Lunedì 08 Agosto 2022 | 12:49

In Puglia e Basilicata

IL CASO

Picchiarono a morte 26enne in discoteca, condannati due foggiani

Picchiarono a morte 26enne in discoteca, condannati due foggiani

La vittima del 6 ottobre 2018 Donato Monopoli di Cerignola

Pene con rito abbreviato del Tribunale nel processo per la scomparsa di Donato Monopoli: tra gli 11 e i 15 anni di carcere

27 Giugno 2022

Redazione online

FOGGIA - Pene comprese tra gli 11 e i 15 anni di reclusione. E’ la sentenza emessa poco fa nell’ambito del processo che si è celebrato con rito abbreviato per la morte di Donato Monopoli, 26enne di Cerignola picchiato in una discoteca alla periferia di Foggia nell’ottobre 2018. Il giovane morì dopo sette mesi di coma. Il giudice foggiano ha condannato Francesco Stallone a 15 anni e 6 mesi mentre Michele Verderosa a 11 anni e 4 mesi. Per entrambi l’accusa è di omicidio volontario; il giudice ha riconosciuto le attenuanti generiche. Il pm Roberto Galli aveva chiesto per entrambi una condanna a 14 anni e 4 mesi di reclusione.

Quella sera del 6 ottobre 218 i due imputati, entrambi 30enni, pestarono a sangue Monopoli all’interno di una discoteca che si trova in via Trinitapoli a Foggia. Monopoli morì dopo sette mesi di agonia all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo (Foggia). Nel corso del processo si sono costituiti parte civile i genitori e i fratelli di Donato Monopoli, insieme all’altro giovane aggredito in discoteca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725