Giovedì 17 Gennaio 2019 | 23:53

NEWS DALLA SEZIONE

A Guangzhou
«Casa solare» vince in Cina: nel team ingegnere salentino

«Casa solare» vince in Cina: nel team ingegnere salentino

 
Parla Vincenzo Zara
Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

 
Lontano almeno 300 metri
Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: mi tradisce

Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: «Mi tradisce»

 
nel Leccese
Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

 
Il progetto non decolla
Monteroni, stop all'università islamica: il Tar dà ragione al comune

Monteroni di Lecce, l'università islamica non si farà: il Tar dà ragione al comune

 
Il gasdotto
Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

 
La nomina
Lecce, dopo le dimissioni di Salvemini nominato commissario ex prefetto Sodano

Lecce, dopo dimissioni di Salvemini nominato commissario: è l'ex prefetto Sodano

 
12 e 13 gennaio
BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

 
L'incidente
Scontro sulla statale 275, muore58enne, coppia salvata dal rogo

Scontro sulla statale 275, muore
58enne, coppia salvata dal rogo

 
Nel leccese
Ruba in casa di una defunta durante il funerale: arrestato 23enne a Copertino

Ruba in casa di una defunta durante il funerale: arrestato 23enne a Copertino

 
Nel leccese
Investito dalla nipote che giocava a guidare la sua auto: 62enne di Martano in ospedale

Investito dalla nipote che guidava la sua auto: 62enne di Martano in ospedale

 

polemica

Santa Cesarea
la falesia crolla
sul porticciolo

Il sindaco: «Interveniamo a marzo». L'opposizione: «Inerzia vergognosa. Cinque milioni bloccati da anni»

falesia crollata a santa cesarea terme

di GIOVANNI NUZZO

SANTA CESAREA TERME - La falesia continua a sgretolarsi. Ed è polemica per il ritardo negli interventi di messa in sicurezza.

A distanza di un anno dall’ultimo crollo nei pressi del vecchio porticciolo in località “Porto Vergine”, un’area in pieno centro, già interdetta alla balneazione e all’accesso al mare, ieri mattina all’alba ha subito un altro cedimento.

Massi friabili e detriti misti ad arenaria si sono staccati dal muro che costeggia la strada di via Fontanelle e si sono riversati sul vecchio scalo d’alaggio delle barche. Per fortuna non si registrano danni a persone e cose.

In questa fascia costiera sono molti gli accessi a mare vietati a residenti e turisti, anche se in tanti pur di raggiungere la scogliera forzano le transenne che ne intimano il transito. Il sindaco Pasquale Bleve, che nella zona del crollo aveva già emesso un’ordinanza a causa della fragile scogliera e del continuo rischio per la balneazione assicura che «entro il mese di marzo prossimo si darà il via al cantiere per i lavori di consolidamento del costone con l’impresa Igeco. Purtroppo le piogge dei giorni scorsi si sono infiltrate ancora una volta nella roccia tufacea determinando crepe e distacchi a ridosso della strada principale».

Il primo cittadino poi, precisa che la piccola frana è avvenuta ad un chilometro dalla rada di Porto Miggiano e nulla ha a che vedere con i lavori eseguiti nell’insenatura e sottoposti ancora a sequestro.

Denuncia il ritardo della messa in sicurezza il capogruppo di opposizione, Daniele Cretì, che punta il dico sull’inerzia dell’amministrazione. «Da cittadino e da ormai ex amministratore – dice Cretì – mi vergogno di questa situazione poiché è da cinque anni che il Comune ha a disposizione ben 5 milioni di euro e nulla è stato fatto in merito. Tra pochi mesi arriverà la stagione balneare e noi avremo ancora tutte o quasi tutte le discese a mare chiuse. Questa – conclude – è la realtà dei fatti, altro che lo sbandierato cambiamento».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400