Venerdì 18 Gennaio 2019 | 05:04

NEWS DALLA SEZIONE

A Guangzhou
«Casa solare» vince in Cina: nel team ingegnere salentino

«Casa solare» vince in Cina: nel team ingegnere salentino

 
Parla Vincenzo Zara
Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

Unisalento, Rettore: «Immatricolazioni in crescita»

 
Lontano almeno 300 metri
Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: mi tradisce

Nardò, 75enne geloso picchiava la moglie: «Mi tradisce»

 
nel Leccese
Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

Geloso della moglie, la picchia e minaccia per anni: nei guai un 75enne a Nardò

 
Il progetto non decolla
Monteroni, stop all'università islamica: il Tar dà ragione al comune

Monteroni di Lecce, l'università islamica non si farà: il Tar dà ragione al comune

 
Il gasdotto
Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

Tap, completato project financing per 3,9 miliardi di euro

 
La nomina
Lecce, dopo le dimissioni di Salvemini nominato commissario ex prefetto Sodano

Lecce, dopo dimissioni di Salvemini nominato commissario: è l'ex prefetto Sodano

 
12 e 13 gennaio
BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

BlaBlaBla Festival: a Trepuzzi contro le discriminazioni di genere

 
L'incidente
Scontro sulla statale 275, muore58enne, coppia salvata dal rogo

Scontro sulla statale 275, muore
58enne, coppia salvata dal rogo

 
Nel leccese
Ruba in casa di una defunta durante il funerale: arrestato 23enne a Copertino

Ruba in casa di una defunta durante il funerale: arrestato 23enne a Copertino

 
Nel leccese
Investito dalla nipote che giocava a guidare la sua auto: 62enne di Martano in ospedale

Investito dalla nipote che guidava la sua auto: 62enne di Martano in ospedale

 

Sogliano cavour

Pugni e sevizie a un bimbo
di 5 anni, arrestato patrigno

Alla mamma, ritenuta complice, è stata sospesa la responsabilità genitoriale

Pugni e sevizie a un bimbo di 5 anni, arrestato patrigno

Francesco Oliva

SOGLIANO CAVOUR - Maltrattato, picchiato, denutrito e lasciato con i vestiti sporchi per giorni. Nella mattinata di ieri per un bambino di soli cinque anni l’incubo è finito. I suoi aguzzini sono stati identificati e consegnati alla giustizia. Non sono persone sconosciute. Anzi. Si tratta della madre e del compagno della donna che il bimbo chiamava con il nomignolo di “zio.”. Il gip Antonia Martalò ha disposto i domiciliari per l’uomo (la Procura aveva chiesto il carcere) mentre ha disposto la misura interdittiva dalla sospensione dell’esercizio responsabilità genitoriale per la madre. La giovane coppia, difesa dall’avvocato Simona Mancini, è accusata di maltrattamenti aggravati, danneggiamento violazione di domicilio e minaccia.

La vicenda arriva da Sogliano Cavour. I fatti sono stati ricostruiti dagli agenti del Commissariato di Galatina coordinati dal vicequestore aggiunto Giovanni Bono. Gli episodi sarebbero andati avanti per mesi: dallo scorso mese di settembre fino a marzo.

A scoperchiare i continui maltrattamenti tra le pareti di casa è stato il nonno materno. A febbraio l’anziano si è presentato negli uffici di polizia. Ha messo nero su bianco le accuse contro la figlia e il suo compagno. Lo “zio” avrebbe ripetutamente picchiato il piccolo. Pugni in testa e in altre parti del corpo. Schiaffi al volto, tirate di orecchie per alzare il bambino da terra che, nel tempo, avrebbe riportato i segni di quelle violenze sul corpo: ecchimosi e graffi vari. Una serie di abusi e maltrattamenti senza che la madre si opponesse. Anzi.

Per il gip la donna sarebbe stata complice del compagno. Pur avendo l’obbligo in qualità di esercente responsabilità genitoriale di vigilare e accudire il figlio non si sarebbe mai opposta alle sevizie e alle violenze subìte dal figlio. Tutt’altro. La donna avrebbe maltrattato il figlio costringendolo a lavarsi da solo e lasciandolo sporco nelle varie parti del corpo (piedi, orecchie, schiena) che il bambino non era in grado di pulire da solo. Il piccolo sarebbe stato lasciato per più giorni con i vestiti insudiciati senza cambi di biancheria e scarsamente nutrito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400