Sabato 20 Aprile 2019 | 12:13

NEWS DALLA SEZIONE

Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Sgominata banda
Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

 
Trasporti
Pendolari, in Puglia arriva la riforma: più bus dove servono

Pendolari, in Puglia arriva la riforma: più bus dove servono

 
Fridays for future
Parla Marianna la "Greta pugliese": «Il 4 maggio tutti a Taranto»

Parla Marianna la "Greta pugliese": «Il 4 maggio tutti a Taranto»

 
Il caso
Neonato morto dopo parto in casa a Bari: indaga la Procura

Giallo a Bari, neonato morto dopo parto in casa: indaga la Procura

 
L’operazione della Dia
Mafia e droga, maxi blitz della polizia: arrestati boss del Gargano

Blitz antidroga della polizia: 10 arresti tra cui boss del Gargano

 
Il 4 maggio
Conte torna in Puglia per 100 anni Bcc di San Giovanni Rotondo

Conte torna in Puglia per 100 anni Bcc di San Giovanni Rotondo

 
Sanità
Arriva in Puglia tecnologia flash per controllo glicemia: sarà gratis

Arriva in Puglia tecnologia flash per controllo glicemia: sarà gratis

 
Il batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
La decisione
Regione Puglia vara edizione 3.0 del Reddito di dignità

Regione Puglia vara edizione 3.0 del Reddito di dignità

 
Il torneo
Calcio, anche il Matera partecipa alla coppa "Scirea"

Calcio, anche il Matera partecipa alla coppa "Scirea"

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLite in famiglia
Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
BariSgominata banda
Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

Bari, assalivano armati furgoni portavalori: 5 in manette

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
MateraTradizioni culinaria
Pasqua animalista? No grazie, i lucani non rinunciano ad agnelli e capretti

Pasqua animalista? No grazie, i lucani non rinunciano ad agnelli e capretti

 
TarantoL’edificio è in piazza Ebalia
Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

Ex sede Banca d’Italia a Taranto: c’è chi vuole comprarla

 
FoggiaContratto di sviluppo
Distretto agroindustria, Foggia vuole 100 milioni

Distretto agroindustria, Foggia vuole 100 milioni

 
BrindisiTurismo
«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

«Super ponte» in arrivo, piovono le prenotazioni: al top Ostuni

 

Il caso

Bari, scene di aborti nell'ora di religione, la denuncia M5S: «Studenti sconvolti»

Prima una lezione dell'associazione Movimento per la vita, poi la proiezione di un documentario rivolta agli studenti delle prime del liceo Galilei di Monopoli. I deputati M5S: "Chiediamo l'intervento del ministro"

Studenti verso lo sprint  Professori in sciopero

BARI - Una cruenta lezione pro vita in un liceo di Monopoli con la proiezione, durante l’ora di religione, di un video antiabortista vietato ai minori. A denunciarlo due deputati M5S Veronica Giannone e Luigi Gallo che hanno presentato un’interrogazione al Ministro Buassetti.

«La pratica dell’aborto prevede che si estraggano pezzi di gambe e braccia di bambini già formati» sarebbe una delle frasi con cui, denunciano i deputati, «l'associazione 'Movimento per la vità» si sarebbe rivolta agli studenti «delle prime classi del Polo Liceale Galileo Galilei di Monopoli (Bari)», dopo essere stata invitata a parlare di interruzione di gravidanza, lo scorso 4 dicembre. Secondo i pentastellati, inoltre, «pochi giorni dopo il docente di Religione Cattolica ha proiettato, sempre alle prime classi, un documentario dal titolo 'L'Urlo Silenzioso', del 1984, vietato ai minori, in cui si vedono scene esplicite di aborti, accompagnate da termini come 'bambino dilaniato' o 'bambino smembrato'».
«Non c'è bisogno di aggiungere altro - sottolineano - siamo a conoscenza del turbamento di decine di ragazzi, sconvolti da questo duplice episodio. Così come inevitabile è stato lo sconcerto dei genitori». «Anche per questo - annunciano - abbiamo depositato, proprio ieri, un’interrogazione scritta al ministro dell’Istruzione Bussetti. Crediamo che sia urgente intervenire per chiarire i contorni di una vicenda molto grave».

«Vogliamo ricordare ai dirigenti scolastici - proseguono i deputati - che la scuola è prima di tutto luogo di incontro, in cui coltivare nelle giovani menti degli studenti i principi di tolleranza, pluralismo e soprattutto rispetto».
«Quello dell’interruzione di gravidanza - concludono - è un tema delicatissimo che merita di essere trattato con la massima attenzione, in particolare se di mezzo ci sono dei minori».

«L'istituzione scolastica sta appurando quanto accaduto al fine di accertare eventuali responsabilità in merito». Lo assicura il dirigente scolastico del polo liceale 'Galilei-Curiè di Monopoli, Martino Cazzorla, in merito alla proiezione del video antiabortista vietato ai minori e con immagini cruente, che sarebbe stato proiettato nelle prime classi del suo istituto scolastico durante l’ora di religione.

Il caso è stato denunciato dai parlamentari del M5S, Veronica Giannone e Luigi Gallo, che hanno presentato un’interrogazione al Ministro Bussetti. I pentastellati hanno anche sottolineato che nei giorni precedenti la proiezione del video, nella scuola è stata invitata a parlare di interruzione di gravidanza l'associazione 'Movimento per la vità, che avrebbe definito l'aborto come una pratica che prevede l’estrazione di pezzi di gambe e braccia di bambini già formati. Sulla vicenda Cazzorla sottolinea che «sono state messe in atto tutte le procedure previste dalla normativa vigente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400