Mercoledì 20 Febbraio 2019 | 08:04

NEWS DALLA SEZIONE

La nomina
Apulia film commission, l'architetta Dellomonaco è la nuova presidente

Apulia film commission, l'architetta Dellomonaco è la nuova presidente

 
Il vicepremier
Migranti, Salvini annuncia chisura del Cara di Borgo Mezzanone

Migranti, vicepremier: chiuderà Cara Borgo Mezzanone a Foggia

 
Il leader della lega in città

Salvini a Bari, in visita alla villa sequestrata alla mafia La diretta

 
A Gallipoli
Nigeriano sventa rapina in supermercato: Emiliano lo premia

Nigeriano sventa rapina in supermercato: Emiliano lo premia

 
L'analisi
Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

 
Componente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
Le dichiarazioni
Confindustria, Boccia: «Economia rallenta, dati devono far riflettere»

Confindustria, Boccia: «Economia rallenta, dati devono far riflettere»

 
In via Milizia
Scritte su sede Movimente 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

Scritte su sede Movimento 5 Stelle a Lecce, si segue pista anarchica

 
L'emergenza
Xylella, conclusa l'inchiesta alla Camera: «Si può solo eradicare, non ci sono cure»

Xylella, conclusa l'inchiesta alla Camera: «Si può solo eradicare, non ci sono cure»

 
L'iniziativa
Le strade di Bari si colorano con i murales dei Lego, grazie allo street artist Pao

Le strade di Bari si colorano con i murales dei Lego, grazie allo street artist Pao

 
Accoltellato un libico
Non vuole pagare uno dei suoi lavoratori e tenta di ucciderlo: arrestato sudanese nel Tarantino

Non vuole pagare uno dei suoi lavoratori e tenta di ucciderlo: arrestato sudanese nel Tarantino

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceComponente di una banda
Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

Rubavano in case mentre i proprietari erano al mare, arrestato un barese

 
MateraNel Materano
Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

Rubano tubi di rame da ditta, individuati 4 minorenni

 
BariInaugura il 21 febbraio
Sculture da indossare: la mostra di Anna Maria Di Terlizzi all'archivio di Stato di Bari

Sculture da indossare: la mostra di Anna Maria Di Terlizzi all'archivio di Stato di Bari

 
TarantoAl Teatro Fusco
La nuova vita di Diodato, senza confini ma con emozioni

La nuova vita di Diodato, senza confini ma con emozioni

 
BrindisiA Mesagne
Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

Rapinò bar con mazza da baseball, rintracciato 19enne

 
BatDopo la denuncia
Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

Estorcono denaro a un collega: 2 contadini arrestati

 
FoggiaLa storia
«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

«Nonno Libero», il barbone più longevo di Foggia, avrà una casa

 
HomeLa nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 

Dopo il sequestro

Sequestro sito nucleare
dove smaltire le acque?

Si cerca una soluzione alternativa: la palla a tre ministeri. Allo studio tre ipotesi

Sequestro sito nuclearedove smaltire le acque?

FILIPPO MELE
ROTONDELLA - «Stiamo interloquendo con i ministeri interessati e con Ispra (l’organismo pubblico di controllo in materia nucleare, ndr) sulle indicazioni della magistratura a smaltire in impianti esterni e non tramite la condotta sequestrata le acque di falda del sito Itrec». Lo ha dichiarato Emanuele Fontani, direttore della dismissione degli ex impianti atomici gestiti dalla Sogin, la spa pubblica del Ministero del tesoro, dopo che la Procura di Potenza ha fatto eseguire ai carabinieri del Noe, venerdì scorso, un decreto di sequestro preventivo, d’urgenza, di tre vasche di raccolta delle acque e della relativa condotta di scarico dell’impianto atomico dismesso Itrec, nonchè di quello che è rimasto di un altro ex impianto nucleare, il Magnox, ubicato nell’area dell’ente di ricerca Enea. E Sogin sta correndo ai ripari con almeno tre ministeri del dimissionario governo Gentiloni interessati alla risoluzione dell’ennesimo «caso ambientale».

«L’ipotesi più veloce - dice Fontani - pur se necessiterà di autorizzazioni, è quella di usare un impianto di depurazione mobile da allocare nell’area Itrec. Autorizzazioni serviranno anche nell’ipotesi di un centro di smaltimento esterno. Se dovremo, invece, realizzare un depuratore interno serviranno progetto, autorizzazioni, tempi di realizzazione». Il fatto è che «vasche e condotta – per Sogin – sono utilizzate per emungere, convogliare e scaricare l’acqua di falda soggiacente il sito per evitare che la stessa interferisca con le strutture nucleari dell’impianto». Insomma, all’inquinamento chimico potrebbero aggiungersi altri gravissimi problemi ambientali. Da qui l’interessamento del ministero del Tesoro, proprietario della spa; dello Sviluppo economico, responsabile delle autorizzazioni; e dell’Ambiente, titolare della tutela del territorio.

Sul piano dell’inchiesta, intanto, risulta che cinque persone sono indagate per inquinamento ambientale, falsità ideologica, smaltimento e traffico illecito di rifiuti. Si tratterebbe dei referenti dei procedimenti di controllo e smaltimento delle acque. Tra di loro, probabilmente, anche i firmatari delle autorizzazioni allo scarico al mare. «L’indagine – si legge nel provvedimento firmato dal procuratore capo Francesco Curcio – ha preso le mosse dal grave stato di inquinamento ambientale causato da sostanze chimiche in cui versava (e versa) la falda acquifera sottostante il sito (caratterizzata da contaminazione da cromo esavalente e tricloroetilene). Sostanze che erano state utilizzate per il trattamento delle barre di uranio/torio collocate nell’Itrec. Si è accertato, inoltre, una grave ed illecita attività di scarico a mare dell’acqua contaminata, che non veniva in alcun modo trattata. In particolare le acque contaminate, attraverso una condotta, partivano dal sito e, dopo aver percorso alcuni chilometri, si immettevano direttamente nello Jonio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400