Venerdì 07 Agosto 2020 | 11:57

NEWS DALLA SEZIONE

OCCUPAZIONE
Centri impiego «barricati, colpa del Covid: non si entra

Foggia, centri impiego «barricati», colpa del Covid: non si entra

 
viabilità
Tir in fiamme sulla A14: lunghe code tra Foggia e San Severo

Tir in fiamme sulla A14: lunghe code tra Foggia e San Severo

 
LA PROTESTA
Foggia, ospedale Don Uva: in agitazione 410 lavoratori

Foggia, ospedale Don Uva: in agitazione 410 lavoratori

 
LA POLEMICA
Manfredonia, senologia aperta e subito chiusa: è polemica

Manfredonia, senologia aperta e subito chiusa: è polemica

 
L'iniziativa
Braccianti morti a Foggia: un'opera per ricordare le vittime del caporalato

Braccianti morti a Foggia: un'opera per ricordare le vittime del caporalato

 
Eroe per un giorno
Taranto, militare fuori servizio si tuffa e salva 7 persone dalla furia del mare

Taranto, militare fuori servizio si tuffa e salva 7 persone dalla furia del mare

 
IL CASO
Foggia, gli zoo domestici diventano «esotici»

Foggia, gli zoo domestici diventano...«esotici»

 
l'iniziativa
Foggia, un video con il personale del Policlinico per ricordare il lavoro durante il picco del Covid

Foggia, un video con il personale del Policlinico per ricordare il lavoro durante il picco del Covid

 
caporalato
Foggia, sanatoria solo per le badanti: tutto inutile nelle campagne

Foggia, sanatoria solo per le badanti: tutto inutile nelle campagne

 

Il Biancorosso

serie c
La C del Bari sarà da brividi grandi firme nel girone Sud

La C del Bari sarà da brividi: grandi firme nel girone Sud

 

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisinel Brindisino
Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

 
PotenzaSANITÀ
Addio al nuovo ospedale di Lagonegro: 176 milioni vanno all'ammodernamento

Lagonegro, addio al nuovo ospedale: 176 milioni vanno all'ammodernamento

 
Tarantoi contagi
Positivo a Taranto dopo tre mesi

Coronavirus, un positivo a Taranto dopo tre mesi

 
Leccenel salento
Melpignano, inaugura il Museo Storico del Tarantismo: è il primo al mondo

Melpignano, inaugura il Museo Storico del Tarantismo: è il primo al mondo

 
FoggiaOCCUPAZIONE
Centri impiego «barricati, colpa del Covid: non si entra

Foggia, centri impiego «barricati», colpa del Covid: non si entra

 
BatEMERGENZA ABITATIVA
Trani, casa occupata assegnata dal Comune

Trani, casa occupata di via Olanda assegnata dal Comune

 
Bariil caso
Bari, distretti Asl: scoppia la polemica in chiave elettorale

Bari, distretti Asl: scoppia la polemica in chiave elettorale

 
MateraA Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 

i più letti

Cantieri e assunzioni

Foggia, per Emiliano: «il Policlinico sarà primo ospedale in Puglia»

La scommessa del Governatore «Qui verranno a curarsi in charter»

Foggia, per Emiliano: «il Policlinico sarà primo ospedale in Puglia»

FOGGIA - «A Foggia arriveranno con i charter per curarsi», il presidente della Regione, Michele Emiliano, in poche parole mette le mani su due eterne incompiute, aeroporto e sanità, luogo comune preferito nelle rivendicazioni non sempre condivisibili dei foggiani: il Gino Lisa che non vola è sempre là che attende i lavori per l’allungamento della pista, mentre sull’assistenza sanitaria parlano i circa 60 milioni di euro l’anno che il sistema pugliese riversa nelle casse delle regioni del Centro-Nord per i pazienti che alimentano la mobilità passiva. I viaggi della speranza sono ancora il tallone d’Achille della nostra sanità, ma anche il punto d’onore dal quale la sanità di Emiliano è ripartita in Puglia: «In tre anni e mezzo - ha detto ieri il governatore a Foggia - siamo quasi usciti dal piano operativo (blocco di assunzioni e investimenti: ndr) e sui Lea (livelli essenziali di assistenza: ndr) i nostri ospedali sono ai vertici nazionali». Una sfida tuttavia non ancora vinta, anzi si prospettano nuovi ostacoli: «Il 13 (domani: ndr) andremo al ministero per discutere la ripartizione del fondo sanitario regionale: il calcolo vogliono farlo sulla mobilità passiva, a queste condizioni il riequilibrio tra le regioni non ci sarà mai. Noi chiediamo invece cinque anni per rimettere le cose a posto, siamo già sulla buona strada. Ma continuare a erogare più soldi a chi già ne ha di più non sarebbe giusto». La sanità foggiana per Emiliano ha tutte le condizioni per diventare «la migliore di Puglia». «La posizione geografica è senza dubbio la migliore - sottolinea il governatore - lo sapevano anche gli Alleati durante l’ultima guerra che infatti presero questa provincia a bersaglio per i loro bombardamenti. Il policlinico di Foggia può diventare punto di riferimento non soltanto per la popolazione foggiana, ma per l’intero circondario e anche dalle regioni limitrofe». Perciò il riferimento all’aeroporto non è un caso nelle parole di Emiliano, ma anche qui una precisazione: «Voglio ricordare a chi continua ad accusare di immobilismo la Regione che la pratica è nelle mani dello Stupefatto ministro Toninelli (da novembre: ndr), stiamo aspettando anche noi i tempi del ministero delle Infrastrutture e Trasporti». La partita si gioca sulla sostenibilità delle Regioni, la sanità è un campo minato in vista dei futuri assetti e per la Puglia più che mai diventa questione strategica. Emiliano assicura che la sfida è già in essere, i primi segnali sono ben visibili: «Stiamo diventando minacciosi per gli altri, ora ci stiamo riprendendo anche i nostri medici che un tempo andavano a studiare e poi rimanevano altrove: a Bari abbiamo appena ultimato dieci concorsi. E con i medici in più possiamo abbattere le liste d’attesa, altrimenti senza personale come facciamo?».

La questione è economica, va a finire sul piano inclinato dell’autonomia richiesta da Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna: «In questi anni ci hanno portato via tante cose - aggiunge Emiliano - se la Puglia raggiunge il pareggio di bilancio sulla mobilità passiva significa che avrà tolto risorse importanti ad altre regioni. Abbiamo 800 milioni e 15mila addetti in meno dell’Emilia Romagna, regione simile alla nostra per estensione territoriale. Sul piano di riordino ospedaliero abbiamo preso sputi dappertutto, ma a parte il fatto che non abbiamo chiuso alcun ospedale voglio ricordare che oggi quelle strutture riconvertite ospitano degenze di cronicità e riabilitazione». È un Emiliano di lotta e di governo, come al solito: nella campagna elettorale è già dentro la contesa quando ricorda di «non avere partiti», prendendo formalmente le distanze dal Pd al 10% di consensi. «I partiti sono dei mezzi per arrivare a fare gli interessi della gente. Ho il sangue agli occhi per questa regione - puntualizza - finchè avrò forza e salute per andare avanti nessuno mi potrà fermare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie