Venerdì 22 Febbraio 2019 | 09:41

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
Nel Salento
Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

 
Il caso
Maglie, lavaggio troppo energico danneggia antica fontana

Maglie, lavaggio troppo energico danneggia antica fontana

 
Il caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
Nel mirino della criminalità
Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

 
Componente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
In via Milizia
Scritte su sede Movimente 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

Scritte su sede Movimento 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

 
Nel Leccese
Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

Distruggono macchia mediterranea per costruire edifici, due denunce a Porto Cesareo

 
Nel Leccese
Galatone, droga nel circolo privato frequentato da pregiudicati: provvedimenti dei cc

Galatone, droga nel circolo privato frequentato da pregiudicati: provvedimenti dei cc

 
Verso il voto
Lecce, Salvemini strart: «Non permetteremo un ritorno al passato»

Lecce, Salvemini riparte: «Non permetteremo un ritorno al passato»

 
Nel Leccese
Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

 

NEWS DALLE PROVINCE

Altre notizie HomeIl caso
Bari, i ragazzi dicono stop al bullismo meglio l’amicizia

Bari, i ragazzi dicono stop al bullismo meglio l’amicizia

 
MateraIl caso
Frana Pomarico, la Regione dà l'ok allo stato d'emergenza

Frana Pomarico, la Regione dà l'ok allo stato d'emergenza

 
GdM.TVIl video appello
Emma «tifa» per Chiara, studentessa di Barletta vittima di un incidente in Spagna

Emma «tifa» per Chiara, studentessa di Barletta vittima di un incidente in Spagna

 
PotenzaL'iniziativa
A Vietri di Potenza se adotti un cane non paghi la Tari

A Vietri di Potenza se adotti un cucciolo dal canile non paghi la Tari

 
HomeLa decisione
Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

Puglia, il Consiglio approva la fusione tra Presicce e Acquarica

 
BrindisiA ceglie messapica
Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

Incendiarono 5 auto e il prospetto di un palazzo nel Brindisino: catturato uno dei responsabili

 
TarantoArrestato pregiudicato
Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

Litiga con i genitori, polizia trova in camera una pistola

 
FoggiaHanno agito in quattro
Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

Tir carico di sigarette assaltato nel Foggiano, nessun ferito

 

Il gasdotto

Spiagge e mare a Tap: riesplodono le proteste a San Foca

Slogan, urla e cartelli alla presenza dei rappresentanti della multinazionale

Gasdotto, in una lettera a Tap l’ipotesi approdo alternativo

LECCE - Specchio d’acqua e spiaggia concessi a Tap per cinquant’anni per 3 milioni di euro e sul lungomare di San Foca si riaccende la protesta.

Ieri mattina, nei pressi della delegazione di spiaggia della Capitaneria di porto di San Foca, è avvenuta la consegna ufficiale alla multinazionale dell’area demaniale interessata ai lavori per la realizzazione del gasdotto.
All’esterno, un presidio di protesta organizzato dai No Tap. Una cinquantina di persone hanno urlato anche attraverso megafoni il dissenso alla realizzazione dell’opera, sventolando bandiere e striscioni. All’incontro con i rappresentanti della multinazionale, presso la torre costiera in cui ha sede la delegazione di spiaggia, è seguito un sopralluogo in mare insieme ai militari della Guardia costiera, nell’area interessata alla concessione. Gli emissari di Tap sono stati accompagnati in auto fino al porto, da dove è partito un mezzo della Capitaneria per effettuare il sopralluogo. Dure le contestazioni nei confronti degli inviati della multinazionale, scortati da carabinieri e personale della Digos.

L’atto formale di concessione demaniale risale al 5 novembre scorso ed è stato approvato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti guidato dal ministro 5 Stelle Danilo Toninelli. L’atto di concessione, stipulato il 13 settembre scorso presso la Capitaneria di porto di Gallipoli, consente a Tap di occupare per 50 anni un’area demaniale marittima della superficie complessiva di 37.560 metri quadrati, di cui 37mila di specchio acqueo e 483 di area a terra, allo scopo di installare una condotta e un cavo a fibre ottiche per la costruzione e l’esercizio del gasdotto. Tap dovrà pagare un canone di circa 3 milioni di euro. Canone ridotto del 50 per cento rispetto a quello previsto, in quanto, come sancito da un decreto legge del 1989 poi convertito in legge, le aree e gli specchi d’acqua occupati dal gasdotto e l’esercizio della concessione stessa non precludono l’uso dell’area e dello specchio d’acqua sovrastante o altre fruizioni consentite da leggi e regolamenti. Il canone annuo di 121mila euro è stato ridotto, dunque, a circa 60mila euro. «Un fatto eclatante - commenta il portavoce degli attivisti che contestano il progetto, Gianluca Maggiore - Tap ha dichiarato che l’area resterà comunque fruibile e ha ottenuto uno sconto del 50 per cento. Così non era scritto, però, nel documento del settembre 2014 redatto dai Vigili del fuoco - sostiene - nel quale si chiedeva alla Capitaneria di interdire le attività di balneazione, navigazione e ancoraggio in quell’area per un raggio di 300 metri rispetto all’asse del gasdotto».

Resta il dubbio degli attivisti, dunque, che l’area circostante al punto di approdo del tunnel del gasdotto e il tratto di spiaggia di San Basilio interessato al passaggio della condotta sotterranea possano essere interdetti per motivi di pubblica sicurezza, anche durante la stagione estiva.
Intanto, proseguono gli interventi per la costruzione dell’opera. Grazie alla concessione demaniale, Tap potrà avviare i lavori sul fondale. Le attività propedeutiche sono state terminate lo scorso dicembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400