Mercoledì 24 Ottobre 2018 | 03:29

NEWS DALLA SEZIONE

Sanità
Cerignola, muore a 38 anni in ospedale: i familiari vogliono chiarezza

Cerignola, muore a 38 anni in ospedale: i familiari vogliono chiarezza

 
Tutela ambientale
Il ministro Costa «laurea» l'Ateneo di Foggia: è il primo «plastic free»

Il ministro Costa «laurea» l'Ateneo di Foggia: è il primo «plastic free»

 
Il caso
Lucera, tenta di estorcere 5500 euro a una suora della Caritas: arrestato

Lucera, tenta di estorcere 5500 euro a una suora della Caritas: arrestato

 
A Foggia
Blogger e influencer raccontano il cibo: ecco la social dinner

Blogger e influencer raccontano il cibo: ecco la social dinner

 
Indaga la Polizia
Foggia, grave un ragazzo 18 anni«Pestato da buttafuori discoteca»

Foggia, grave un ragazzo 18 anni: «Pestato da buttafuori discoteca»

 
A Cerignola
Rigenerazione urbana: street art nel rione Torricelli

Rigenerazione urbana: street art nel rione Torricelli

 
Blitz della Polizia
Foggia, catturata banda di rapinatori: colpi in negozi e gioiellerie, 5 arresti

Cerignola, catturata banda di rapinatori con la «mazzuola» Vd

 
Sanità
Foggia, stabilizzati 105 precariall'Asl dopo più di 10 anni

Foggia, stabilizzati 105 precari
all'Asl dopo più di 10 anni

 
A Foggia
Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà più avvicinarsi

Perseguitava l'ex compagna e i suoi genitori: non potrà più avvicinarsi

 
Trasporti
Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

Foggia, seconda stazione, per il sindaco: «Si farà»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Lascia Franco Landella

«Basta ricatti per le poltrone»
Si dimette il sindaco di Foggia

Il primo cittadino guida una coalizione di centrodestra: ha deciso di mollare dopo l'ultimo «fuoco amico» (Fdi e Lega) che minacciava di non approvare il piano dei rifiuti

«Basta ricatti per le poltrone»Si dimette il sindaco di Foggia

Per il bene di Foggia, dico basta ai ricatti politici». Così Franco Landella, alla guida di una coalizione di centrodestra, ha annunciato le sue dimissioni da Sindaco di Foggia. «Dopo la continua pretesa di poltrone in giunta - spiega in una nota - ora il gruppo consiliare della Lega, Fratelli d’Italia, altri tre consiglieri dichiaratisi indipendenti dalla maggioranza, alzano il tiro con l’evidente minaccia di bocciare il piano economico finanziario di AMIU che consente ai cittadini foggiani di non pagare circa il 15% in più per la tassa sui rifiuti, cioè un milione e mezzo di euro. E io, per il bene di Foggia - aggiunge - ora dico basta ai ricatti politici, basta con il gioco al massacro di un’Amministrazione comunale che, lavorando esclusivamente per il bene della città, ha appena ottenuto 5 milioni di euro per la rigenerazione urbana, a cui si sommano gli oltre 50 milioni assegnati e pronti per essere spesi per la riqualificazione della città, in particolar modo per le periferie disastrate».

«Ho già rassegnato nelle mani del Segretario comunale le mie dimissioni - annuncia Landella -, nella convinzione che neppure la riunione dei capigruppo consiliari che, congiuntamente alle segreterie provinciali avevo ritenuto di convocare per ricomporre le fibrillazioni partitiche, possa essere utile a redimere gli appetiti politici resi sempre più manifesti dalle continue richieste di azzeramento della Giunta da parte dei consiglieri che dovrebbero sostenere l’Amministrazione, facendo parte della maggioranza consiliare».

«Ora chi ha a cuore, come me, il bene di Foggia, lo dimostri: vada in aula consiliare domani pomeriggio e voti il piano Amiu che consente ai cittadini foggiani di risparmiare un milione e mezzo di euro di tassa sui rifiuti. Se non accadrà - conclude - avrò avuto ragione: avranno agito solo per un ulteriore ricatto politico e fame di poltrone. Io a queste pretese non ci sto».

VITALI (FI): GRAVE SPACCARE IL CENTRODESTRA - «Un fatto di gravità inaudita che avrà senza dubbio ripercussioni anche in futuro». Il coordinatore regionale di Forza Italia, il senatore Luigi Vitali, commenta così la crisi al Comune di Foggia, «provocata - è detto in una nota - da consiglieri di Fratelli d’Italia e Lega, che ha determinato le dimissioni del sindaco Franco Landella. Il centrodestra unito - aggiunge - ha portato a casa non la vittoria alle elezioni politiche, ma certamente un buon risultato. Un dato che qualcuno ha già dimenticato, presentando un ordine del giorno contro Landella che, per serietà, ha rassegnato le sue dimissioni». «Quello che è accaduto - conclude Vitali - sarà oggetto di attenzione anche e soprattutto a livello nazionale»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400