Lunedì 25 Marzo 2019 | 00:37

NEWS DALLA SEZIONE

La regionali
Basilicata, centrodestra verso la vittoria. Exit poll: Bardi avanti (38-42%), tonfo del M5S

Basilicata, centrodestra verso la vittoria: proiezioni, Bardi 41%, centrosinistra al 34%, tonfo del M5S (20%)

 
Le compensazioni
Tap, Conte su rifiuto 30 mln sindaco Meledugno. «Schiaffo a comunità». «Non voglio quei soldi»

Tap, Conte su rifiuto 30 mln sindaco Meledugno. «Schiaffo a comunità». «Non voglio quei soldi»

 
La storia
Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

 
Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

 
Agricoltura in protesta
Lecce, Coldiretti e Gilet arancioni a Conte: «Bisogna fermare disastro Xylella»

Lecce, Coldiretti e Gilet arancioni a Conte: «Bisogna fermare disastro Xylella»
Lui replica: «Andava fatto prima»

 
SERIE D
Palmese - Bari: segui la diretta

Palmese - Bari termina 0-0, biancorossi sempre più vicini alla C 
Rivedi la diretta

 
Droga
Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

 
Il siderurgico
Ex Ilva, Fim a Regione Puglia: «Avviare corsi per lavoratori in cassa integrazione»

Ex Ilva, Fim a Regione Puglia: «Avviare corsi per lavoratori in cassa integrazione»

 
L'annuncio
Contrasto alla Xylella, Lezzi: «per il 2020 e il 2021 in arrivo 300 mln»

Lotta alla Xylella, Lezzi: «per il 2020 e il 2021 in arrivo 300 mln»
Emiliano: «Nostre richieste ascoltate»

 
La visita
Patto Cnr-Eni sulla ricerca: il premier Conte in visita a Lecce

Lecce, firmato da Premier patto Cnr-Eni sulla ricerca
«Governo? Questa ultima esperienza» VD

 
Si vota dalle 7 alle 23
Elezioni regionali in Basilicata, urne aperte: si vota dalle 7 alle 23

Regionali, le elezioni in Basilicata
Alle 19 affluenza circa 40% FOTO

 

Il Biancorosso

DOPO I 5 ANNI DI DASPO
La difesa dello steward della Turris"False accuse e tanta cattiveria"

La difesa dello steward della Turris
"False accuse e tanta cattiveria"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa storia
Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

Andria, sfrattata la bancarella dei Mansi, la famiglia della bimba uccisa

 
Lecce
Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

Leuca, intercettata da Gdf barca a vela con 25 migranti

 
TarantoAmbiente
Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

Ex Ilva, Conte : «Sappiamo che il problema di Taranto è serio»

 
FoggiaAnche lei premiata da Mattarella
È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

È Rebecca, 10 anni da Lucera, l'Alfiere della Repubblica più giovane d'Italia

 
MateraDroga
Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

Coltivava marijuana in casa: arrestato 40enne nel Materano

 
BrindisiIl caso
Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

Cimitero privatizzato a Ceglie Messapica, la Lega: «È una cosa sospetta»

 
Altre notizie HomeTra sacro e profano
Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

Sannicandro di Bari, ecco i pentoloni di ceci per festeggiare San Giuseppe

 

trani

Troppi debiti
il Comune
«sfratta» la Lampara

È quanto ha ordinato il dirigente dell’Area lavori pubblici dell’Ufficio tecnico, Giovanni Didonna, con un atto di formale disdetta del contratto di locazione

storico locale di Trani La Lampara

di NICO AURORA

TRANI - Entro sessanta giorni il mitico locale danzante La lampara dovrà essere sgomberato. È quanto ha ordinato il dirigente dell’Area lavori pubblici dell’Ufficio tecnico, Giovanni Didonna, con un atto di formale disdetta del contratto di locazione stipulato il 14 aprile 1999, e successivo perfezionamento del 4 ottobre 2011, per effetto del quale la locazione sarebbe scaduto il 13 aprile 2017. Il contratto di origine era stato siglato tra il Comune di Trani, proprietario dell’immobile, e la società Didi strategie ed eventi, di Antonio Di Lollo, il quale però, in qualità di conduttore dell’immobile, maturò progressivamente una serie di debiti con il Comune per canoni di locazione non corrisposti: la somma si sarebbe incrementata fino a 208.535 euro. Peraltro, il gestore aveva pagato, di tasca propria molti lavori di implementazione ed isolamento acustico, così da realizzare i propri eventi in sicurezza e senza disturbare la quiete pubblica.

Forse fu proprio per questo motivo che, contro le varie sollecitazioni, prima, e decreti ingiuntivi, poi, Di Lollo non avrebbe mai promosso alcuna azione legale e/o amministrativa, ma, nel frattempo cedeva il ramo d’azienda, tramite atto notarile, alla neo costituita Società lavoratori La lampara, con un’operazione che avrebbe salvato il posto di lavoro dei dipendenti, i quali si sarebbero fatti carico progressivamente del rientro dai debiti contratti dal loro ex datore di lavoro che, nel frattempo, avrebbe lasciato l’Italia. Ciononostante, il dirigente ha rilevato che tale cessione di ramo d’azienda non sia stata autorizzata formalmente dal Comune e, pertanto, ha disposto che la cooperativa che attualmente conduce il locale lo sgomberi entro due mesi da persone e cose. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400