Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 06:41

NEWS DALLA SEZIONE

A Guangzhou
«Casa solare» vince in Cina: nel team ingegnere salentino

«Casa solare» vince in Cina: nel team ingegnere salentino

 
Parla Vincenzo Zara
Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

 
Lontano almeno 300 metri
Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: mi tradisce

Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: «Mi tradisce»

 
nel Leccese
Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

 
Il progetto non decolla
Monteroni, stop all'università islamica: il Tar dà ragione al comune

Monteroni di Lecce, l'università islamica non si farà: il Tar dà ragione al comune

 
Il gasdotto
Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

 
La nomina
Lecce, dopo le dimissioni di Salvemini nominato commissario ex prefetto Sodano

Lecce, dopo dimissioni di Salvemini nominato commissario: è l'ex prefetto Sodano

 
12 e 13 gennaio
BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

 
L'incidente
Scontro sulla statale 275, muore58enne, coppia salvata dal rogo

Scontro sulla statale 275, muore
58enne, coppia salvata dal rogo

 
Nel leccese
Ruba in casa di una defunta durante il funerale: arrestato 23enne a Copertino

Ruba in casa di una defunta durante il funerale: arrestato 23enne a Copertino

 
Nel leccese
Investito dalla nipote che giocava a guidare la sua auto: 62enne di Martano in ospedale

Investito dalla nipote che guidava la sua auto: 62enne di Martano in ospedale

 

agricoltura

Consorzi, tavolo tecnico
e un Piano investimenti

La proposta dei Cinque Stelle. FI e Ncl: sinora riforme flop

canale reale

Istituire un tavolo tecnico sui Consorzi di bonifica pugliesi che riesca a garantirne la piena operatività, attraverso la redazione di un Piano pluriennale degli investimenti e degli interventi di manutenzione che parta dalle priorità nel settore delle bonifiche e in quello irriguo. È quanto chiedono i consiglieri del M5S Marco Galante, Antonella Laricchia, Cristian Casili e Rosa Barone in una mozione depositata nei giorni scorsi.

«Ormai possiamo definire quella dei Consorzi una “storia infinita" - dichiarano i pentastellati - che dura da almeno 15 anni, ovvero da quando nel 2003 la Regione Puglia impose loro una consistente revisione e contenimento delle spese, per salvaguardare i benefici derivanti dalle opere di bonifica, e la redazione di nuovi Piani di classifica. La Regione da allora ha incrementato gli stanziamenti che, però, sino ad oggi, sono stati destinati soprattutto al pagamento degli emolumenti del personale e delle forniture Enel, incidendo in maniera parziale sulle attività di manutenzione e di riorganizzazione dei Consorzi. Per giungere all’obiettivo che si propone la legge di riforma dei Consorzi, ovvero il pareggio di bilancio entro il 2018 - continuano - è necessario istituire il Tavolo Tecnico, a cui prendano parte gli agricoltori, le associazioni di categoria, il Commissario e la struttura tecnica dell’assessorato». L’oibettivo è risolvere la mancanza di manutenzione degli impianti a favore degli agricoltori, a fronte della richiesta di pagamento del Tributo 630 per interventi mai eseguiti.

Restano «fortemente critici» sull’ennesimo stanziamento di 4 milioni di euro varato dal consiglio regionale per far fronte alle spese dei Consorzi anche gli azzuri. «Non ci convince questa politica di gestione in cui non s'intravede una erogazione dei servizi in modo efficace, efficiente e costante», dice il consigliere regionale di Forza Italia Domenico Damascelli, sottolineando di aver effettuato sopralluoghi e di aver verificato che «i Consorzi stanno chiedendo il balzello per opere di manutenzione che non sono mai state effettuate». Inoltre, «non è più concepibile l’assunzione di operai a tempo determinato per pochi giorni, quando ormai la stagione irrigua dovrebbe già essere abbondantemente avviata e programmata. Chiediamo alla Giunta regionale di fare chiarezza, basta - aggiunge Damascelli - con questa sciatteria amministrativa, che procede con improvvisazione e stanziamenti tampone».

Polemiche arrivano anche dagli altri gruppi di opposizione. «Ancora una volta con una variazione di Bilancio si mette una toppa al buco dei Consorzi di Bonifica - dicono Ignazio Zullo, Francesco Ventola, Luigi Manca e Renato Perrini (Ncl) - segno di riforme fasulle e fallimentari che hanno maldestramente accorpato solo i Consorzi deficitari, pieni di debiti e non in grado di erogare neppure i servizi di ordinaria manutenzione, lasciando da parte il Consorzio Foggiano che gode di ottima salute e quindi è in grado di erogare buoni servizi ai loro agricoltori. Una decisione dannosa, assurda, ma soprattutto non solidale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400