Sabato 19 Gennaio 2019 | 11:08

NEWS DALLA SEZIONE

Dopo appostamento dei cc
Hashish e marijuana nella camera da letto, 3 arresti a Taranto

Hashish e marijuana nella camera da letto, 3 arresti a Taranto

 
La cronaca della giornata
È il giorno di Matera 2019, da oggi è Capitale Europea della Cultura

È il giorno di Matera 2019, da oggi è Capitale Europea della Cultura
Gazzetta in edicola: appello a Mattarella

 
La città della cultura europea
Tutti i numeri di Matera 2019: 48 mln per 40 settimane di programmazione

Tutti i numeri di Matera 2019: 48 mln per 40 settimane di programmazione

 
Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
La denuncia
Ex Ilva: da domenica raccolta di firme per esposto contro Arcelor Mittal

Ex Ilva: da domenica raccolta di firme per esposto contro Arcelor Mittal

 
A Bari
Giachetti contro Emiliano: «Ha lavorato per distruggere il Pd»

Giachetti contro Emiliano: «Ha lavorato per distruggere il Pd»

 
L'inchiesta
Cloro sporco in Puglia, interdetti due funzionari di Aqp

«Cloro sporco» in Puglia, interdetti due funzionari di Aqp

 
Ferrovie
Treni in Puglia, in arrivo una task force per garantire la puntualità

Treni in Puglia, in arrivo una task force per garantire la puntualità

 
SERIE D
Cittanova - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Cittanova - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

 
L'APPUNTAMENTO
Circolo della Vela Bari, i primi 90 annidomani la grande festa con l'open day

Circolo della Vela Bari, i primi 90 anni
domani la grande festa con l'open day

 

Il caso

Foggia, un operatore aiuterà bimbo disabile escluso dalla mensa

Dopo la denuncia su Facebook della mamma di un bimbo affetto da paralisi cerebrale infantile

mensa scolastica

Dopo l’appello lanciato da sua madre su Facebook venerdì scorso, si è risolto questa mattina il caso del piccolo Francesco, alunno di una scuola elementare di Foggia, affetto da paralisi cerebrale infantile, e per questo non in grado di mangiare alla mensa scolastica senza l’aiuto di un operatore socio-sanitario. Questa mattina l’istituto comprensivo ha stipulato un accordo con l’A.p.s. 'Pegaso Istituto Europeo' che metterà a disposizione quotidianamente nella scuola frequentata da Francesco due allievi tirocinanti del corso Oss, per l’assistenza in tutte le operazioni connesse alla somministrazione del pasto in mensa. E Francesco, che frequenta la quinta elementare, anche quest’anno potrà mangiare con tutti i suoi compagni di classe.
Il caso era stato sollevato dalla mamma dell’alunno in un post pubblicato sul proprio profilo Facebook, e che in poche ore era diventato virale. «Francesco ha 11 anni e a lui piace mangiare a scuola con i compagni», aveva scritto la donna, aggiungendo che «Francesco non può mangiar da solo, ha una paralisi cerebrale infantile, quindi ci vuole una persona che lo imbocchi». «Lo scorso anno - ricordava la donna - dopo varie lotte è arrivata un Oss», che quest’anno rischiava di non esserci.
Nel lungo sfogo, la mamma aveva anche aggiunto che «indennità e assegno di cura percepite da Francesco servono per far fronte alle terapie extra, ovvero medicine, integratori, viaggi per visite specialistiche, infermieri e non per pagare un operatore socio sanitario che potesse seguire Francesco durante i pasti scolastici».
Questa mattina la scuola ha risolto il problema, confermando, precisa in una nota il dirigente scolastico «il costante impegno sui temi dell’inclusione dell’intera istituzione scolastica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400