Mercoledì 14 Aprile 2021 | 19:00

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Lequile, avvistata la pantera vicino a un market da un autista

Lequile, nuovo avvistamento della pantera: era vicino un market

 
Letteratura
Salone del Libro Torino, sinergia con la Puglia per «Adotta uno scrittore»

Salone del Libro Torino, sinergia con la Puglia per «Adotta uno scrittore»

 
L'intervista
Bari, la testimonianza: «Io, dentista, volontario per dare un contributo nei vaccini»

Bari, la testimonianza: «Io, dentista, volontario per dare un contributo nei vaccini»

 
Boom Radiovisione
«Radio e video, da 20 anni unione perfetta», parola a Lorenzo Suraci

«Radio e video, da 20 anni unione perfetta», parola a Lorenzo Suraci

 
La città che cambia
Bari, ecco montato il primo «candelabro» sul lungomare di San Cataldo

Bari, ecco montato il primo «candelabro» sul lungomare di San Cataldo

 
Il riconoscimento
Pane di Altamura, Consiglio Puglia chiede patrimonio Unesco

Pane di Altamura, Consiglio Puglia chiede patrimonio Unesco: è il più amato degli italiani

 
L'intervista
Dubai, la grande utopia di un mondo distopico

Dubai, la grande utopia di un mondo distopico

 
I personaggi
Dalla Murgia l'intelligenza artificiale colpo d'ala di due giovani studiosi

Dalla Murgia l'intelligenza artificiale colpo d'ala di due giovani studiosi

 
Al Policlinico
Bari, intervento al cuore con tecnica innovativa: salvata giovane vita

Bari, intervento al cuore con tecnica innovativa: salvata giovane vita

 
Arte
«Dipingo i muri con la mia fantasia», lo street artist pugliese Davide Curci si racconta

«Dipingo i muri con la mia fantasia», lo street artist pugliese Davide Curci si racconta

 
al Demodé
Annalisa, il tour a dicembre arriva anche in Puglia

Annalisa, il tour a dicembre arriva anche in Puglia

 

Il Biancorosso

Biancorossi con quattro diffidati
Verso Bari-Palermo: designazione arbitrale, giudice sportivo, ultime news

Verso Bari-Palermo: ecco l'arbitro

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl virus
Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

Vaccini, Bardi: «Modello Basilicata scelto anche a livello nazionale»

 
MateraL'inchiesta
Matera, inchiesta sull'ex dg Asm: il gup archivia

Matera, inchiesta sull'ex dg Asm: il gup archivia

 
BrindisiIl caso
Versalis a Brindisi, stop agli impianti per nuova torcia a terra

Versalis a Brindisi, stop agli impianti per nuova torcia a terra

 
BariLo studio legale
Bari, Polis Avvocati continua a crescere

Bari, Polis Avvocati continua a crescere

 
LecceIl caso
Lequile, avvistata la pantera vicino a un market da un autista

Lequile, nuovo avvistamento della pantera: era vicino un market

 
Foggianel foggiano
San Severo, era ricercato per evasione: arrestato latitante

San Severo, era ricercato per evasione: arrestato latitante

 
BatL'episodio
Barletta, viola coprifuoco e aggredisce poliziotto per evitare sanzione: arrestato

Barletta, viola coprifuoco e aggredisce poliziotto per evitare sanzione: arrestato

 

i più letti

nel Barese

Altamura, storia di un piccolo genio che dopo l'autismo e un trapianto studia gli animali

«Ho preso 10 in ogni materia. Il mio futuro? Lo zoologo e il paleontologo»

Altamura, storia di un piccolo genio che dopo l'autismo e un trapianto studia gli animali

Ci sono storie che, proprio in tempo di pandemia, sono simbolo di una possibile rinascita. C’è un bambino ad Altamura che ad appena 12 anni, è come se avesse vissuto due vite. Dapprima un trapianto di fegato all’ospedale Bambin Gesù di Roma a seguito di una grave malformazione congenita rara. Lotta per sopravvivere il piccolo M. ed è da pochi mesi al mondo. Ha due genitori coraggiosi, il padre che è un ifficiale dell’esercito, la madre insegnante. E poi, certe coincidenze con la vita di padre Pio da Pietrelcina di cui la famiglia è devota. Sopravvissuto al trapianto, si scopre una sindrome autistica ma i medici comunicano ai genitori che quel bambino ha un autismo con un particolare: un’intelligenza superiore alla media.


Procediamo con ordine, dunque. M. nasce il 22 aprile 2008. I genitori si accorgono dei primi segni il giorno del battesimo, il 13 giugno 2008. Due giorni dopo, sono all’ospedale Bambin Gesù per decidere sul da farsi. La diagnosi non lascia spazio a equivoci: atresia delle vie biliari. In parole povere, la bile non riesce a giungere nell’intestino, risale al fegato divorandolo, rendendolo cirrotico, duro come pietra. Presto, non c’è tempo. Nel giro di una settimana viene sottoposto a un intervento chirurgico. Siamo a luglio 2008. Non riesce a risolvere il problema. Bisogna effettuare un trapianto di fegato, pensando alle liste d’attesa. «Entra in lista trapianti, il 23 settembre 2008 – dice il padre - la data coincide con la morte di padre Pio>>. Eseguono il trapianto il 22 gennaio 2009 grazie a un’equipe guidata da un luminare, Jean De ville. L’intervento dura 9 ore. «Poi ho scoperto che il 22 gennaio coincideva con il giorno della vestizione di padre Pio. La nuova vita di Francesco Forgione come sacerdote coincideva con la rinascita di nostro figlio. Erano trascorsi, guarda caso, 9 mesi dall’insorgere dei sintomi. Mio figlio era stato come partorito una seconda volta». Sopravvive. Si pensa che il calvario sia finalmente concluso. M. ha una sindrome autistica ad alto funzionamento. A un certo punto, si scopre l’elevato grado di intelligenza. «Lui è bravissimo in particolar modo in matematica ma soprattutto nelle scienze. Ha una cultura enciclopedica sugli animali e ha una memoria incredibile, ricorda non solo i nomi di animali rari ma tutte le loro caratteristiche. Poi quando addirittura i medici ci dissero di questa sua predisposizione. Alle visite allo zoo e all’acquario interloquisce con le guide tranquillamente». M. è un bambino socievole e molto affettuoso. «Questa passione per gli animali è sorta all’improvviso – dice - mi sono sempre piaciuti gli animali però non così tanto come oggi. Sono attratto da alcune capacità che gli animali possiedono e che l’uomo non può avere. Ad esempio, le capacità mimetiche del polpo, il ratto-talpa ha un’immunità contro il cancro». M. studia su tutto quanto gli capiti sottomano. Inutile dire che il suo voto in scienze è dieci. «Ho preso 10 anche in inglese – sottolinea – e ho voti alti in ogni materia». Sul suo futuro le idee sono chiare: «Voglio fare lo zoologo e il paleontologo». Alla fine si congeda con «Ciao, ti abbraccio anche io». Il padre aggiunge: «Ha abbracciato il telefono».


Milena Oliviero è la sua docente di sostegno alla scuola media di Altamura. M. frequentava le lezioni in presenza fino a marzo dello scorso anno. Il lockdown ha consigliato di tenere in casa il bambino perché, per via del trapianto subito, perché parliamo di un bambino più a rischio. Ha incontrato un’insegnante che si dedica totalmente. «Ogni giorno realizzo un collegamento da remoto, la cosiddetta didattica a distanza. M. è un autistico ad alto funzionamento, appartiene alla categoria di autistici con intelligenza superiore e capacità mnemoniche altissime. Conosce a memoria decine di specie di animali e piante che nessuno conosce. È un fenomeno, un bambino speciale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie