Venerdì 25 Giugno 2021 | 02:41

NEWS DALLA SEZIONE

L’incontro sul web
Policlinico e Ateneo di Bari promuovono dieta mediterranea e turismo lento

Policlinico e Ateneo di Bari promuovono dieta mediterranea e turismo lento

 
Il premio
Bari, gli studenti dello Scacchi tra i fisici del Cern

Bari, gli studenti dello Scacchi tra i fisici del Cern

 
L'intervista
«Offro la mia musica per aiutare chi soffre»: al TedxBarletta Pietro Morello, pianista e influencer

«Offro la mia musica per aiutare chi soffre»: al TedxBarletta Pietro Morello, pianista e influencer

 
Nel Barese
Acquaviva riparte: serata con Renato Ciardo e sconti dedicati a tutti i «Giovanni» nel giorno dell'onomastico

Acquaviva riparte: serata con Renato Ciardo e sconti dedicati a tutti i «Giovanni» nel giorno dell'onomastico

 
Dal 19 al 25 luglio
Torna Porto Rubino, il viaggio di Renzo Rubino fra i mari della Puglia: 4 tappe e un super-cast

Torna Porto Rubino, il viaggio di Renzo Rubino fra i mari della Puglia: 4 tappe e un super-cast

 
L'omaggio
Conversano, abiti bianchi in dono alle spose per solidarietà

Conversano, abiti bianchi in dono alle spose per solidarietà

 
Caldo africano,  come aiutare gli amati quattrozampe

Caldo africano, come aiutare gli amati quattrozampe

 
La curiosità
Santeramo, salvato il piccolo falchetto caduto da una gronda

Santeramo, salvato il piccolo falchetto caduto da una grondaia

 
Clima torrido
Puglia bollente, a Loconia è record: 43,7 gradi. Foggia città più calda d’Italia con 41,3 gradi

Puglia bollente, a Loconia è record: 43,7 gradi. Foggia città più calda d’Italia con 41,3 gradi

 
Il ritrovamento
Caduti dal nido, salvati dall’«angelo»: ad Adelfia tre uccelli superfortunati

Caduti dal nido, salvati dall’«angelo»: ad Adelfia tre uccelli superfortunati

 
Il gemellaggio
Putignano, i giganti di cartapesta incantano gli ospiti greci

Putignano, i giganti di cartapesta incantano gli ospiti greci

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari e il mercato: Polito studia una serie di mosse

Bari e il mercato: Polito studia una serie di mosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'allarme
Lecce, due vigili del fuoco ricoverati dopo gli incendi nel Magliese

Lecce, due vigili del fuoco ricoverati dopo gli incendi nel Magliese

 
PotenzaCalcio
Caiata cede 15% quote ad associazione Potenza 1919

Caiata cede 15% quote ad associazione Potenza 1919

 
Barigli effetti del caldo
Treni, Fal: nessun pericolo nel Barese

Treni, Fal: nessun pericolo nel Barese

 
PotenzaCovid
Basilicata, vuote le terapie intensive

Basilicata, vuote le terapie intensive

 
Tarantosanità
Taranto, asportato tumore al rene con crioablazione

Taranto, asportato tumore al rene con crioablazione

 
BrindisiIl caso
Brindisi, liberi giudice Galiano, ex moglie e consulente

Brindisi, liberi giudice Galiano, ex moglie e consulente

 
FoggiaLa tragedia a gennaio
Foggia, giovane vittima di bulli fu trovato morto sui binari: 6 indagati

Foggia, giovane vittima di bulli fu trovato morto sui binari: 6 indagati

 
BatL'intervista
«Offro la mia musica per aiutare chi soffre»: al TedxBarletta Pietro Morello, pianista e influencer

«Offro la mia musica per aiutare chi soffre»: al TedxBarletta Pietro Morello, pianista e influencer

 

i più letti

Libro

«Bruciati vivi»: nel nuovo noir della tarantina Daniela Stallo i fatti di sangue convivono col mondo della scuola

«Bruciati vivi»:  nel nuovo noir della tarantina Daniela Stallo i fatti di sangue convivono col mondo della scuola

Luisa è un'insegnante pendolare. Il suo diario, che copre dieci mesi, da settembre a luglio, è la cronaca quasi giornaliera dell'anno scolastico e della sua vita privata, un lavoro ripetitivo, malpagato, che non la gratifica, e per cui spesso finge di essere malata pur di restare a casa. Un matrimonio agli sgoccioli e un figlio lontano: si convince che per anelare a un'esistenza migliore l'unica cosa da fare sia eliminare le persone che ora gliela rendono difficile e comincia un personale percorso da serial killer, convinta che tutto questo le potrà donare una rinnovata serenità. E invece niente andrà secondo i suoi piani. 

Questa, in breve, la sinossi di Bruciati Vivi, nuovo libro della scrittrice tarantina Daniela Stallo (ARKADIA - Collana Eclypse). Un noir atipico dove indagini e fatti di sangue convivono con tematiche scolastiche, di donne, desideri e ricerca della felicità.
«È un libro sulla scuola – dichiara l’autrice Daniela Stallo. All’inizio volevo scrivere dei meccanismi burocratici nella scuola, domande, trasferimenti, assegnazioni, cose che neppure chi ci sta dentro capisce fino in fondo. Forse cercavo io stessa un senso, o solo una spiegazione, credevo che scrivendo si sarebbe sbrogliato il groviglio di norme, leggi, leggine, commi, eccezioni. Poi, invece, la storia è andata per conto suo, è venuto fuori un racconto sul burnout dell’insegnante, sul loro stress, un diario di pendolarismo, non solo dei docenti. Ci sono una scuola, una strada tra nebbia e acqua, molta acqua, ondate d’acqua. Un appartamento in zona 167. Una malattia non ancora del tutto riconosciuta. Una scuola dura, a volte cattiva, e le persone non si amano a tutti i costi. Qualcuno muore, non immediatamente, ma muore, qualcuno compie azioni muovendosi in un noir atipico, qualcuno si pente, altri no. Luisa intanto si muove nella sua follia tra strada e camion e pioggia, spesso invisibile, tra tristi pastine al burro, bloster come arma di difesa, alla ricerca, qualcuno ha detto della felicità, forse solo di
un’indicazione».

Una storia dietro un caso, un delitto, con una struttura diaristica, dialoghi brevissimi, quadri di interni di vita privata e scolastica, ripetizioni ossessive che fanno immergere il lettore nella cronaca di una vita lavorativa segnata dai sintomi e dalle
manifestazioni tipici del burnout.

L'autrice nasce a Taranto nel 1966, ha studiato giurisprudenza e ha vinto il concorso per la cattedra di diritto nelle scuole superiori presto. Ha iniziato a insegnare a 26 anni, in un professionale, in un paese del tarantino, dove già aveva incominciato a mettere da parte ricordi di colleghi e vita scolastica.
Giornalista pubblicista prima nel giornale diocesano, già dal liceo scriveva di libri e, poi, in un quotidiano cittadino, a Taranto, si occupava di questioni amministrative e sindacali. Vive a Pisa, dove insegna diritto, dopo molti anni di pendolarismo. Bruciati vivi è il suo secondo libro. Il primo, una raccolta di racconti per ragazzi, è “La città sul mare”, racconti ispirati a Taranto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie