Giovedì 18 Ottobre 2018 | 13:55

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Lecce

Santa Croce restaurata si svelerà a dicembre

In un anno, novemila visitatori sull’ascensore panoramico

Santa Croce restaurata si svelerà a dicembre

LECCE - Santa Croce: a fine anno si alza il sipario. Il restauro del gioiello del barocco leccese terminerà entro dicembre. Un recupero laborioso anche a causa della presenza di due barre di acciaio non inox adoperate per il restauro negli anni Ottanta. Si sta intanto completando l’intervento di consolidamento e protezione della facciata. Al termine rimarrà solo il restauro degli altari della navata destra della chiesa. L’occasione per fare il punto sui lavori è stata data, ieri, dalla visita al cantiere della Basilica organizzata dall’Ordine degli architetti di Lecce riservata agli iscritti. Alla guida, il direttore del cantiere Valentino Nicolì, titolare della omonima ditta che sta effettuando i lavori, la progettista coordinatrice Giovanna Cacudi della Soprintendenza e la guida turistica Elvino Politi.

La Basilica, simbolo del barocco leccese, è stata oggetto di numerosi interventi di restauro, dal primo nel 1957 ad uno più radicale negli anni Ottanta, oggetto di polemiche. Nel 2010 si effettuò un intervento d’urgenza per la caduta di pezzi di pietra sul sagrato.

«Saliti con il cestello dei vigili del fuoco ci rendemmo subito conto che la situazione di degrado sia statico che lapideo era drammatica» dice l’architetto della soprintendenza Cacudi. Immediatamente sono state avviate la messa in sicurezza e una serie di monitoraggi. «Le cause del dissesto erano dovute alle alterazioni dell’intervento degli anni Ottanta - spiega Cacudi - Per consolidare il fastigio fu installata una coppia di barre di acciaio non inox per tutto lo spessore. Ma le barre si sono arrugginite creando un quadro fessurativo molto importante per micro lesioni esterne - aggiunge - che hanno favorito la permeabilità dell’acqua, per il fatto che non erano inox e non erano sufficientemente protette dalla miscela di iniezione e per il coefficiente di dilatazione termico differente rispetto alla pietra. Così abbiamo realizzato un intervento innovativo che ha consentito di metterlo in sicurezza».

Infatti, sono stati adoperati materiali innovativi e tipologie d’intervento approntate in base alle criticità che di volta in volta si sono presentate. Soluzioni trovate attraverso una serie di sperimentazioni ed attraverso un protocollo calibrato in funzione delle varie problematiche che si riscontravano sul fastigio. L’esperienza di questo monitoraggio è stata adottata anche per la facciata, che presenta, però, meno criticità. «Stiamo effettuando un restauro del restauro - precisa Nicolì - Ma abbiamo avuto grosse difficoltà a recuperare letteratura, documentazioni e dati dei precedenti interventi, anche recenti. Ci stiamo impegnando a lasciare, per il futuro, traccia e documentazione chiara ed accessibile».

Con quest’ultimo restauro si è proceduto, inoltre, ad un approfondimento dal punto di vista storico che ha portato a denominare gli elementi architettonici della facciata. Il progetto è finanziato da fondi regionali, per un valore di 2 milioni di euro.

La ditta titolare dei lavori ha consentito, da subito, la visita al cantiere. Sono già 8.958 i visitatori che hanno avuto la possibilità di salire, grazie all’ascensore panoramico, sui tre livelli dell’impalcatura. Si consente così di ammirare da vicino particolari che sarebbe impossibile rilevare dal basso come il fregio di una spada, o la dentatura di una statua, per non parlare del rosone barocco, unico nel suo genere. Un’occasione speciale, da non perdere.

Monica Carbotta

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

La rivincita delle scarpe «made in Casarano»

La rivincita delle scarpe «made in Casarano»: i casi Donadeo e Parrotto

 
Escrementi e cattivi odori: i disagi in via Zanardelli

Escrementi e cattivi odori: i disagi in via Zanardelli

 
Sequestrati e pestati dal branco per un furto da 8mila euro mai commesso: 6 misure cautelari

Sequestrati e pestati dal branco per un furto da 8mila euro mai commesso: 6 misure cautelari

 
Centro aperto alle auto durante feste di Natale

Centro aperto alle auto durante feste di Natale

 
IL prefetto Palomba

Prefetti, a Lecce arriva Cucinotta
mentre Palomba va a Torino

 
Tap, sindaco Melendugno da Conte:«Stop a progetto, commesse illegalità»

Tap, sindaco Melendugno da Conte per dire no. Palazzo Chigi: stop costerebbe troppo

 
Tap, il premier Conte convoca consiglieri e parlamentari pugliesi

Tap, Conte convoca consiglieri e parlamentari pugliesi Salvini: «Si farà»

 
Lecce, sostegno a scuola: «Il contratto ci impedisce l’assistenza ai disabili»

Sostegno a scuola, contratto impedisce assistenza disabili

 

GDM.TV

Bari, video choc: ecco il baby boss di Japigia

Bari, il video choc del bambino boss:
«La madama mi fa un...»

 
Luca Turi diventa cittadino onorario di Durazzo: «Sono onorato»

Luca Turi diventa cittadino onorario di Durazzo: «Sono onorato»

 
Sanità, Emiliano visita gli ospedali e le Asl Bat: il video

Sanità, Emiliano visita gli ospedali e le Asl Bat: «Migliorata l'offerta» Vd

 
Strage S.M. in Lamis, dopo un anno arrestato pregiudicato. Morirono i fratelli Luciani, innocenti

Strage S.M. in Lamis, un arresto. Morirono i fratelli Luciani, innocenti VD

 
Tap, la promessa di Di Battista: «Lo bloccheremo in 2 settimane»

Tap, la promessa di Di Battista: «Lo bloccheremo in 2 settimane»

 
Rapinano ufficio postale a Lucera, arrestati un 19enne e un 22enne di Cerignola

Rapinano ufficio postale a Lucera, arrestati un 19enne e un 22enne 

 
Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

Gala Niaf a Washington: gli ospiti ballano la pizzica con Emiliano

 
Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano

Alessandra Amoroso a Bari: lei firma le copie del disco, i fan cantano in strada

 

PHOTONEWS