Lunedì 22 Aprile 2019 | 21:55

NEWS DALLA SEZIONE

arresto da Reggio Calabria
Scommesse, preso a Malta un barese: era ricercato da novembre

Clan scommesse, preso a Malta un barese: era ricercato da novembre

 
Degrado in città
Bari, cassonetti strapieni in C.so Vittorio Emanuele: denunciati 2 commercianti

Bari, cassonetti strapieni in C.so Vittorio Emanuele: denunciati 2 commercianti

 
Il caso
Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

 
I controlli su strada
S. Pancrazio Salentino, beccato con mazza da baseball in auto: denunciato

S. Pancrazio Salentino, beccato con mazza da baseball in auto: denunciato

 
A Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
Gli eventi in città
Bari, domenica c'è il Gran Premio: occhio ai divieti anche per il Bif&st

Bari, domenica c'è il Gran Premio: occhio ai divieti anche per il Bif&st

 
Il ciak
Cambio set per Checco Zalone: da Gravina si sposta ad Acquaviva

Cambio set per Checco Zalone: da Gravina si sposta ad Acquaviva

 
Tutela ambientale
Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

 
Stalking
Brindisi, molestava l'ex compagna e la figlioletta: arrestato 48enne

Brindisi, molestava l'ex compagna e la figlioletta: arrestato 48enne

 
La tragedia
Monopoli, si soffoca con un boccone di carne: morto 26enne

Monopoli, si soffoca con un boccone di carne: morto 26enne

 
Il colpo di fortuna
Mola, tra i rifiuti trova gratta e vinci fortunato: 100mila euro a ex pescatore

Mola, tra i rifiuti trova gratta e vinci fortunato: 100mila euro a ex pescatore

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa raccolta differenziata
Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

 
TarantoIl caso
Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

 
BrindisiMolestie in famiglia
Turturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

Tuturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

 
LecceA Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 

Le 3 vittime pugliesi del Raganello

Gianfranco morto per salvare i 2 figli: Miryam e Claudia, amiche sino alle fine

Chi erano le tre vittime pugliesi della tragedia del Pollino, dove la piena del torrente Raganello ha travolto e ucciso dieci persone

Miryam, Claudia e Gianfranco: le tre vite inghiottite dalla piena

Gianfranco, Miryam e Claudia, le tre vittime pugliesi del disastro

Due ballerine e modelle, amiche tra di loro, e un agente penitenziario: tre vite spazzate via dalla piena di un torrente, in una giornata che doveva essere solo di avventura e divertimento, e che si è trasformata in tragedia. E' lo spaccato pugliese della tragedia del torrente Raganello che ha causato la morte di 10 persone.

Miryam Mezzolla, classe 1991, era la più giovane di tutte le dieci vittime della tragedia del torrente Raganello. Nata a Torricella (Ta), viveva a Lecce, dove faceva la ballerina e fotomodella. In tutte le foto su Facebook era insieme all'inseparabile amica e collega Claudia Giampietro, classe 1987, e nemmeno la sorte è riuscita a dividerle: Claudia, originaria di Conversano (Ba), era bionda e bellissima. Ballerina, animatrice come Miryam, stava trascorrendo l'estate lavorando nei villaggi della Puglia, girando videoclip, e soprattutto divertendosi, come ci si dovrebbe divertire a 30 anni e poco più.

Oltre alle due ragazze, l'altra vittima pugliese è Gianfranco Fumarola, agente penitenziario di Cisternino (Br), nato a Martina Franca (Ta), che lavorava nel carcere di Taranto. Appassionato di sport, sposato e con tre figli, è morto in ospedale per un trauma al torace e per le gravi ferite riportate. Due dei tre figli dell'uomo, di 11 e 12 anni, si sono salvati grazie a lui, e anche una nipote, che era in gita insieme a loro. La moglie Cinzia, calabrese e maestra d'asilo, e il figlio più piccolo, di 4 anni, avevano deciso di non partecipare all'escursione, che per Gianfranco è stata fatale. «L'ipotesi è che l’uomo, come farebbe ogni padre, prima di essere trascinato dall’ondata di piena abbia salvato i due figli che sarebbero stati trovati dai soccorritori attaccati a dei rami o a delle rocce», spiega il sindaco di Cisternino Luca Convertini. La famiglia Fumarola vive in via Paolo Borsellino nella cittadina della Valle d’Itria. (

Tre vite distrutte, tre famiglie distrutte, ma per fortuna altrettante hanno potuto tirare un sospiro di sollievo: i tre pugliesi dati per dispersi, di 21, 22 e 23 anni, che non davano loro notizie da ore, si erano in realtà accampati in una località più in alta rispetto al disastro, Valle d’Impisa, dove i cellulari non hanno campo. A dare notizia del loro ritrovamento è stata un’amica che attraverso Twitter ha informato le forze dell’ordine dicendo «Sono vivi». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400