Sabato 16 Febbraio 2019 | 18:47

NEWS DALLA SEZIONE

La denuncia sui social
Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

 
Serie B
Foggia, finisce 1-1 con il Padova: sfuma al 90esimo il match salvezza

Foggia-Padova, 1-1 al 90esimo: tifoso ferito

 
Controlli
Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

 
Incontri d'autore
Ex-Otago ospiti della «Gazzetta del Mezzogiorno»: segui la diretta

Ex-Otago ospiti della «Gazzetta»: rivedi la diretta

 
Il processo
Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

 
L'annuncio
Tolo Tolo, il nuovo film di Checco Zalone nelle sale a Natale 2019

«Tolo Tolo», il nuovo film di Checco Zalone nelle sale a Natale 2019

 
Il caso
Autonomia, M5S Puglia: «Guai a creare cittadini di serie A e B»

Autonomia, M5S Puglia: «Guai a creare cittadini di serie A e B»

 
Controlli Nas e Asl
Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

Lecce, farmaci e dispositivi medici scaduti in ospedale: due denunciati

 
Denunciato
Lecce, «Sono suo nipote» e bidona due notai per prosciugare conti di anziana

Lecce, «Sono suo nipote» e bidona due notai per prosciugare conti di anziana

 
In via Temenide
Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

Taranto, pesta convivente 22enne per gelosia: in cella un 28enne

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa denuncia sui social
Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
TarantoLa manifestazione
Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

dipendenti sanitaservice

Rubarono farmaci
all'ospedale di Brindisi
quattro condannati

BRINDISI - Quattro condanne a pene fino a 4 anni e 8 mesi sono state decise dal gup al termine di un processo con rito abbreviato che si è celebrato a carico di altrettanti dipendenti della società partecipata Sanitaservice accusati di aver rubato farmaci dalla farmacia ospedaliera. Gli imputati sono stati ritenuti responsabili di episodi di peculato, oltre che di furti, appropriazioni indebita e truffa aggravata per alcune assenze ingiustificate dal posto di lavoro.

Le pene inflitte dal gup Paola Liaci sono per Massimiliano Bataccia 3 anni e 8 mesi; Michelangelo Lombardi 4 anni e 8 mesi; Olivier Cannalire 3 anni e 4 mesi; Ignazio Menga 10 mesi. I quattro sono stati anche interdetti dai pubblici uffici per cinque anni. Dovranno risarcire la Asl di Brindisi, costituita parte civile e dovranno versare all’altra parte civile, la Sanitaservice, una provvisionale di 5mila euro.

In tutto gli imputati sono 23, alcuni dei quali stanno affrontando un processo con rito ordinario, a seguito dell’inchiesta dei carabinieri del Nas, coordinata dal pm Valeria Farina Valaori. La denuncia fu formalizzata dalla Asl nel febbraio 2014. Con il provvedimento cautelare firmato dal gip Stefania De Angelis nell’ottobre 2016 furono disposti per sette persone gli arresti domiciliari, per due in carcere e per uno l’obbligo di dimora. I dipendenti Sanitaservice sono stati subito licenziati ma in due sono stati reintegrati dal giudice del lavoro per un errore tecnico nel rispetto dei termini della notifica del licenziamento.(ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400