Venerdì 20 Settembre 2019 | 09:39

NEWS DALLA SEZIONE

Tempo scaduto
Vaccini, in Puglia 12mila bimbi rischiano l'esclusione da nidi e materne

Vaccini, in Puglia 12mila bimbi rischiano l'esclusione da nidi e materne

 
Gli allenamenti
Lecce-Napoli, differenziato per Meccariello e Dell'Orco

Lecce-Napoli, differenziato per Meccariello e Dell'Orco

 
Nel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
Le dichiarazioni
Emiliano: «Felice per candidatura Elena Gentile alle primarie del centrosinistra»

Emiliano: «Felice per candidatura Elena Gentile alle primarie del centrosinistra»

 
Nel tarantino
Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

 
ambiente
Taranto, incendio in impianto autodemolizioni: colonna di fumo nero

Taranto, incendio in impianto autodemolizioni: colonna di fumo nero

 
L'allarme
Xylella, vertice a Roma. Bellanova: «Accelerare investimenti per rilancio»

Xylella, vertice a Roma, Bellanova: «Accelerare investimenti per rilancio»

 
trasporti
Bari - Milano, presentato nuovo treno Frecciagento, cresce il comfort sulla linea Adriatica

Bari - Milano, presentato nuovo treno Frecciagento, cresce il comfort sulla linea Adriatica

 
Nel tarantino
Massafra, nigeriano si denuda in strada e sputa contro le auto di passaggio: arrestato

Massafra, nigeriano si denuda in strada e sputa contro le auto di passaggio: arrestato

 
L'accordo
Polis Avvocati, ecco l'alleanza per lo sviluppo territoriale: parla il penalista Laforgia

Polis Avvocati, ecco l'alleanza per lo sviluppo territoriale: parla il penalista Laforgia

 
Tentato omicidio
Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiBlitz dei Cc
Oria, catturato rapinatore: era latitante da due mesi

Oria, catturato rapinatore: era latitante da due mesi

 
LecceNel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
TarantoNel tarantino
Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

 
PotenzaSul raccordo Potenza-Sicignano
Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

 
MateraTentato omicidio
Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

 
BatLa proposta
Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

 
Foggianel foggiano
Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

 

i più letti

Il caso

Aggressione ad arbitro 19enne, Virtus Palese esclusa dal campionato

Un anno fuori dal torneo allievi U.17,lunghi stop a 3 giocatori

Calcio, arbitro 19enne aggredito in Puglia, Giorgetti: «Pene esemplari»

BARI - La giustizia sportiva ha scelto il pugno duro nei confronti della Virtus Palese dopo l’aggressione di sabato scorso a Bari all’arbitro Tiziano Albore, al termine della partita con la Levante 2008, nell’ambito del campionato provinciale allievi U17. Il club è stato escluso dal campionato per un anno, un calciatore è stato squalificato fino al 31 marzo 2020 e altri due fino al 31 marzo del 2024 (sono tutti minorenni). Il giudice sportivo ha comminato una inibizione fino al 31 dicembre 2024 al dirigente accompagnatore Francesco Scioscia, con proposta di radiazione per le frasi pronunciate contro l’arbitro durante la gara, tra cui: «mi devo prendere dieci anni di squalifica ma questo lo spezzo», secondo quanto riportato nel provvedimento.

Il provvedimento è stato emesso dal giudice sportivo della delegazione provinciale di Bari, Giovanni Vincenti, assistito dal rappresentante dell’Aia Domenico Cataldo, che ha anche stabilito che la Virtus dovrà anche pagare una ammenda di 1500 euro e ha l’obbligo di risarcire tutti i danni fisici e materiali subiti dall’arbitro Albore. Secondo il giudice, uno dei calciatori «a fine gara correva verso il direttore di Gara e lo colpiva al petto con forza, con le mani, facendolo indietreggiare di un paio di metri», un altro lo ha schiaffeggiato, mentre il terzo gli ha dato un pugno al volto.

Gegè Gerson, ex giocatore del Bari e allenatore della Virtus Palese, in prima linea nel difendere l’arbitro mentre veniva aggredito, ha così commentato il provvedimento: «Una brutta storia. Meno male che ho avuto la lucidità di proteggere l'arbitro in quel frangente. La violenza non deve avere nulla a che spartire con il calcio giovanile».

LE PAROLE DELLA FIGC - «La gravità dei fatti accaduti sabato scorso in un campionato giovanile pugliese imponeva una sanzione esemplare, che è arrivata oggi con una decisione molto dura del Giudice Sportivo». Il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha commentato così l’esclusione per un anno della Virtus Palese - società iscritta al campionato Allievi Provinciali pugliese Under 17- da ogni campionato organizzato dalla Figc in seguito all’aggressione avvenuta sabato scorso ai danni dell’arbitro Tiziano Albore. «Il ruolo delle istituzioni - ha sottolineato Gravina - è quello di promuovere i valori del gioco del calcio e il rispetto delle regole. La decisione di pochi mesi fa di inasprire le sanzioni per i fatti di violenza nei confronti dei direttori di gara è stata concepita proprio con questi obiettivi: per i violenti non c'è posto nel nostro mondo».

TRIBUNALE MINORI BARI: ESTENSIONE BULLISMO -  L’episodio di aggressione ad un arbitro avvenuta sabato scorso a Bari da parte di tre calciatori minorenni «è una estensione di un concetto di bullismo, di violenza, in ambito sportivo», in una «società che nel suo complesso è diventata più violenta e ciò che preoccupa è il non rispetto dell’autorità e delle regole». Lo ha detto il presidente del Tribunale per i minorenni di Bari, Riccardo Greco, rispondendo sulla vicenda dell’arbitro 19enne aggredito da un gruppo di calciatori della Virtus Palese e da alcuni adulti alla fine di una partita. La giustizia sportiva ha già deciso l’esclusione della squadra per un anno da ogni campionato e la squalifica fino a 5 anni dei tre baby-calciatori coinvolti.
La giustizia penale è alle prime battute. «Siamo ancora nella primissima fase degli accertamenti, bisognerà verificare» ha detto il procuratore minorile Ferruccio De Salvatore, spiegando che quello del bullismo in ambito sportivo «è un fenomeno non particolarmente diffuso nel nostro territorio. Sono stati registrati in passato dei casi di intolleranza e anche di aggressioni, però non lo definirei in questo senso particolarmente allarmante». Per il presidente Greco, «i modelli che vengono prospettati dai media sono modelli che hanno un contenuto di violenza. Quindi l’idea di una sopraffazione dell’uno sull'altro ha trovato un suo spazio. I fenomeni del bullismo scolastico sono sicuramente più evidenti - ha detto il magistrato - Quello che preoccupa è che, almeno da quanto risulta dalla denuncia, c'è stata una contrarietà ad una regola impartita dall’arbitro. Ecco questo approccio è preoccupante, il non rispetto dell’autorità costituita, il non rispetto della regola, come principio possibile».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie