Sabato 21 Settembre 2019 | 06:55

NEWS DALLA SEZIONE

UN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
Nel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
In un allevamento
Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

Copertino, sfrutta 2 braccianti senza permesso di soggiorno: denunciato

 
Giro da oltre 2mln di euro
Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

Lecce, società riceveva abusivamente tonnellate di rifiuti metallici: 79 indagati

 
Tragedia sfiorata
Melendugno, piccolo aereo atterra su muretto a secco: 2 feriti

Melendugno, piccolo aereo si schianta contro muretto a secco: 2 feriti

 
Televisione
Eurogames, anche Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

Eurogames, Otranto tra le città partecipanti al nuovo «Giochi senza Frontiere»

 
Presi dai Cc
Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

Lecce, in giro con eroina e materiale da taglio: in manette due 30enni

 
Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti Video

 
La tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
incidente sul lavoro
Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

 

Il Biancorosso

Il match di domenica
Bari, Schiavone out per derby con Francavilla

Bari, Schiavone out per derby con Francavilla

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl rapporto sanità
Umanizzazione ospedali, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

Umanizzazione cure, Bari sul podio con Santa Maria e San Paolo

 
PotenzaLe assunzioni
Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

Concorsi Arpab, assessore ai sindacati: non abbandonate il tavolo

 
FoggiaFinanziato dal Miur
Sanità, il robot «Mario» in corsia a Casa Sollievo: progetto di Exprivia

Sanità, la robotica in corsia e a casa: progetto di Exprivia

 
LecceUN 45enne
Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

Racale, maltrattava la madre: dal divieto di stare a casa passa al carcere

 
BrindisiDenunciato un uomo
Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

Brindisi, usa abusivamente lampeggiante blu: «Lo facevo per l'autovelox»

 
MateraL'iniziativa
Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

Matera 2019, un concerto fra i Sassi con il compositore della musica spettarla

 
TarantoIl Riesame
Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

Taranto, accolto ricorso ex Ilva: Altoforno 2 resterà acceso

 
BatL'inchiesta
Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzina

Barletta, tangenti al carabinieri per l'appalto delle palazzine

 

i più letti

il progetto

La «Public history» approda
all'Università del Salento

Un gruppo di lavoro per ricostruire il passato dal basso attraverso le testimonianze

rettorato università del salento

Una piattaforma di «Public History» sul territorio salentino. È l’idea allo studio dell’Università del Salento e, in particolare, del Consiglio didattico di area pedagogica, presieduto dal professore Salvatore Colazzo. È già stato istituito un gruppo di lavoro interdisciplinare allo scopo di realizzare un laboratorio didattico e verificare le opportunità professionali del «public historian» sul territorio. L’idea nasce dopo la partecipazione del Cesram dell’Unisalento, coordinato dalla professoressa Giuliana Iurlano, alla 4^ conferenza dell’International Federation for Public History, che si è svolta dal 5 al 9 giugno a Ravenna alla presenza di oltre 500 studiosi e operatori culturali. È stata costituita l’Associazione nazionale di Public History: cinque giornate di lavoro, oltre 90 panel, 191 relazioni e 25 poster per la conferenza internazionale e 174 relazioni e 32 poster per la conferenza italiana. Presente anche l’Università leccese, con il progetto «Cento anni fa...la grande guerra». Il panel, intitolato «La grande guerra in Terra d’Otranto. Un progetto di Public History», è stato realizzato con l’Archivio di Stato di Lecce (dottoressa Giovanna Bino, «Il contributo degli Archivi di Stato in un progetto di Public History: l’Archivio Provinciale di Terra d’Otranto»), l’Ufficio scolastico provinciale (dottoressa Deborah De Blasi, «La storia a teatro: 1915-1918. Determinativo femminile»), il Cesram (dottoressa Francesca Salvatore, «La Public History e la didattica attiva: come insegnare ai giovani il mestiere dello storico, recuperando la memoria storica familiare») e con la stessa professoressa Iurlano, che ha proposto il progetto «Memorie dal sottosuolo: un archivio digitale in rete di Public History».

La ricaduta sul territorio del progetto può segnare un importante passo in avanti nell’innovazione e nella realizzazione di una piattaforma di Public History. Proprio per questo, il Consiglio didattico di area pedagogica dell’Università si sta interessando attivamente all’iniziativa.

D’altronde, già da tre anni, con il progetto «Cento anni fa... la grande guerra», il territorio salentino ha sperimentato sul campo la Public History. Con un protocollo firmato da più di 70 partner tra enti locali, nazionali e internazionali e associazioni culturali, sportive e d’arma, il progetto sul centenario ha trovato, soprattutto nelle scuole, un vero e proprio «movimento» dei laboratori di storia: gli studenti hanno reperito fonti inedite nelle proprie famiglie, coinvolgendo le comunità locali e spingendo al recupero di archivi e biblioteche storiche scolastiche, di monumenti ai caduti o, come nel caso di Monteroni, alla riscoperta e al ripristino del Parco della Rimembranza (insieme con il Fai, i piccoli ciceroni, coordinati dalle docenti Anna Grazia Visti e Anna Maria Pasanisi, hanno raccontato la storia di Uccio, il fante realizzato da Raffaele Giurgola come simbolo del monumento ai Caduti, e hanno accompagnato i visitatori a vedere ciò che rimane del Parco della Rimembranza). A Merine, i ragazzi dell’istituto comprensivo, con la docente Maria Grazia Seminara, hanno dato vita a un concerto sulle canzoni della grande guerra. A Cavallino, il teatro Ducale ha ospitato «Determinativo femminile», interpretato dagli studenti di cinque istituti di Lecce. Gli studenti del Presta-Columella, coordinati dai docenti Antonella Menga e Pompeo De Paolis, hanno preparato il rancio servito al fronte. I ragazzi del De Pace, con la professoressa Albarosa Milella, hanno analizzato gli alimenti e i contenitori per il cibo utilizzati al fronte. Infine, l’istituto Marcelline (già impegnato, con i docenti Loredana Marulli e Angelo Murrone, a ricostruire la memoria storica dell’edificio scolastico, trasformato in ospedale militare durante la guerra) ha presentato la pièce teatrale «Adoratamore», scritta dalla docente Michela Leopizzi e interpretata dagli studenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie