Mercoledì 16 Giugno 2021 | 13:08

NEWS DALLA SEZIONE

Incendio
Ruffano, le fiamme divorano campi e capannone agricolo

Ruffano, le fiamme divorano campi e capannone agricolo

 
Calcio
Il Lecce punta su Olivieri per l'attacco

Il Lecce punta su Olivieri per l'attacco

 
I forum della Gazzetta
Bari, la corsa a ostacoli della ripartenza

Bari, la corsa a ostacoli della ripartenza

 
Blitz nel porto
Brindisi, un chilo di coca nel doppiofondo del tir

Brindisi, un chilo di coca nel doppiofondo del tir

 
La visita
Bari panoramica

Israele deve venire in Puglia, il «tallone» d'Italia

 
Sanità
Bari, l'ospedale in Fiera va smontato a luglio

Bari, l'ospedale in Fiera va smontato a luglio

 
L'incidente
Carovigno, 14enne investito mentre era in bici: morto sul colpo

Carovigno, 14enne investito mentre era in bici: morto sul colpo

 
Il caso
Bari, morto il 54enne in intensiva dopo dose J&J: era in coma per trombosi. Il caso segnalato ad Aifa

Bari, morto il 54enne in intensiva dopo dose J&J: era in coma per trombosi.
Il caso segnalato ad Aifa

 
Scuola
Maturità 2021, domani al via in Puglia e Basilicata: gli auguri di Bardi e dell'assessore Leo

Maturità 2021, al via in Puglia e Basilicata: gli auguri agli studenti di Bardi e dell'assessore Leo

 
Lotta al virus
Vaccini, in Puglia somministrate 2.952.843 di dosi. Prenotati 11mila ragazzi tra 12 e 15 anni

Vaccini, in Puglia somministrate 2.952.843 di dosi. Prenotati 11mila ragazzi tra 12 e 15 anni

 
Il caso
Cerignola, minaccia dottoressa in Pronto soccorso perché «troppo lenta»

Cerignola, minaccia dottoressa in Pronto soccorso perché «troppo lenta»

 

Il Biancorosso

verso il futuro
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeIncendio
Ruffano, le fiamme divorano campi e capannone agricolo

Ruffano, le fiamme divorano campi e capannone agricolo

 
PotenzaIl progetto
Potenza, una scuola per «coltivare boschi»

Potenza, una scuola per «coltivare boschi»

 
BariIl caso
Bari, gli Antro e la truffa alla Provincia

Bari, gli Antro e la truffa alla Provincia

 
FoggiaSanità
San Giovanni Rotondo, bimba di 18 mesi salva dopo un intervento al cervello

San Giovanni Rotondo, bimba di 18 mesi salva dopo un intervento al cervello

 
BrindisiBlitz nel porto
Brindisi, un chilo di coca nel doppiofondo del tir

Brindisi, un chilo di coca nel doppiofondo del tir

 
BatAmbiente
Bat, continua la moria di tartarughe

Bat, continua la moria di tartarughe

 
TarantoDroga
Taranto, due arresti per spaccio

Taranto, due arresti per spaccio

 
Materala vicenda
Truffa dell'arrotino, una denuncia a Matera

Truffa dell'arrotino, una denuncia a Matera

 

i più letti

Allarme dei sindacati

Vestas a Taranto, pronte
le lettere di licenziamento

«Un’altra bomba sociale scoppia su Taranto. Pronto il licenziamento per molti lavoratori della Vestas Blades in scadenza di contratto». A lanciare l’allarme sono le organizzazioni sindacali Fim, Fiom, Uilm e Fismic, che riferiscono di un incontro con l’azienda che si è tenuto nella sede tarantina di Confindustria». Durante la riunione, informano i sindacati, «è emersa la volontà da parte di Vestas Blades (dove si realizzano le pale eoliche ndr) di mettere in ferie forzate (anticipando i ratei di ferie e Par, permessi anni retribuiti, maturandi dal 2017), tutti i lavoratori, suddivisi in due diversi turni: dal 8 al 11 dicembre e dal 19 dicembre 2016 al 8 gennaio 2017».
Ferie che, aggiungono i sindacati, sarebbero «dettate da un’assenza di lavoro a causa del completamento anticipato della produzione prevista. Nella stessa riunione l’azienda ha comunicato di aver già acquisito commesse di lavoro tali da garantire lavoro fino a giugno 2017». Alla luce di questa informazione acquisita le organizzazioni sindacali «hanno posto all’azienda alcuni quesiti, anche in relazione al futuro occupazionale dei 329 lavoratori somministrati e dei 41 lavoratori diretti con contratto a tempo determinato, per i quali era stato ipotizzato un percorso di stabilizzazione». L'azienda ha annunciato che, «considerata la produzione limitata fino a metà 2017, a partire già da oggi, non rinnoverà - puntualizzano Fim, Fiom, Uilm e Fismic - i contratti in scadenza al 30 novembre (109 unità), 31 gennaio (113) e 28 febbraio (116). Per scongiurare i licenziamenti è stato proposto l'utilizzo degli ammortizzatori sociali. Soluzione questa non condivisa dall’azienda».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie