Giovedì 23 Maggio 2019 | 08:54

NEWS DALLA SEZIONE

È in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
L'omicidio nel 2017
Omicidio Noemi, troppe udienze: slitta Appello per ex fidanzato

Omicidio Noemi, troppe udienze: slitta Appello per ex fidanzato

 
Ingenti danni
Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

Lecce, a fuoco villa di candidato Lega gestore di una spiaggia

 
La protesta
«Fascista!»: a Lecce cori e proteste contro il comizio di Salvini

I cori contro Salvini: a Lecce «Fascista!» e a Bari: «Vaff...»

 
La visita
Salvini a Lecce, striscione: «Benvenuto in terra accoglienza». Firmerà patto sicurezza urbana con Emiliano

Salvini a Lecce: «Benvenuto in terra accoglienza». Ma non mancano le proteste VIDEO

 
Il sopralluogo
Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato»

Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato» FT
Ulivi infetti anche nel Tarantino

 
Ambiente
Salento Ecoday: cittadini puliscono 18 aree, da Taranto a Otranto

Salento Ecoday: cittadini puliscono 18 aree, da Taranto a Otranto

 
Verso il voto
Lecce, assalto al gazebo Lega in centro: una ragazza contusa. Martedì atteso Salvini

Lecce, assalto a gazebo Lega in centro Identificati 8 presunti autori Salvini: «Vergogna»

 
L'episodio
Leccese accoltellato a Pescara per rivalità calcistiche: sta bene

Leccese accoltellato a Pescara per rivalità calcistiche: sta bene

 
Il giallo
Novoli, fu trovata nel letto con la gola tagliata: c'è un indagato

Novoli, fu trovata nel letto con la gola tagliata: c'è un indagato

 
La nomina
Lecce, Roberta Altavilla presidente dell'Ordine. «Stop polemiche»

Lecce, Roberta Altavilla presidente dell'Ordine. «Stop polemiche»

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, 10 milioni di euro per il mercatoDe Laurentiis vuole crescere in fretta

Bari, 10 milioni di euro per il mercato: De Laurentiis vuole crescere in fretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoTaranto
Ex Ilva, Usb minaccia azioni legali su graduatorie esuberi

Ex Ilva, Usb minaccia azioni legali su graduatorie esuberi

 
BariL'enfant prodige
Mola, baby genio a 8 anni vince i nazionali dei Giochi Matematici

Mola, baby genio a 9 anni vince i nazionali dei Giochi Matematici

 
BatDopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
MateraL'idea
Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

 
LecceÈ in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
Foggianel foggiano
mattinata

Mafia, amministrazione giudiziaria per ditta allevamento a Mattinata

 
BrindisiDopo la denuncia
Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

 
PotenzaL'operazione
GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

 

i più letti

La sentenza

Maglie, giudice riabilita
un docente sospeso

Il prof. venne accusato da due ragazzine di averle offese e insultate, nella circostanza di un brutto voto

Maglie, giudice riabilitaun docente sospeso

Tribunale di Lecce

Sospeso dalla scuola con l’accusa di aver adottato una «condotta minacciosa, ingiuriosa e lesiva della dignità personale di due alunne». Il professore Giuseppe Diso contesta le motivazioni in Tribunale, consapevole della correttezza del suo comportamento, e il giudice gli dà ragione. La sentenza arriva a cinque anni dai fatti, cinque anni nei quali, dice, «avevo l’inferno nella mia mente e nel mio spirito ma mi sentivo pulito nonostante il degrado morale a cui mi avevano sottoposto».

I fatti. Diso, oggi cinquantenne, docente di Lettere all’istituto tecnico Cezzi-De Castro, di Maglie, viene accusato da due ragazzine - una frequentante la prima classe, l’altra la seconda della stessa sezione - di averle offese e insultate, nella circostanza di un brutto voto. «Due ragazzine carenti dal punto di vista della preparazione - spiega il docente - che non avevano alcuna voglia di studiare, mi accusano di aver pronunciato verso di loro chissà quale vessazione. Non ho mai vessato nessuno, ho sempre cercato di stimolare allo studio, dando non una ma due, tre, quattro possibilità di recuperare».

Così, «il preside dell’epoca, Mauro Polimeno, ha chiamato un ispettore da Bari, il quale è venuto il giorno in cui ero libero, e dal quale non ho ricevuto alcuna richiesta di informazioni sull’accaduto. Entrambi hanno avallato le illazioni ingiuriose di due minorenni e bypassato la figura del docente. Segno che non contiamo nulla e che se vogliamo difenderci dobbiamo ricorrere agli avvocati». Come ha dovuto fare, rivolgendosi a Luigi Sindaco, anche se i difensori più efficaci sono stati i suoi stessi studenti, i quali hanno smentito le dichiarazioni delle ragazzine.

Dopo i tre giorni di sospensione, Diso è tornato nelle sue classi, dove è tutt’ora. «Sono rimasto fedele fino alla fine - dice - nonostante abbiano cercato di allontanarmi, magari sperando in una mia richiesta di trasferimento». Invece, sono state le due studentesse a cambiare banco. «Hanno capito che con me non avrebbero avuto chance e sono state consigliate, credo, di trasferirsi in altra sezione - fa sapere - Oggi hanno acquisito il loro bel diploma che metteranno in una cornice e guarderanno con grande soddisfazione». [e.t.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400