Martedì 11 Agosto 2020 | 12:08

NEWS DALLA SEZIONE

l'iniziativa
Benessere e fisioterapia, un «mare» di solidarietà

Benessere e fisioterapia, l'Ordine dei Medici supporta il progetto «Il mare di tutti»

 
tragedia nel Salento
Marina di Alliste, 79enne muore in mare: corpo trovato dai bagnanti

Marina di Alliste, 79enne muore in mare: corpo trovato dai bagnanti

 
L'INCIDENTE
Leuca, fiamme dal motore della barca: 19enne ricoverato d'urgenza

Leuca, fiamme dal motore della barca: 19enne ricoverato d'urgenza

 
Festa patronale
Lecce, le statue dei Patroni in piazza duomo per i fedeli

Lecce, le statue dei Patroni in Piazza Duomo per i fedeli

 
L'INTERVISTA
La ricerca internazionale scommette nel Salento

La ricerca internazionale scommette nel Salento

 
SANITÀ
Copertino, cambio al vertice dell'ospedale che per primo ha vissuto il Covid

Copertino, cambio al vertice dell'ospedale che per primo ha vissuto il Covid

 
IL CASO

Lecce, un'azienda salentina diffida la maison Christian Dior

 
Ostaggi Selvaggi
«Pizzica, non solo zinghe e zanghe»

«Pizzica, non solo zinghe e zanghe»

 
contagio
Muro Leccese, tornano da vacanze in Grecia: 5 giovani positivi al Covid

Muro Leccese, tornano da vacanze in Grecia: 5 giovani positivi al Covid

 
indagini dei CC
Cavallino, aggrediscono un parente col bastone per questioni ereditarie: arrestati 70enne e 23enne

Cavallino, aggrediscono parente con bastone per questioni ereditarie: 2 arrestati

 
nel basso salento
Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

 

Il Biancorosso

LEGA PRO
Fatti il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

Fatto il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccel'iniziativa
Benessere e fisioterapia, un «mare» di solidarietà

Benessere e fisioterapia, l'Ordine dei Medici supporta il progetto «Il mare di tutti»

 
BatIL RACCONTO
Nella Murgia di notte fino all'alba con Federico

Nella Murgia di notte fino all'alba con Federico

 
PotenzaPOLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
Tarantonel Tarantino
«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

«Combustioni Sonore»: a Manduria la musica non si ferma

 
FoggiaRIQUALIFICAZIONE
San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

San Severo, immobili confiscati alle cosche mafiose destinati al Comune

 
BariLA TRAGEDIA
Ruvo, malore fatale in spiaggia per un 82enne

Specchiarica, malore fatale in spiaggia per un 82enne di Ruvo di Puglia

 
MateraCovid 19
Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

Coronavirus, altri 2 migranti positivi dal Materano a Roma

 

i più letti

L'emergenza

Xylella, bio-cura flop: «Benefici senza prove»

«Il miglioramento degli ulivi non è attribuibile a sovescio e “mugnuli”»

xylella

Un albero di ulivo abbattuto a causa della xylella fastidiosa

LECCE - Lo scienziato Enrico Bucci smonta il «progetto Silecc» finanziato dalla Regione che utilizza i biofertilizzanti contro il disseccamento degli ulivi.
Un’analisi sulla relazione finale circa i sistemi di lotta ecocompatibile contro il complesso del disseccamento rapido dell’olivo, è stata condotta dal biochimico e biologo molecolare ritenuto uno dei maggiori analisti di dati scientifici di interesse biologico.
Bucci ha preso in esame i dati della relazione finale del Silecc (presentata nel Palazzo marchesale di Galatone il 20 novembre scorso) secondo cui dopo 18 mesi di sperimentazioni presso la Masseria Lo Prieno di Galatone, dove erano presenti 16 ettari di piante di olivo colpite da Xylella fastidiosa, gli olivi curati con le buone pratiche agricole tendono a riprendersi. Il trattamento delle piante, secondo quanto illustrato, è avvenuto con il biofertilizzante e il contemporaneo sovescio con i “mugnuli” (broccoletti).

Sotto la lente dello scienziato sono finiti il disegno sperimentale e i metodi utilizzati.
«L’assegnazione degli ulivi ai vari blocchi – ha rilevato Bucci - è avvenuta senza la genotipizzazione delle piante coinvolte prima che iniziassero le attività (si noti anche che alcune piante risultano innestate, altre no). In esperimenti simili, come ogni esperto del settore ben sa, questo è un errore da evitare accuratamente. Nell’elenco dei blocchi sperimentali cui sono assegnate le 84 piante di ulivo – ha proseguito - non è presente nessun blocco completamente privo di ogni trattamento, aratura inclusa, e questo è fonte di numerose stranezze nell’analisi e presentazione dei risultati. Non solo, stranamente non si misura il contenuto in rame nei terreni né prima, né durante i trattamenti che prevedono l’impiego di solfato di rame, inoltre non è prevista nessuna misurazione degli isotiocianati, i composti attivi del processo di biofumigazione proposto».
Secondo l’esperto mancherebbero parametri con cui confrontare i risultati.

«Non essendo riportata nessuna stima di variabilità rispetto alla media (errore, deviazione standard, varianza) – ha spiegato Bucci - non è possibile controllare la significatività dei dati riportati, tuttavia ancora più stupefacente è l’introduzione di un gruppo di piante come controllo, rispetto al quale è calcolata la significatività della differenza fra le medie, senza che si capisca da dove esso derivi, visto che non è presente nell’elenco dei blocchi sperimentali. Di questo “gruppo fantasma” si sa solo che comprende piante “non potate non trattate che circondano il campo sperimentale”».
Gli effetti visivi di miglioramento, secondo Bucci, non sarebbero legati ai biofertilizzanti.
«La pretesa significatività della differenza nella gravità di disseccamento fra i non trattati e tutti i trattati – è stata la bocciatura dello scienziato - è in realtà attribuibile alla semplice potatura, come risulta dagli stessi dati presentati. Nessun trattamento ha alcun effetto sulla composizione chimica dei terreni nel periodo di osservazione, e una delle principali ipotesi di lavoro, quella che i trattamenti servissero a ripristinare l’agroecosistema – è stata la conclusione - è smentita dai dati, quindi non c’è nessun effetto di alcun trattamento per quel che riguarda l’infezione da Xylella».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie