Giovedì 04 Giugno 2020 | 14:23

NEWS DALLA SEZIONE

ripresa
Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

 
il bollettino
Coronavirus, in Puglia 4 nuovi casi su 2543 tamponi. 3 decessi a Bari e Taranto

Coronavirus, in Puglia 4 nuovi casi su 2543 tamponi. 3 decessi a Bari e Taranto

 
lavoro
Truffa all'Inps nel Potentino: sedici denunciati

Truffa all'Inps nel Potentino: sedici denunciati

 
il bollettino
Coronavirus, la Basilicata non molla: 8 giorni senza nuovi contagi

Coronavirus, la Basilicata non molla: 8 giorni senza nuovi contagi

 
trasporti
Aeroporti: Ryanair riattiva voli da Bari e Brindisi dal 21 giugno

Aeroporti: Ryanair riattiva voli da Bari e Brindisi dal 21 giugno

 
Il racconto
Francesca Mangiatordi e  Elena Pagliarini

«Vi racconto i 100 giorni dell’inferno a Cremona», la testimonianza di una dottoressa di Altamura

 
serie A
Lecce, il botteghino piange un milione di euro in meno

Lecce, il botteghino piange un milione di euro in meno

 
verso il voto
Puglia, nei sondaggi avanti Fitto

Regionali Puglia, nei sondaggi avanti Fitto

 
operazione della gdf
Eroina e cocaina da Lucera al Molise: 6 arresti, smantellato gruppo criminale

Droga da Lucera al Molise: 6 arresti, smantellato gruppo criminale VD

 

Il Biancorosso

serie C
C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materaripresa
Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

 
Leccenel salento
Ugento, brucia auto maresciallo Polizia Locale: indagano i cc

Ugento, brucia auto maresciallo Polizia Locale: indagano i cc

 
Potenzalavoro
Truffa all'Inps nel Potentino: sedici denunciati

Truffa all'Inps nel Potentino: sedici denunciati

 
BariTecnologia
«Immuni, applicazione pericolosa e inutile»

«Immuni, applicazione pericolosa e inutile», il parere dell'avvocato

 
Tarantol'onorificenza
Beniamino Laterza

Taranto, un vigilante del «Moscati» ora è Cavaliere della Repubblica

 
Foggianel foggiano
San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

 
BrindisiL'intimidazione
Ostuni, incendiata auto a ex sindaco

Ostuni, incendiata auto in pieno giorno: terzo attentato all' ex sindaco

 

i più letti

Lotta alla droga

Venosa, scoperta maxi piantagione di 11mila piante di canapa indiana: 5 arresti

I 5 sono accusati, in concorso, di produzione e traffico di sostanze stupefacenti.

Venosa, scoperta maxi piantagione di 11mila piante di canapa indiana: 5 arresti

Foto Tony Vece

POTENZA - Una maxi piantagione di canapa indiana, con circa undicimila piante coltivate in sette serre allestite in una zona rurale, e un laboratorio per la lavorazione della droga sono stati stati scoperti e sequestrati a Venosa (Potenza) dai Carabinieri, che hanno arrestato cinque persone con le accuse, in concorso, di produzione e traffico di sostanze stupefacenti. Sequestrati oltre 118 chili di marijuana.

Avrebbero potuto produrre complessivamente circa 16 mila tonnellate di «fiori secchi» (marijuana) le 11 mila piante di canapa indiana, alte tra i due e i tre metri, sequestrate a Venosa (Potenza) dai Carabinieri in un blitz effettuato nei giorni scorsi in sette serre (dell’estensione di circa 3.200 metri quadrati) allestite in una zona rurale «assolutamente non visibile da alcun punto delle attigue arterie stradali».

Stamani, a Potenza, i dettagli dell’operazione denominata «Indica» - che ha portato a cinque arresti (tre uomini calabresi e due cittadini marocchini, con regolare permesso di soggiorno) - sono stati illustrati in una conferenza stampa dal Comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Nicola Albanese. I due cittadini marocchini e uno dei tre calabresi sono stati arrestati in flagranza di reato mentre erano all’interno delle serre, gli altri due sono stati fermati a Ripacandida (Potenza) a bordo di un autobus di linea.

Durante l’incontro con i giornalisti è stato inoltre reso noto che all’interno delle serre sono state scoperte e sequestrate 59 buste in plastica termosaldate, contenenti 50 chilogrammi di marijuana e altri 68 chilogrammi della stessa sostanza stupefacente in fase di essiccamento: 118 chilogrammi in totale, per un valore di circa 700 mila euro. Ulteriori indagini sono in corso da parte dei militari dell’Arma per accertare i mercati verso cui era diretta la droga, se ci siano dei collegamenti con organizzazioni criminali e il ruolo dei proprietari dei terreni su cui sono state realizzate le serre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie