Sabato 22 Settembre 2018 | 16:39

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

storia a potenza

Reintegrata sul lavoro
ma la ditta la ignora

La vicenda di una cuoca potentina malata di cancro, licenziata, guarita dal tumore, reintegrata dal giudice ma non dall'azienda

legge sentenza

di MASSIMO BRANCATI

Doveva cominciare a lavorare dallo scorso primo ottobre. E le dovevano corrispondere circa 3.500 euro di arretrato. Tutto stabilito da un giudice del lavoro. Ma non è accaduto nulla. Per D. L., una donna di Potenza di 53 anni, continua l’odissea che incrocia i suoi problemi di salute (sta lottando contro un tumore), la burocrazia e l’insensibilità delle persone. Colpita dal cancro, D. L. è stata licenziata dalla ditta Slem di Piano di Sorrento (Napoli) subito dopo aver cominciato un percorso di radioterapia al Crob di Rionero in Vulture.

La Slem era subentrata a un’azienda di Brindisi «Nuovi Orizzonti sociali», fallita da circa 4 anni anni con diversi stipendi arretrati mai versati ai dieci dipendenti delle tre carceri lucane di Potenza, Matera e Melfi. D. L. aveva l’incarico di responsabile della cucina nella mensa-agenti della casa circondariale di Potenza. In servizio da circa 22 anni, avrebbe superato il cosiddetto «periodo di comporto», vale a dire quel lasso di tempo in cui la legge consente di assentarsi dal lavoro mantenendo il posto. La tempistica varia da contratto a contratto e, per la verità, non c’è molta chiarezza nel settore, dal momento che non si farebbe una netta distinzione tra malattia cronica e patologia tumorale. Mediamente il periodo di assenza non può superare i sei mesi, ma per una malata di cancro, alle prese con il ciclo di radioterapia, sei mesi sono decisamente pochi per completare il percorso di guarigione.

È stato questo uno dei passaggi contenuti nel ricorso contro il licenziamento, accolto dal giudice Rosalba De Bonis lo scorso 23 maggio nel corso di un’udienza di conciliazione al tribunale di Potenza. D. L., in base a quanto deciso, andava reintegrata. Prima del pronunciamento del giudice, D. L. ha cercato invano una sponda nell’Ispettorato del lavoro e nei sindacati, imbattendosi in «spallucce» e silenzi. L’unica organizzazione sindacale che ha deciso di schierarsi dalla sua parte è stata l’Usb che ha più volte sottolineato la sua solidarietà nei confronti della lavoratrice.

Oggi la donna, per fortuna, è guarita e potrebbe tranquillamente tornare ai fornelli per lavoro. Ma è ancora in attesa della chiamata e di ciò che rivendica sul piano strettamente economico. Cosa si aspetta a seguire le indicazioni del giudice del lavoro? «La notte - tuona il marito di D. L. - non dormo più, in questa casa abbiamo perso la pace e la tranquillità constatando che le istituzioni e la politica sono lontani mille chilometri da queste gravissime situazioni che in Italia e nel mondo colpiscono migliaia di persone».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Altamura, vigili aggrediti al mercatoda abusivo: «Era uno straniero»

Altamura, vigili aggrediti al mercato da abusivo: «Era uno straniero»

 
Vieste, cinque bombe in un locale: arrestato 25enne incensurato

Vieste, cinque bombe in un locale: arrestato 25enne incensurato

 
Manfredonia, spacciatore picchiae rapina donna lasciandola per strada

Manfredonia, spacciatore picchia e rapina donna lasciandola per strada

 
San Pietro Vernotico, fa retromarciacon l'auto: investe e uccide la moglie

San Pietro Vernotico, fa retromarcia con l'auto: investe e uccide la moglie

 
Picerno, torna in chiesa San Roccodipinto rubato e trovato ad Amalfi

Picerno, torna in chiesa San Rocco dipinto rubato e trovato ad Amalfi

 
Martinata, fucili di precisione e pistola in casa: in cella 53enne

Martina Franca, pistole a fucili di precisione in casa: in cella 53enne

 
Gallipoli, turista 33enne ubriacoprecipita dal balcone e muore

Gallipoli, turista 33enne ubriaco precipita dal balcone e muore

 
Blitz dei Nas in centro commercialesequestrati 500 chili di cibi asiatici

Blitz dei Nas in centro commerciale: sequestrati 500 chili di cibi asiatici

 

GDM.TV

Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

Corteo antisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 
Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 
Palagiustizia, l'affondo di Bonafede«Falsità le accuse contro di me»

Palagiustizia, l'affondo di Bonafede
«Falsità le accuse contro di me»

 
Gli studenti del Poliba creano la PC5 2018 EVO: ecco la monoposto da corsa

Bari, la nuova monoposto da corsa
creata dagli studenti del Politecnico

 
I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 

PHOTONEWS