Sabato 17 Aprile 2021 | 07:37

NEWS DALLA SEZIONE

la decisione
Bari, Parco della giustizia escluso dalla grandi opere: «Grave disattenzione verso emergenza gravissima»

Bari, Parco della giustizia escluso dalle grandi opere: «Grave disattenzione verso emergenza gravissima»

 
la svolta
Pd Puglia, c’è l’effetto Letta: Piemontese, Pagano e Paolicelli sul nuovo corso

Pd Puglia, c’è l’effetto Letta: Piemontese, Pagano e Paolicelli sul nuovo corso

 
dati nazionali
Covid in Italia, giù i contagi (+ 16mila) ma aumenta numero morti (+429): diminuiscono terapie intensive

Covid in Italia, giù i contagi (+ 16mila) ma cresce numero morti (+429): calano terapie intensive

 
L'intervento
Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «No si perda neanche un posto di lavoro»

Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «Non si perda neanche un posto di lavoro»

 
L'emergenza
Dal 26 aprile l'Italia riapre: «pass» tra Regioni di colore diverso. Alcuni sport al via dal 1 giugno

Dal 26 aprile l'Italia riapre: «pass» tra Regioni di colore diverso. Scuole aperte e alcuni sport al via dal 1 giugno

 
L'emergenza
Puglia, in un mese 7mila vaccinazioni anti Covid «anomale»: è caccia ai «furbetti»

Puglia, in un mese 7mila vaccinazioni anti Covid «anomale»: è caccia ai «furbetti»

 
Il personaggio
Chirurgia plastica, Foggia detta la linea all’Europa

Chirurgia plastica, Foggia
detta la linea all’Europa

 
dati regionali
Covid in Puglia, cala curva contagi (+1537) e indice positività (11,47%) ma tanti i morti: 50 nelle ultime 24 ore

Covid in Puglia, cala curva contagi (+1537) e indice positività (11,4%) ma tanti i morti: 50 nelle ultime 24 ore. Regione resta in zona rossa

 
il bollettino
Coronavirus, in Basilicata 181 nuovi positivi, ma nessun decesso

Coronavirus, in Basilicata 181 nuovi positivi, ma nessun decesso. Regione resta arancione e 9 Comuni rossi

 
I dati
Covid, la Puglia resta rossa: pesa la pressione sulle terapie intensive

Covid, la Puglia resta rossa: pesa la pressione sulle terapie intensive

 
L'abbinamento
La «Gazzetta» lunedì 19 aprile in edicola con Il Sole 24 Ore a un prezzo speciale

La «Gazzetta» lunedì 19 aprile in edicola con Il Sole 24 Ore a un prezzo speciale

 

Il Biancorosso

Serie C
Gli ex di Bari-Palermo: Floriano, il "re" della serie D

Gli ex di Bari-Palermo: Floriano, il «re» della serie D

 

NEWS DALLE PROVINCE

Newsweekl'iniziativa
Bari, infermieri del Di Venere su tute Covid: «DDL ZAN» contro discriminazioni di genere

Bari, infermieri del Di Venere su tute Covid: «DDL ZAN» contro discriminazioni di genere

 
Tarantola protesta
Mittal Taranto, presidio al Mise il 22 aprile per operaio licenziato

Mittal Taranto, sciopero e presidio al Mise il 22 aprile per operaio licenziato

 
Leccel'esposto
Galatina, donna incinta abortisce dopo essere andata in ospedale per controllo e rimandata a casa

Galatina, donna incinta abortisce dopo essere andata in ospedale per controllo e rimandata a casa

 
PotenzaL'intervento
Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «No si perda neanche un posto di lavoro»

Stellantis di Melfi, il sottosegretario Moles: «Non si perda neanche un posto di lavoro»

 
Foggiala denuncia
Foggia, assistenza psichiatrica insufficiente nel carcere: uno specialista per poche ore al giorno

Foggia, assistenza psichiatrica insufficiente nel carcere: uno specialista per poche ore al giorno

 
Batla decisione
Popolare Bari, truffa su polizze vita: assolti dipendenti filiale di Barletta

Popolare Bari, truffa su polizze vita: assolti dipendenti filiale di Barletta

 
BasilicataEconomia
Bardi: «Con Recovery Fund ridurre divario fra Nord e Sud»

Bardi: «Con Recovery Fund ridurre divario fra Nord e Sud»

 
Brindisial Perrino
Brindisi, muore povero e solo: la città gli paga il funerale

Brindisi, muore povero e solo: la città gli paga il funerale

 

i più letti

Il caso

Bari, liberi gli avvocati della truffa alla Regione

Revocati i domiciliari a Primavera e Panebianco, coinvolti nel caso da 28mln delle indennità agricole

Bari, liberi gli avvocati della truffa alla Regione

La rinuncia a tutti crediti già maturati e ai ricorsi pendenti fa venire meno le esigenze di custodia cautelare. E così, con il parere positivo della Procura di Bari, il gip Anna Perrelli ha revocato gli arresti domiciliari a carico degli avvocati Michele Primavera e Oronzo Panebianco, al centro dell’inchiesta per la presunta truffa sull’indennità compensativa in agricoltura che avrebbe pesato per 28 milioni di euro sulle casse della Regione.


Primavera (con l’avvocato Francesco Ruggiero) e Panebianco (avvocato Nicola Quaranta), insieme ad altre 21 persone, rispondono a vario titolo e secondo le rispettive responsabilità di associazione per delinquere, truffa aggravata, falsificazione di firme e di domicilio, riciclaggio e autoriciclaggio, oltre che di corruzione in atti giudiziari e interruzione di pubblico servizio. La scorsa settimana i due legali, ritenuti a capo del gruppo che avrebbe messo su il «giochino» per lucrare sulle spese legali, ha raggiunto con la Procura un «accordo» che ha permesso di interrompere il flusso di fondi pubblici: oltre ai 23 milioni di euro già pagati nel corso di 15 anni (e in parte recuperati con i sequestri, che hanno interessato prevalentemente immobili), c’erano infatti i pignoramenti già effettuati sui conti della banca tesoriera della Regione (valgono circa 1,5 milioni) ma anche centinaia e centinaia di ingiunzioni presentate e non ancora decise. Secondo i conteggi più recenti, dal 1996 al 31 dicembre scorso le indennità agricole sono costate alla Regione in tutto 28,2 milioni, di cui però solo 3,7 costituirebbero la sorte capitale: il resto sono spese e interessi. Ma la rinuncia alle liti pendenti ha probabilmente chiuso la partita per sempre


Il meccanismo si basa sulle indennità dovute agli agricoltori in base a una legge del 1982, somme che la Regione non ha pagato per quattro anni generando un enorme contenzioso: partendo dalle sentenze di condanna, gli avvocati hanno eseguito nei confronti della Regione migliaia di pignoramenti da poche centinaia di euro, intervenendo poi in proprio in sede di assegnazione per ottenere le proprie competenze (che godono di prelazione). Siccome il pignoramento originario risultava quasi sempre incapiente, cominciava una nuova procedura per ottenere la somma residua e le nuove spese legali. Un meccanismo che è andato avanti, indisturbato, per anni, è che è emerso solo nel 2018 a fronte degli accertamenti effettuati dagli uffici regionali su un debito fuori bilancio particolarmente consistente.


L’inchiesta condotta dalla Finanza e coordinata dal procuratore reggente Roberto Rossi e dal pm Desirèe Digeronimo (subentrata a Francesco Bretone) non è conclusa: sono in corso accertamenti su altri episodi denunciati dalla stessa Regione. Ieri sono stati revocati i domiciliari anche a Renzo Pedico, ritenuto il tramite tra gli avvocati e le associazioni degli agricoltori, a fronte dell’impegno della difesa (avvocato Carmine di Paola) a chiedere il rito abbreviato. Resta invece ai domiciliari Giuliana Tarantini, 64 anni, dipendente del Tribunale di Bari che risponde corruzione in atti giudiziari: dopo il «no» del Riesame l’avvocato Massimiliano Carbonara ha presentato ricorso per Cassazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie