Venerdì 18 Ottobre 2019 | 00:30

NEWS DALLA SEZIONE

I soccorsi
Migranti, in arrivo 80 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

Migranti, in arrivo 50 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

 
L'inchiesta
Trani, rifiuti da cava cammuffati come inerti: indagini su laboratorio analisi a Corato

Trani, rifiuti da cava cammuffati come inerti: indagini su laboratorio analisi a Corato

 
Domenica gioca con il Milan
Lecce si prepara alla trasferta di San Siro: Liverani avrà tutti gli effettivi

Lecce si prepara alla trasferta di San Siro: Liverani avrà tutti gli effettivi

 
La decisione
Strage in famiglia a Orta Nova: funerale unico per tutti

Strage in famiglia a Orta Nova: funerale unico per tutti

 
La causa civile
Bari, bimba morì all'Ospedaletto: in sala operatoria mancava il termometro

Bari, bimba morì all'Ospedaletto: in sala operatoria mancava il termometro

 
Il vertice
Vertenza Gazzetta, incontro a Roma tra Fnsi, Cdr e azienda

Vertenza Gazzetta, incontro a Roma tra Fnsi, Cdr e azienda

 
La denuncia
Puglia, Centri per l'impiego senza pc e stampanti. Csa: stallo da 15 mesi

Puglia, Centri per l'impiego senza pc e stampanti. Csa: stallo da 15 mesi

 
La procura
Foggia, dall'emendamento al numero come la salumeria per l'appuntamento«Un sistema basato sulle clientele»

Foggia, dall'emendamento al numeretto per l'appuntamento: «Continue clientele»

 
Il caso nel Barese
Calcio, l'allenatore: «Via i calciatori rissosi». Il club: «Te ne vai tu»

Calcio, l'allenatore: «Via i calciatori rissosi». Il club: «Te ne vai tu»

 
Lunedì
Taranto, ministro Fioramonti a inaugurazione anno scolastico

Taranto, ministro Fioramonti a inaugurazione anno scolastico

 

Il Biancorosso

Domenica
Bari, D'Ursi indisponibile per trasferta ad Avellino

Bari, D'Ursi indisponibile per trasferta ad Avellino

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceI soccorsi
Migranti, in arrivo 80 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

Migranti, in arrivo 50 a Leuca: erano su una barca intercettata dalla Guardia costiera

 
PotenzaL'incontro
Tempa Rossa, Regione Basilicata verso l'accordo con Total

Tempa Rossa, Regione Basilicata verso l'accordo con Total

 
MateraL'iniziativa
Matera 2019, la capitale è anche il «Paese della cuccagna»

Matera 2019, la capitale è anche il «Paese della cuccagna»

 
FoggiaLa decisione
Strage in famiglia a Orta Nova: funerale unico per tutti

Strage in famiglia a Orta Nova: funerale unico per tutti

 
BariLa causa civile
Bari, bimba morì all'Ospedaletto: in sala operatoria mancava il termometro

Bari, bimba morì all'Ospedaletto: in sala operatoria mancava il termometro

 
TarantoLunedì
Taranto, ministro Fioramonti a inaugurazione anno scolastico

Taranto, ministro Fioramonti a inaugurazione anno scolastico

 
BrindisiLe indagini
Brindisi, una fucilata tra i bambini prima del delitto Carvone: altri due arresti

Brindisi, una fucilata tra i bambini prima del delitto Carvone: altri due arresti

 

i più letti

san severo

Presa banda di giovani
tra furti e violenze
operavano in tre regioni

Tra gli arrestati anche due ragazze: Antonio Bonaventura, di 22 anni, Ciro Mazzeo, di 21, Giuseppe Scarcella, di 19, Andrea Stocola, di 23, Antonietta Cartanese, di 34, e Roberta Lucia Francillotti, di 21

Polizia San Severo arresti

SAN SEVERO (FOGGIA) - La polizia di Stato ha arrestato a San Severo (Foggia) due ragazze e quattro ragazzi accusati di aver fatto parte di una banda criminale dedita ad una trentina di furti di auto e al saccheggio di alcuni box. A due degli arrestati viene contestato anche il violento pestaggio di un medico che, dopo un incidente stradale, aveva ripreso con il suo telefonino i danni provocati dall’auto dei due finita contro alcune automobili in sosta.

Gli arrestati sulla base di un’ordinanza di custodia cautelare sono: Antonio Bonaventura, di 22 anni, Ciro Mazzeo, di 21, Giuseppe Scarcella, di 19, Andrea Stocola, di 23, Antonietta Cartanese, di 34, e Roberta Lucia Francillotti, di 21.
I luoghi in cui la banda agiva erano prevalentemente alcune località del Molise (Termoli) e Abruzzo (Vasto, Montesilvano), estendendosi in un caso anche nelle Marche. La refurtiva veniva poi trasferita a San Severo.

Il pestaggio del medico risale al 5 marzo scorso ed è attribuita dagli inquirenti a Bonaventura e Mazzeo che con una Renault Twingo finirono a forte velocità contro i bidoni dell’immondizia e due veicoli in sosta a San Severo. I due, mentre cercavano di fuggire rimuovendo a spinta la loro auto, si accorsero che un cittadino stava riprendendo quello che era accaduto con il proprio telefonino. Per questo Bonaventura e Mazzeo - secondo l’accusa - minacciarono prima l'uomo di spengnere il telefonino e, subito dopo, lo colpirono con calci e pugni fino a procurargli diverse ferite e la frattura orbitale dell’occhio. Il telefonino fu invece distrutto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie