Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 19:19

NEWS DALLA SEZIONE

Durante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
Serie B
Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

 
Dopo gli arresti
Trani, nuova accusa per Savasta: «Inventò indagine per colpire imprenditore»

Trani, nuova accusa per Savasta: «Inventò indagine per colpire imprenditore»

 
Regione
Sanità, Puglia fuori dal commissariamento, slittata a marzo decisione del ministero

Sanità, Puglia fuori dal commissariamento, slittata a marzo decisione del ministero

 
Guerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
A taranto
Romeno aggredisce coppia appartata in casolare vicino stazione: arrestato

Romeno aggredisce coppia appartata in casolare vicino stazione: arrestato

 
A taranto
Frode fiscale: sequestrati beni per 1,5 milioni di euro a impresa settore telefonia

Frode fiscale: sequestrati beni per 1,5 milioni di euro a impresa settore telefonia

 
Nel Tarantino
Palagiano: abusa di una minorenne e la perseguita, in manette un 65enne

Palagiano: abusa di minorenne e la perseguita, in manette 65enne

 
Nel Barese
Rutigliano, l'agguato a fuoco per vendicare debito di droga fallì, identificati 5 responsabili

Rutigliano, l'agguato a fuoco per vendicare debito di droga fallì, identificati 5 responsabili

 
A Foggia
Borgo Mezzanone: sequestrati immobili abusivi nel ghetto dei migranti

Migranti, giù le baracche abusive di Borgo Mezzanone FT/VD
Salvini: «La pacchia è finita»

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeDurante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
AnalisiL'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
BatIl caso
Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

 
TarantoDecide il giudice del lavoro
Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

 
LecceNel mirino della criminalità
Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

Lecce, nuova «sfida» al prete antimafia Don Coluccia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
FoggiaGuerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
MateraUn 21enne materano
Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

 

dipendenti sanitaservice

Brindisi, furti e truffe sui farmaci
in ospedale: 9 arresti, 46 indagati

In manette dipendenti della società partecipata della Asl addetti alla movimentazione di farmaci presso la farmacia ospedaliera e altri soggetti

Continue sparizioni di farmaci. Ma anche di pannolini, amuchina, guanti e rotoli di carta. E' dal 2014, secondo quanto accertato dai carabinieri del Nas di Taranto, che nei depositi dell’ospedale 'Perrinò di Brindisi, si registravano continui ammanchi di materiale sanitario. La denuncia è stata formalizzata dalla Asl lo scorso febbraio e nel corso delle indagini sono anche spuntati fuori i «furbetti» del cartellino, personale ausiliario che si assentava dal lavoro quasi sempre immediatamente dopo i furti. Molto probabilmente, ritiene quindi l’accusa, per occuparsi delle consegne del materiale rubato.

L’inchiesta del pm Valeria Farina Valaori ha portato all’esecuzione nei confronti di 10 persone, molte delle quali dipendenti Sanitaservice, società in house della Asl di Brindisi, di un’ordinanza di custodia cautelare per reati di furto, peculato, ricettazione e truffa aggravata, contestati a vario titolo. Ci sono anche 36 indagati in stato di libertà, presunti acquirenti di medicinali, per lo più antibiotici e pomate, a prezzi ridotti. O di presidi sanitari smistati illecitamente.

Nel corso delle perquisizioni eseguite all’alba dai Nas sono saltati fuori altri prodotti, tutti sottoposti a sequestro. Il provvedimento cautelare invece dispone per sette persone gli arresti domiciliari, per due in carcere e per uno l’obbligo di dimora. Otto sono uomini, due donne. Quasi tutti lavoratori della società in house in cui sono transitati tempo addietro i dipendenti di una appaltatrice con ruolo di portantini e incarico di trasportare farmaci e presidi nei reparti. L'inchiesta è stata eseguita tramite microcamere nascoste all’interno del nosocomio e intercettazioni telefoniche e ambientali che hanno documentato il sistematico approvvigionamento di prodotti farmaceutici poi consegnati a domicilio da un ambulante di frutta e verdura e dai suoi famigliari.

A quanto stimato il danno provocato alla Asl, il cui direttore generale Giuseppe Pasqualone ha formulato denuncia, sarebbe quantificabile in circa 100.000 euro nel periodo d’inchiesta, 40.000 soltanto negli ultimi tre mesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400