Martedì 09 Agosto 2022 | 09:35

In Puglia e Basilicata

Il caso

Lecce, vigilessa colpita a un braccio da pallini ad aria compressa: illesa

Lecce, vigilessa colpita a un braccio da pallini ad aria compressa: illesa

Probabilmente partito da una palazzina in zona Settelacquare, in cui si stava svolgendo un controllo

01 Agosto 2022

Redazione online

Una vigilessa in servizio presso il comando della Polizia locale di Lecce è stata raggiunta nel tardo pomeriggio di ieri da un proiettile esploso da un’arma ad aria compressa. E’ accaduto nei pressi di via Pitagora, nella zona di Settelacquare dove la vigilessa, insieme ad un’altra collega, era impegnata in un servizio di controllo della circolazione stradale. L’agente, una donna di 44 anni di Lecce, che sebbene colpita ad un braccio non è rimasta ferita, ha riferito di aver sentito un rumore di colpo secco avvertendo successivamente un senso di bruciore al braccio sinistro notando all’interno dello scudetto omerale, posto sulla camicia, un piombino di metallo.
Soccorsa dai sanitari del 118 ha riportato solo l'arrossamento e un gonfiore all’arto sinistro. Secondo i primi rilievi il colpo potrebbe essere partito da una delle palazzine che si affacciano sul vicino piazzale. Sul posto sono intervenuti i carabinieri a cui sono affidate le indagini. Secondo le prime ipotesi investigative si sarebbe trattato di un gesto voluto, un tiro al bersaglio. Determinanti potrebbero essere i filmati delle videocamere di sorveglianza che si trovano nell’area.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725