Martedì 17 Settembre 2019 | 12:36

NEWS DALLA SEZIONE

Il duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
Operazione Armonica
Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

Mafia a Lecce, stroncato clan alleato ai Tornese: 22 arresti

 
La tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
incidente sul lavoro
Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

Aradeo, cede il cric: meccanico schiacciato da tir, è grave

 
Sulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
La tragedia
Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga

Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga
Conducente era drogato

 
indagine nel Leccese
Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

 
Il progetto
«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

 
L'allarme
Gallipoli senza turisti e senza residenti: centro storico verso la desertificazione

Gallipoli senza turisti né residenti: centro storico verso la desertificazione

 
L'inchiesta
Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

 
All'Ecotekne
Lecce, principio di incendio nella facoltà di Giurisprudenza: nessun ferito

Lecce, principio di incendio a Giurisprudenza: nessun ferito

 

Il Biancorosso

Dopo Bari Reggina
Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatArrestato
Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

Barletta, marocchino accoltella tunisino e gli aizza contro un Pitbull

 
BariLa ricerca
Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

Grasso sul cuore, studio UniBa: rischio scompenso solo in obesi

 
MateraUna settimana di eventi
Pax Mater, la Città dei Sassi capitale della pace

Pax Mater, la Città dei Sassi capitale della pace

 
LecceIl duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 
PotenzaA Londra
Birra lucana bissa titolo campione del mondo

Birra lucana bissa titolo campione del mondo

 
BrindisiIncastrata dai filmati
Francavilla, maltrattava 84enne: arrestata badante georgiana

Francavilla, maltrattava 84enne: arrestata badante georgiana

 
Tarantonel tarantino
Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

 

i più letti

De Santis abbandona il progetto

Twiga Otranto, dopo Briatore
«lasciano» anche i salentini

Le polemiche per il sequestro dell'area nonostante 11 permessi

Briatore, ecco il Twiga  in versione pugliese

Il Twiga in fase di completamento (foto Rocco Toma)

LECCE - Gli imprenditori salentini scaricano Flavio Briatore dopo il sequestro del «Twiga» di Otranto. Divorzio in vista tra la cordata di investitori che ruota intorno al presidente di Federbalneari, Mimmo De Santis, e il patron del Billionaire, che nei giorni scorsi aveva annunciato l’abbandono del progetto Twiga dopo i sigilli al cantiere per sospetto abusivismo edilizio. Il manager piemontese aveva congelato la concessione del marchio alla struttura di località «Cerra» (dove non ha quote societarie e non è indagato), quando davanti ai cancelli dell’area si sono presentate le forze dell’ordine su mandato della procura. In quella zona, grazie a una convenzione stipulata con il Comune per installare strutture a servizio degli accessi a mare, De Santis e colleghi stavano realizzando un locale che già aveva attirato le attenzioni dei vip di mezzo mondo pronti a piombarsi nella Città dei Martiri.

Il marchio di Briatore, già presente in località come Dubai, Londra e Montecarlo, sarebbe servito a proiettare Otranto tra le mete di lusso del turismo internazionale. Gli esposti (tra cui quelli a firma del consigliere regionale del Movimento cinque stelle Cristian Casili) e il blocco dei lavori hanno suscitato un clamore intorno alla vicenda che però non è piaciuto agli investitori salentini, specie quando il clima si è fatto più rovente nel momento in cui Briatore ha annunciato l’abbandono del Salento. «Briatore ha deciso così e non saremo certo noi a rincorrerlo – ha commentato ieri De Santis – intorno alla vicenda si è creato un clima di fuoco che stiamo cercando di raffreddare per dar modo agli investigatori di poter lavorare in totale serenità. Per il futuro credo che ognuno andrà per la sua strada – ha annunciato - comunque andrà a finire». Per venerdì prossimo è attesa l’udienza presso il Tribunale del Riesame di Lecce per discutere l’istanza di dissequestro presentata dai legali della Cerra. In valutazione c’è anche la perizia di un consulente tecnico incaricato dalla procura per accertare gli eventuali abusi. Mauro Ciardo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie