Venerdì 23 Aprile 2021 | 01:20

NEWS DALLA SEZIONE

Lavori pubblici
Matera, cambia volto il teatro Quaroni

Matera, cambia volto il teatro Quaroni

 
La crisi
Basilicata, in un anno cig aumentata dell'800%

Basilicata, in un anno cig aumentata dell'800%

 
le ricerche
Matera, scomparsa 56enne: si è allontana da casa senza più rientrare

Matera, ritrovata 56enne scomparsa: era a casa di conoscenti

 
Covid
Domani la visita del generale Figliuolo in Basilicata

Domani la visita del generale Figliuolo in Basilicata

 
L'emergenza
Matera, dal 27 aprile monoclonali anche in ospedale Madonna delle Grazie

Matera, dal 27 aprile monoclonali anche in ospedale Madonna delle Grazie

 
controlli dei cc
Montalbano Jonico, nascondevano droga nelle loro abitazioni: arrestati un 31enne e un 57enne

Montalbano Jonico, nascondevano droga nelle loro abitazioni: arrestati un 31enne e un 57enne

 
L'approfondimento
Greggio, il patto di sito che pesa sulla concessione

Greggio, il patto di sito che pesa sulla concessione

 
Il virus
Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

 
L'emergenza
Irsina, il 23 aprile vaccini anti Covid per over 70

Irsina, il 23 aprile vaccini anti Covid per over 70

 
indagini cc
Matera, truffava automobilisti su passaggi di proprietà: arrestato titolare agenzia pratiche

Matera, truffava automobilisti su passaggi di proprietà: arrestato titolare agenzia pratiche

 

Il Biancorosso

Serie C
Turris e Bari a confronto

Turris e Bari a confronto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccetrasporti
Surbo, riattivazione scalo: «Obiettivo importante per la Puglia e il Salento»

Surbo, riattivazione scalo: «Obiettivo importante per la Puglia e il Salento»

 
BariViabilità
Bari, due tamponamenti sulla «100» e sulla «16»

Bari, due tamponamenti sulla «100» e sulla «16»

 
MateraLavori pubblici
Matera, cambia volto il teatro Quaroni

Matera, cambia volto il teatro Quaroni

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, il commissario del porto ascoltato in Commissione Ecomafie

Taranto, il commissario del porto ascoltato in Commissione Ecomafie

 
GdM MultimediaCultura
Trani, viaggio virtuale nel Polo museale diocesano

Trani, viaggio virtuale nel Polo museale diocesano

 
FoggiaTragedia sfiorata
Rignano Garganico, nigeriano con coltello e spranga di ferro aggredisce equipe medica

Rignano Garganico, nigeriano con coltello e spranga di ferro aggredisce equipe medica

 
BrindisiCovid
Brindisi, contagi in calo: «Merito della zona rossa»

Brindisi, contagi in calo: «Merito della zona rossa»

 

i più letti

Prime applicazioni connessione evoluta

A Bari e Matera la rete 5G è già una realtà

La rete 5G ultima generazione che vede rientrare nella sperimentazione nazionale promossa dal Mise, le città di Bari e Matera, entra nella fase implementazione

L'evoluzione del progetto rete 5G Bari Matera: «In poco più di sei mesi - ha detto il sindaco Decaro - assistiamo allo sviluppo delle prime applicazioni del 5G»

Progetto rete 5G Bari Matera - I responsabili di Tim, Fastweb e Huawei illustrano gli scenari applicativi della sperimentazione 5G (foto Genovese)

Progetto rete 5G Bari Matera - I responsabili di Tim, Fastweb e Huawei illustrano gli scenari applicativi della sperimentazione 5G (foto Genovese)

A BARI E MATERA LA RETE 5G - Bari sarà uno dei primi porti 4.0 in Italia, migliorandone la sicurezza, il controllo degli accessi e la logistica grazie ad innovative soluzioni legate all'automazione digitale. A Matera, capitale europea della cultura 2019 saranno esplorate le frontiere connesse alla virtualizzazione e ricostruzione tridimensionale di siti archeologici e dei musei fino ad arrivare alla realizzazione di veri e propri geomusei virtuali.

La rete 5G di ultima generazione che vede rientrare nella sperimentazione nazionale promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), le città di Bari e Matera, esce dai laboratori ed entra, con anticipo rispetto alla tabella di marcia, nella fase della implementazione. Ieri mattina le società di telecomunicazioni Tim, Fastweb e Huawei, che si sono aggiudicate il bando di gara del Mise, hanno presentato a Matera a Palazzo Lanfranchi ed in collegamento video dalla Sala Terminal Crociere del Porto di Bari, i primi scenari applicativi della rete 5G che, nella fattispecie può contare su un investimento complessivo di 60 milioni di euro in 4 anni. A sostenere il progetto figurano 52 partner di eccellenza, tra cui 7 centri universitari e di ricerca, 34 grandi imprese e pubbliche amministrazioni tra cui i Comuni di Bari e Matera che nell’aprile 2017 con il protocollo firmato rispettivamente dai sindaci Antonio Decaro e Raffaello De Ruggieri, sancirono l’intesa per condividere strategie e di sviluppo in ambito urbano con particolare riferimento alle applicazioni della rete 5G nei settori della mobilità sostenibile, del turismo e dei servizi rivolti alle smart city. Ieri a Matera è stato illustrato il primo scenario d’uso reale “end to end”. La soluzione di Virtual Reality presentata da Giorgio Castelli, responsabile service innovation TIM, consente di visitare, da remoto, alcuni luoghi di principale interesse turistico di Matera; il visitatore, indossando un visore, è libero di muoversi nelle aree previste, avvicinarsi alle pareti, toccare gli oggetti vivendo una esperienza del tutto innovativa ed immersiva.

A Bari, invece, Michele Gramegna, responsabile attività industriali Isotta Fraschini Motori, ha illustrato la soluzione di realtà aumentata per la manutenzione dei motori delle navi. L’evoluzione del progetto 5G Bari Matera è stato illustrato da Enrico Maria Bagnasco di Tim, Andrea Lasagna di Fastweb e Fabio Moresi di Huawei. «In poco più di sei mesi - ha detto il sindaco Decaro - assistiamo già allo sviluppo delle prime applicazioni del 5G. Speriamo presto di poter visionare altre applicazioni, magari a parti inverse, sul turismo per Bari e sullo sviluppo industriale per Matera, perché crediamo che il 5G sia una straordinaria opportunità che il governo ha dato al nostro territorio». «La sperimentazione del 5G - ha dichiarato il sindaco De Ruggieri - rappresenta un modello di meridionalismo vincente perché la chiave dell’autonomia, anche economica del Mezzogiorno, passa dal legame forte tra identità culturale e tecnologia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie