Giovedì 02 Luglio 2020 | 13:58

NEWS DALLA SEZIONE

estorsioni in campagna
San Giovanni Rotondo, minaccia agricoltori per imporre egemonia sulla raccolta olive: arrestato 40enne

San Giovanni Rotondo, minaccia agricoltori per imporre egemonia sulla raccolta olive: arrestato 40enne

 
Ambiente
Una manta spiaggiata sulla costa a Vieste

Vieste, una manta gigante spiaggiata morta sulla costa

 
Rilasciato in mare
Manfredonia, piccolo squalo si impiglia nella rete: salvato dai pescatori

Manfredonia, piccolo squalo si impiglia nella rete: salvato dai pescatori

 
Il caso
Caporalato nel Foggiano, Bellanova: «Chi ostacola emersione è complice»

Caporalato nel Foggiano, Bellanova: «Chi ostacola emersione è complice»

 
lieto fine
Bimba morsa da pipistrello a Livorno: curata a distanza da Centro Antiveleni Policlinico Foggia

Bimba morsa da pipistrello a Livorno: curata a distanza da Policlinico Foggia

 
in periferia
Foggia, uomo trovato senza vita in un'auto: indagano i carabinieri

Foggia, uomo trovato senza vita in un'auto: indagano i carabinieri

 
operazione dei cc
Foggia, i braccianti lavoravano anche per 3 euro all'ora: arrestato imprenditore

Foggia, i braccianti lavoravano anche per 3 euro all'ora: arrestato imprenditore, fatturava 6mln l'anno

 
Turismo
Pietramontecorvino, il “Guardian”: per le vacanze post-Covid. Mete ideali due centri dei Monti Dauni

Per il «Guardian» due paesi dei Monti Dauni sono garanzia di vacanze sicure

 
sanità
Foggia, al via seconda fase screening sierologico dipendenti Policlinico Riuniti

Foggia, al via seconda fase screening sierologico dipendenti Policlinico Riuniti

 
fase 3
San Giovanni Rotondo, soggiorni gratis per operatori sanitari Covid

San Giovanni Rotondo, soggiorni gratis per operatori sanitari Covid

 
l'episodio
Foggia, aggredisce e palpeggia 20enne per strada: arrestato

Foggia, aggredisce e palpeggia 20enne per strada: arrestato

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, Laribi carica i biancorossi: «Pronti a scrivere un pezzo di storia»

Bari, Laribi carica i biancorossi: «Pronti a scrivere un pezzo di storia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Hometragedia
Ugento, 74enne muore in mare, forse un malore

Ugento, 74enne muore in mare, forse un malore

 
MateraLe tradizioni religiose
Matera, è il giorno della Madonna della Bruna: ma niente assalto al carro

Matera, è il giorno della Madonna della Bruna: ma niente assalto al carro FOTO

 
Potenzadati regionali
Coronavirus in Basilicata, 254 tamponi tutti negativi: restano solo 2 contagiati in regione

Coronavirus in Basilicata, 254 tamponi tutti negativi: restano solo 2 contagiati in regione

 
Foggiaestorsioni in campagna
San Giovanni Rotondo, minaccia agricoltori per imporre egemonia sulla raccolta olive: arrestato 40enne

San Giovanni Rotondo, minaccia agricoltori per imporre egemonia sulla raccolta olive: arrestato 40enne

 
BariControlli della polizia
Bari, sfrecciano in auto a Poggiofranco con mezzo chilo di hashish: due in manette

Bari, sfrecciano in auto a Poggiofranco con mezzo chilo di hashish: due in manette

 
BatVerso il voto
Andria, Nino Marmo ha deciso: si candida a sindaco Pastore

Andria, Nino Marmo ha deciso: si candida a sindaco

 
BrindisiNel brindisino
Erchie, attentato incendiario contro azienda agricola

Erchie, attentato incendiario contro azienda agricola: arrestati 2 giovanissimi

 

i più letti

Operazione dei Carabinieri

Caporalato, blitz nel Foggiano: arrestati due imprenditori, migranti stipati nei container

Per la prima volta in Capitanata, posta sotto controllo giudiziario l’azienda che si estende su di una superficie di circa 50 ettari e che fornisce prodotti ortofrutticoli a importanti ditte dell’agroalimentare

Caporalato, blitz nel Foggiano in grande azienda agricola: sequestri e ordinanze cautelavi

Nell’ambito di una operazione anticaporalato, la Procura della Repubblica e i carabinieri di Foggia hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di due imprenditori agricoli del Foggiano Domenico e Aldo Giordano, rispettivamente di 50 e 48 anni, arrestati e posti ai domiciliari con l’accusa di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. 

Inoltre, per la prima volta in Capitanata, è stata posta sotto controllo giudiziario l’azienda agricola dei due imprenditori che si estende su di una superficie di circa 50 ettari e che - raccontano gli inquirenti - fornisce prodotti ortofrutticoli a importanti ditte dell’agroalimentare. Ciò significa che l'attività dell’azienda continuerà su binari di legalità e soprattutto che i lavoratori, in condizioni di sfruttamento, verranno assunti regolarmente e lavoreranno regolarmente. 

Stando a quanto sostenuto dagli investigatori all’interno della stessa dell’azienda sono stati anche posti sotto sequestro quattro, cinque container, utilizzati dai due imprenditori come alloggi di fortuna per i braccianti agricoli. Si tratta di abitazioni fatiscenti ed in pessime condizioni igienico- sanitarie dove - a dire degli inquirenti - venivano letteralmente stipati i migranti. 

Pagavano un "fitto" di 40 euro al mese

Dei due fratelli, Aldo aveva il compito, non solo di reclutare manodopera, ma anche di gestire i rapporti diretti con i braccianti. Ventiquattro gli extracomunitari, quasi tutti nord africani, che venivano impegnati irregolarmente nella loro azienda che si trova lungo la statale 89 tra Foggia e Manfredonia. Nello specifico - raccontano gli inquirenti - i braccianti percepivano 5 euro all’ora e lavoravano sette giorni su sette. Inoltre dal compenso mensile veniva detratta la somma di 40 euro, una sorta di affitto da versare per alloggiare nei container messi a disposizione dei migranti proprio dai due fratelli Giordano.

Il Pm: si era creato un vero e proprio ghetto

«All’interno della stessa azienda si era creato un vero e proprio ghetto» - ha evidenziato il PM Rosa Pensa, nel corso della conferma stampa. Pessime le condizioni di vita di questi braccianti. I container erano del tutto privi di corrente elettrica, la luce veniva portata nei moduli abitativi attraverso dei fili scoperti. Mancavano i servizi igienici e l’acqua corrente: i braccianti erano costretti a lavarsi con delle bottiglie. Gli extracomunitari sono stati collocati all’Emmaus, una struttura di accoglienza in provincia di Foggia.

Il Procuratore: lavoratori saranno regolarizzati

«Abbiamo posto al cento delle investigazioni le vittime dello sfruttamento - ha detto il procuratore di Foggia, Ludovico Vaccaro. I lavoratori sfruttati, che collaborano e denunciano, hanno la possibilità, secondo quanto previsto dalla nuova norma, di usufruire di un permesso di soggiorno». «Denunciando - precisa - possono regolarizzare la propria permanenza in Italia e la propria posizione lavorativa. Ma vera novità di questa indagine è proprio l’utilizzo straordinario del controllo giudiziario dell’azienda. Questo strumento consente di nominare un amministratore giudiziario che regolarizzi i rapporti di lavoro».

Cgil Puglia: merito della legge 199

«Va dato risalto a nostro avviso a quanto dichiarato dallo stesso procuratore capo di Foggia, Vaccaro, che ha ricordato come sono cambiati i metodi investigativi nel contrasto al caporalato e il merito va alla legge 199, fortemente voluta anche dalla Cgil. La migliore risposta ai tanti detrattori di una norma di civiltà oggi lodata da chi è avamposto contro la criminalità in un territorio così difficile come la Capitanata». E’ quanto afferma il segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo, in merito all’arresto di due imprenditori agricoli avvenuto oggi a Foggia per intermediazione illegale di manodopera.
Secondo Gesmundo, le illegalità avvenivano «dentro una grande impresa agricola, di quelle che drenano soldi pubblici e che rappresentano - agli occhi di non conosce cosa si cela dietro queste produzioni - un fiore all’occhiello dell’agroalimentare pugliese. Chi conosce queste dinamiche è la Flai, che è un avamposto in tutta la regione contro l’illegalità e a loro va il nostro grazie. Ma le denunce della Flai sono le denunce di tutta la Cgil, nessuno deve pensare che si agisca singolarmente. Chi pensa di poter aggirare le norme e sfruttare i lavoratori si troverà di fronte tutta la nostra organizzazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie