Venerdì 22 Febbraio 2019 | 09:49

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
Nel Salento
Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

 
Il caso
Maglie, lavaggio troppo energico danneggia antica fontana

Maglie, lavaggio troppo energico danneggia antica fontana

 
Il caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
Nel mirino della criminalità
Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

 
Componente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
In via Milizia
Scritte su sede Movimente 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

Scritte su sede Movimento 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

 
Nel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
Nel Leccese
Galatone, droga nel circolo privato frequentato da pregiudicati: provvedimenti dei cc

Galatone, droga nel circolo privato frequentato da pregiudicati: provvedimenti dei cc

 
Verso il voto
Lecce, Salvemini strart: «Non permetteremo un ritorno al passato»

Lecce, Salvemini riparte: «Non permetteremo un ritorno al passato»

 
Nel Leccese
Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl caso
Fondi Amiu Trani, due consiglieri chiedono indagini

Fondi Amiu Trani, due consiglieri chiedono indagini

 
Altre notizie HomeIl caso
Bari, i ragazzi dicono stop al bullismo meglio l’amicizia

Bari, i ragazzi dicono stop al bullismo meglio l’amicizia

 
MateraIl caso
Frana Pomarico, la Regione dà l'ok allo stato d'emergenza

Frana Pomarico, la Regione dà l'ok allo stato d'emergenza

 
PotenzaL'iniziativa
A Vietri di Potenza se adotti un cane non paghi la Tari

A Vietri di Potenza se adotti un cucciolo dal canile non paghi la Tari

 
HomeLa decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
BrindisiA ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
TarantoArrestato pregiudicato
Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

 
FoggiaHanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 

Nel Leccese

Blocca il traffico per un gelato: rissa a S.M. al Bagno

Botte da orbi ieri pomeriggio in piazza: l'uomo aveva parcheggiato una grossa auto per scendere a prendere un cono, creando una lunga coda

Blocca il traffico per un gelato: rissa a S.M. al Bagno

Passeggiata domenicale con mazzate nella piazzetta di Santa Maria al Bagno. Tutto inizia con un tipico atto di prepotenza. Un uomo di mezza età parcheggia il suo macchinone a ridosso della curva che costeggia l’area pedonale. Ha deciso che è il momento giusto per comprarsi una leccornia, tutti gli altri possono aspettare. Così scende dalla station wagon bianca e nuovissima e si dirige in gelateria. Passano i minuti e dietro si forma una fila chilometrica che raggiunge il lungomare Lamarmora e addirittura le Quattro colonne. Del resto è l’orario di punta. Suonano tutti il clacson. Ma l’uomo se ne frega. È in fila per il suo gelatino delle 16.30. Così, pazientemente, un automobilista che è in fila dietro di lui sin dall’inizio decide di scendere dall’auto e dirigere il traffico.

Altri cittadini di passaggio lo aiutano nell’impresa: passi tu? No, passi lei. E il traffico si muove. Ma quando gli automobilisti passano e vedono che c’è un’auto parcheggiata male, come minimo imprecano ed inveiscono. All’interno, però, la donna rimasta seduta al posto del passeggero non fa una piega: pregusta solo il cono che sta per arrivare. Pazientemente qualcuno, a turno, riesce ad attraversare la piazza ma la situazione è veramente fuori controllo. Finché non torna lui: mocassino scamosciato, giubbino di pelle, camicia candida, capello tinto e baffetto da sparviero. Pistacchio e nocciola per lui, crema e bacio per la gentile signora. Lo guardano tutti in cagnesco e la scintilla scoppia subito: botte da orbi al primo signore, più anziano, che gli rimprovera che il suo non è stato un comportamento civile. Poi botte pure anche ad un ragazzone formato gigante che tenta di fargli capire quant’è stupido.

Un’impresa. L’automobilista incivile lo prende per gola e lo minaccia pesantemente riempiendolo di insulti. Il colosso, però, come nella migliore tradizione è pure un buono e non lo stende per compassione. Alcuni genitori chiedono all’uomo di andar via perché i bambini si stanno spaventando. La storia si conclude con l’uomo più anziano che corre a farsi medicare perché ha il volto tumefatto ed insanguinato. La chiamata ai carabinieri parte dai cellulari di molti dei presenti ma parte a tutto gas anche il prepotente che abbandona in fretta la piazza. Resta la sua targa impressa nei cellulari e la cronaca dell’accaduto. E la speranza che il gelato, nel frattempo, gli sia pure colato sulla camicia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400