Martedì 09 Agosto 2022 | 06:14

In Puglia e Basilicata

Musica e dintorni

Monteleone di Puglia, arriva la rassegna Intraterrae: ospiti Bennato e Placido

Monteleone di Puglia, arriva la rassegna Intraterrae: ospiti Bennato e Placido

La manifestazione dal 10 al 16 agosto nel più alto borgo montano dell’Appennino Dauno

03 Agosto 2022

Redazione online

FOGGIA - L’esperienza religiosa del francescano Enzo Fortunato, giornalista e direttore della sala stampa del Sacro convento di Assisi e la musica popolare di Eugenio Bennato, la Serata d’onore di un pugliese doc come l’attore Michele Placido e la comicità di Francesco Cicchella, vincitore del “Tale e quale Show”: sono alcuni degli ingredienti proposti da “Intraterrae” che, dal 10 al 16 agosto, animeranno le serate di Monteleone di Puglia, il più alto borgo montano dell’Appennino Dauno e di tutta la Puglia.

Con il sottotitolo di “Incontri e culture dei Sud tra futuro e memorie”, Intraterrae si propone di contribuire a porre un argine allo spopolamento del territorio, anche attraverso percorsi innovativi per lo sviluppo di un turismo ecologico consapevole. Al centro dell’iniziativa, la rottura del senso di isolamento che spesso condanna questi piccoli centri a una lenta agonia, cancellando la memoria storica di saperi e tradizioni che andrebbero invece preservati e consegnati alle nuove generazioni. In altre parole, il recupero di un senso di comunità cha sappia essere anche inclusivo e in grado di valorizzare la diversità. Il programma di “Intraterrae” prenderà il via mercoledì 10 agosto alle 20 con “Locande aperte”, un appuntamento scandito a iniziative di animazione e street art che si concluderà con un festoso approdo nella Villa Comunale.

Giovedì 11 alle 20, nella Villa Comunale, si terrà l’incontro dedicato alla cultura dell’accoglienza con padre Enzo Fortunato; a seguire, il concerto del Collettivo Bunker. “Vento popolare” è il titolo del recital che venerdì 12 alle 21.30 vedrà impegnato in piazza Municipio Eugenio Bennato, una presenza non occasionale la sua, considerato che, in veste di interprete ed etnomusicologo, questo artista napoletano ha compiuto diverse ricerche sulla musica tradizionale del Gargano e del Subappennino Dauno.

Sabato 13 ancora musica con Toto Toralbo e Luna Janara, una formazione napoletana la cui ricerca sul folklore dell’Italia meridionale si concentra sulla musica, la storia, l’agricoltura, l’artigianato in uno spaccato culturale di una società contadina ormai in disfacimento quasi definitivo eppure ancora ricca di risorse e suggestioni per il futuro. “Cantiamo il Sud” è l’appuntamento musicale in programma domenica 14 agosto, quando la Villa comunale ospiterà tre importanti voci del folklore meridionale, a cominciare dalla pugliese Rosalba Santoro, l’interprete santermana che ha raccolto l’eredità di grandi quali Matteo Salvatore ed Enzo Del Re. Con lei il calabrese Massimo Ferrante e il campano Dario Mogavero per un viaggio alle radici della musica popolare meridionale.

Dalla musica al teatro il 15 agosto per una serata che proporrà innanzitutto un grande pugliese del teatro italiano, Michele Placido – che com’è noto è originario di Ascoli Satriano – impegnato nella sua “Serata d’onore”, un recital di musica e poesia durante il quale sarà accompagnato da Gianluigi Esposito a voce e chitarra e Antonio Saturno a chitarra e mandolino.

Ma la serata sarà arricchita anche da “Terroni” lo spettacolo di teatro-canzone diretto e interpretato da Roberto D’Alessandro che lo ha adattato dal libro del giornalista barese Pino Aprile. Infine, il 16 agosto in piazza Municipio, il gran finale con Francesco Cicchella e il suo show “Diffidate dalle imitazioni” e lo spettacolo pirotecnico della ditta Fantasia pirotecnica di Foggia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725