Giovedì 26 Maggio 2022 | 15:37

In Puglia e Basilicata

Tragedia sfiorata

Rignano Garganico, nigeriano con coltello e spranga di ferro aggredisce equipe medica

Il Ghetto non è finito ora ci sono le roulotte

Ingenti i danni causati anche all’ambulatorio presente all’interno dell’area e al poliambulatorio mobile allestito su un camper

22 Aprile 2021

Redazione online

migra - L’equipe sanitaria del «Progetto Supreme», composta da tre persone, è stata aggredita ieri mentre era impegnata a prestare assistenza alle persone straniere presenti nell’insediamento spontaneo sorto nelle campagne di Rignano Garganico, nel Foggiano.

Fortunatamente nessuno è rimasto ferito. Lo comunica l’Asl di Foggia che attraverso il direttore generale Vito Piazzolla esprime «solidarietà agli operatori aggrediti». Da una prima ricostruzione dei fatti fornita dalla stessa azienda sanitaria foggiana è emerso che un nigeriano armato di spranga di ferro e di un coltello ha minacciato i sanitari.

Poi ha colpito con il bastone i mezzi dell’equipe, causando ingenti danni all’ambulatorio presente all’interno dell’area e al poliambulatorio mobile allestito su un camper. «Tutti gli altri abitanti dell’insediamento - fa sapere l’Asl di Foggia - sono accorsi per fermare l’aggressore e difendere i medici. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725