Sabato 22 Settembre 2018 | 03:45

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Il tour della band

Negramaro, stasera a Lecce il gran finale

È arrivata l’ultima tappa dei Negramaro del tour Amore che torni e che si consumerà questa sera alle 21 allo stadio di Via del Mare a Lecce. In scena: Giuliano Sangiorgi (voce), Emanuele «Lele» Spedicato (chitarra), Ermanno Carlà (basso), Andrea «Andro» Mariano (tastiere), Andrea «Pupillo» De Rocco (campionatore e organetto) e Danilo Tasco (batteria)

Negramaro, stasera a Lecce il gran finale

Giuliano Sangiorgi

È arrivata l’ultima tappa dei Negramaro del tour Amore che torni e che si consumerà questa sera alle 21 allo stadio di Via del Mare a Lecce. In scena: Giuliano Sangiorgi (voce), Emanuele «Lele» Spedicato (chitarra), Ermanno Carlà (basso), Andrea «Andro» Mariano (tastiere), Andrea «Pupillo» De Rocco (campionatore e organetto) e Danilo Tasco (batteria).

Sangiorgi, sei live negli stati con tutto esaurito. Si aspettava questa accoglienza?

«I sogni si sognano, poco importa se si realizzino o meno. Questo si è realizzato nel più grande dei modi, ma, alla fine, al risveglio dell’ultimo giorno, prima dell’ultimo concerto di questo tour negli stadi nella nostra Lecce, resta pur sempre l’odore di quel sogno che continueremo sempre a rincorrere. “La felicità è qualcosa da cercare senza mai trovare” e, una volta trovata, si cerca la prossima».

Cosa ha preparato di particolare per la «sua gente»?

«Il concerto a Lecce si impregnerà di quel sentimento gigantesco che solo la tua terra d’origine sa darti. La nostra città, sarà lei a indicarci la via per un concerto straordinario».

Molti la identificano come il portabandiera della musica pugliese, quasi a rappresentare la continuità con il grande Domenico Modugno. Si sente addosso questa responsabilità?

«Intergalattiche distanze mi e ci separano, con immensa stima e infinito rispetto, dall’unico e inimitabile Mimmo. Non sento la responsabilità di quel che faccio perché sono essenzialmente quel che faccio. Quando sei quello che scrivi hai soltanto il dovere di essere te stesso, sempre. Non avrai mai nulla da difendere o esaltare se quello che racconti è la tua verità».

La Puglia dell’accoglienza da sempre rappresenta l’approdo per popoli in cerca di un riscatto. Che idea si è fatta in virtù di quanto sta accadendo sul tema della migrazione?

«La terra è di tutti e non solo di chi ci nasce addosso, per fortuna o per sbaglio che sia. Il mare è una cerniera tra i popoli da sempre, il mondo liquido in cui si mescolano genti e culture da millenni. Il mare è tutto quello da cui veniamo e di cui siamo fatti. Oggi siamo noi a stravolgere il suo significato vitale, riempiendolo di quella che è la sua negazione, di morte, gonfiandolo di corpi in putrefazione e ricoprendolo di anime, spentesi negli abissi, vive un tempo sulle onde in tempesta, aggrappate alla speranza di essere salvate da gente come noi sulla riva, che avrebbe potuto aiutarle, ma che ha scelto di “temporeggiare”. Quanto tempo ha davanti a sé un bimbo che annega? Quello di farsi “rimbalzare” da un porto all’altro, da un politico all’altro?! No. Solo il tempo di una mano tesa: di chiunque, purché “umana”. Ognuna di quelle vite potrebbe essere la nostra. Un tempo siamo stati migranti e oggi, ce ne siamo dimenticati».

Nei moti epocali che stiamo vivendo, come immagina il futuro di sua figlia che sta per vedere la luce?

«Avrà tutto quello di cui ha bisogno un bimbo oggi, come del resto ieri: l’amore infinito di un padre e di una madre che la ameranno fino a farle capire che l’unico modo per vivere gli altri è quell’amore stesso e la diversità non sarà mai qualcosa di cui parlare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Promessa sposa a 10 anni, padre indagato per maltrattamenti

Promessa sposa a 10 anni, padre indagato per maltrattamenti

 
Microsoft sceglie Lecce per presentare nuove strategie tecnologiche

Microsoft sceglie Lecce per presentare nuove strategie tecnologiche

 
Lecce, voti in cambio di case: indagati anche gli ex sindaci Perrone e Poli Bortone

Voti in cambio di case: indagati ex sindaci Lecce Perrone e Poli Bortone

 
Lecce, consorzi di bonifica, avviata la battaglia contro le cartelle

Lecce, consorzi di bonifica, avviata la battaglia contro le cartelle

 
Nardò ha un nuovo cittadino onorario: l'ex procuratore Cataldo Motta

Nardò ha un nuovo cittadino onorario: l'ex procuratore Cataldo Motta

 
Il boss aspirante pentito al banco di prova: i sodali tremano e affollano gli studi legali

Il boss aspirante pentito al banco di prova: i sodali tremano e affollano gli studi legali

 
Università, a Lecce gli Stati Generali del Diritto allo Studio

Università, a Lecce gli Stati Generali del Diritto allo Studio

 
Lecce, città più vivibile ampliando la ztl

Lecce, città più vivibile ampliando la ztl

 

GDM.TV

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 
Palagiustizia, l'affondo di Bonafede«Falsità le accuse contro di me»

Palagiustizia, l'affondo di Bonafede
«Falsità le accuse contro di me»

 
Gli studenti del Poliba creano la PC5 2018 EVO: ecco la monoposto da corsa

Bari, la nuova monoposto da corsa
creata dagli studenti del Politecnico

 
I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 

PHOTONEWS