Sabato 16 Febbraio 2019 | 21:24

NEWS DALLA SEZIONE

Le dichiarazioni
Autonomia, parlano i deputati della Lega Puglia: «È una grande opportunità»

Autonomia, parlano i deputati della Lega Puglia: «È una grande opportunità»

 
Il premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
La denuncia sui social
Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

Teppisti a Triggiano, lanciano sasso con fionda e colpiscono una donna

 
Serie B
Foggia, finisce 1-1 con il Padova: sfuma al 90esimo il match salvezza

Foggia-Padova, 1-1 al 90esimo: tifoso ferito

 
La manifestazione
Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

Taranto, anche Caparezza sostiene la fiaccolata per i bimbi morti di cancro

 
Controlli
Corato, chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

Chiuso il Jubilee di Corato: problemi con i Vigili del fuoco

 
Incontri d'autore
Ex-Otago ospiti della «Gazzetta del Mezzogiorno»: segui la diretta

Ex-Otago ospiti della «Gazzetta»: rivedi la diretta

 
Il processo
Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

Acque reflue a Torre Guaceto, assolti dirigenti Regione e Aqp

 
L'annuncio
Tolo Tolo, il nuovo film di Checco Zalone nelle sale a Natale 2019

«Tolo Tolo», il nuovo film di Checco Zalone nelle sale a Natale 2019

 
Il caso
Autonomia, M5S Puglia: «Guai a creare cittadini di serie A e B»

Autonomia, M5S Puglia: «Guai a creare cittadini di serie A e B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Migranti e polemiche

Viminale: «Cara Bari per ora non chiude». Sisto (FI): improvvisano.
E a Foggia fugge migrante con tubercolosi

Il parlamentare di Forza Italia ha inviato una interrogazione al ministro Salvini sulle sorti del centro di Palese. Ma la risposta in aula non chiarisce cosa vuol fare il Ministero

ingresso Cara di Bari

Chiude o no il Cara di BariP No, anzi no per ora. E domani? Non si sa. Botta e risposta sul Cara di Bari tra il parlamentare barese (FI), avv. Francesco Paolo Sisto e il Viminale. Come risulta dagli atti della Camera, in una interrogazione con risposta immediata in commissione Affari costituzionali rivolta al ministro dell’Interno, Sisto ha chiesto lumi circa le sorti del Cara di Bari dove attualmente sono ospitati circa 500 migranti. Al centro dell’interrogazione, non solo le sorti dei lavoratori che attualmente operano nella struttura e che (per colpe non loro) il cui numero in questi ultimi anni tenuto ha conto dell’elevato numero degli ospiti del Centro di accoglienza di Bari Palese. Ma anche i migranti ospiti, per i quali Sisto ha chiesto risposte concrete sul dislocamento degli attuali ospiti del Cara di Bari rivolgendo così un invito al Governo di "chiarire le politiche da intraprendere sul tema dell’immigrazione senza dover apprendere notizia dai social".
 
A rispondere a Sisto, nella seduta di giovedì, è stato il sottosegretario Carlo Sibilia che ha snocciolato i dati del numero die migranti arrivati in Italia e il consistente calo degli ospiti nei centri di accoglienza, parlando delle dismissioni (già note) delle strutture di Bagnoli di Sopra e di Cona e del comune laziale di Castelnuovo di Prato, oltre al piano di redistribuzione dei migranti del centro di Mineo.

 

“Ad oggi – ha precisato Sibilia – non risulta programmata la dismissione del centro di accoglienza sito nel comune di Bari Palese che attualmente ospita 507 migranti, di cui 14 nuclei familiari, In ogni caso – ha aggiunto Sibilia – per i richiedenti asilo già accolti in strutture viene disposto il trasferimento in altri centri di accoglienza, in modo da assicurare una equilibrata dislocazione sul territorio, mentre per tutti coloro che sono in possesso dei requisiti necessari – titolari di protezione internazionale, minori stranieri non accompagnati e titolari dei permessi per casi speciali previsti da dl 113 del 2018, viene disposto il trasferimento nella rete del Siproimi (ex Sprar)”.
 
Immediata la replica di Sisto: “La risposta non chiarisce se in prossimo futuro si intendo o no dismettere il Cara di Bari, evidenziando quindi l’instabilità, la mancanza di programmazione, nonchè l’estemporaneità delle scelte dell’esecutivo su tale delicata materia che appaiono preoccupanti per una città come Bari, al quale, come il suo territorio e larga parte del Meridione, ha subito il primo impatto dei flussi migratori”. Per Sisto è inaccettabile trattare un territorio importante come Bari che “del resto il Governo ha già mortificato in occasione della questione relativa al Palazzo di giustizia”.

Foggia, immigrato con tubercolosi fugge da ospedale

Allarme sanitario a Foggia diramato dalla Questura, per la possibile presenza sul territorio di uno straniero affetto da una forma di tubercolosi polmonare contagiosa. Lo comunica con una nota, il parlamentare della Lega, Rosano Sasso precisando che «il gambiano Joof Suwaibou, 35 anni, si sarebbe allontanato dall’ospedale di Foggia contro il parere dei medici. Le sue condizioni di salute sarebbero gravi e ad alto pericolo di contagio. Potrebbe aver preso mezzi pubblici e per questo motivo l'allerta è massima».

Sasso aggiunge: «Puoi essere nero, giallo o bianco. Ma se hai una tubercolosi contagiosa, non scappi dall'ospedale, ti fai curare! I cittadini di Foggia sono giustamente preoccupati, l'immigrato potrebbe aver preso mezzi pubblici e potrebbe essere ancora in zona. Ma dai piddini e sinistri arriva ancora l'invito a farli scendere, ad accoglierli, ad aprire i porti e a processare Salvini che impedisce gli sbarchi. I dati parlano chiaro: dall'inizio dell'anno a oggi sulle coste italiane sono sbarcati 202 migranti; nello stesso periodo dell'anno scorso, a sbarcare erano stati in 4.731. Il calo e' del 95,73%, noi ce la mettiamo tutta ma ci vorrà tempo prima di espellere tutti i clandestini fatti entrare dal pd».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400