciliari e lo scandalo con 30 misure cautelari il Governatore non molla

Scandalo sanita in BasilicataPittella resta, giunta con poteri

Non si dimette da governatore. Non per ambizioni personali ma più semplicemente per evitare che la macchina politico - amministrativa «deragli». La scelta di Marcello Pittella, il governatore lucano agli arresti domiciliari nell’ambito di un’inchiesta su concorsi e nomine «truccate» nella sanità, è quella di restare presidente, seppure sospeso. E di farlo non per mere valutazioni personali ma per consentire che il Consiglio regionale possa restare nel pieno delle sue funzioni, possa approvare tutti i provvedimenti necessari, compreso l’assestamento di bilancio 2018.

Da giorni, le opposizioni sono in prima fila nel chiedere le dimissioni di Pittella: mobilitazioni, mozioni di sfiducia, richieste sui social. A poche ore della decisione del Tribunale del Riesame che ha confermato i domiciliari per il presidente, però, dal fitto muro di riserbo dei vertici dem, a trapelare è proprio la scelta di Pittella.

Dopo la sospensione in base alla legge Severino a guidare la Regione era e resta la vice - presidente Flavia Franconi ed il Consiglio regionale può e potrà continuare a lavorare, e quindi anche a riunirsi, nel pieno delle sue funzioni. In caso di dimissioni, invece, in base allo Statuto regionale, nell’attesa della convocazioni di nuove elezioni entro tre mesi, la vice -presidente e la giunta restano in carica, ma solo per l’ordinaria amministrazione ed il Consiglio regionale può riunirsi solo per casi straordinari. Il che potrebbe mettere a rischio il via libera all’assestamento del bilancio 2018 (comprese le misure per il sostegno alla povertà), che dovrà essere approvato dopo l’udienza per il giudizio di parifica del bilancio 2016, da parte della Corte dei Conti, previsto per il 27 luglio prossimo. Un Consiglio sciolto con le dimissioni, infatti, potrebbe avere problemi non solo ad essere convocato ma anche a riunirsi per approvare le misure economiche. Tutto questo spiega la scelta del presidente di rinunciare alle dimissioni.

Questo, però, è solo un aspetto della vicenda. Da sciogliere è ancora la decisione sulla ricandidatura a governatore che il Pd aveva annunciato, a fine giugno, nel corso dell’assemblea regionale del partito. L’incognita c’è tutta. Ed anzi ieri si era trasformata in un piccolo giallo quando era iniziata a circolare le notizia di un passo indietro da parte del governatore. Nella tarda serata la smentita.

Per ora la questione non è sul tavolo, anche perché in un partito dilaniato come quello lucano si aprirebbe il fronte degli aspiranti alla carica. Per ora c’è solo la girandola di incontri, di riunioni, di telefonate più o meno riservate. Un lavoro dei vertici del partito alle prese con la gestione di una importante riunione: quella di martedì con il segretario nazionale del partito, Maurizio Martina. I vertici lucani del Pd, infatti, sono stati convocati dal segretario per una valutazione sulla «situazione politica», ma è evidente che al centro del dibattito ci sarà il nodo governatorato. Quella sarà l’occasione per affrontare la questione e capire come la Basilicata dem, ad un passo delle regionali, potrà andare avanti. Se accelerando sul «dopo Marcello» o valutare di aspettare il mese di agosto e la Corte di Cassazione che il 2 settembre prossimo si esprimerà sul ricorso contro la misura cautelare domiciliare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Matera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400